Contenuto sponsorizzato

L’estrema destra contro la Cgil. La replica: “Ora anche i neofascisti fanno i virologi strizzando l’occhio ai No-vax”

Lo striscione intimidatorio è stato rivendicato dal Veneto Fronte Veneto Fronte Skinheads. La replica della Cgil: “Difendiamo la salute e il lavoro di tutte le lavoratrici e lavoratori. Il vaccino è una scelta responsabile che mette in sicurezza sanità, lavoro ed economia”

Di Tiziano Grottolo - 25 settembre 2021 - 13:16

TRENTO. “Il fallimento dei sindacati Green pass o non pagati?”. Questo lo striscione apparso fuori dalla sede della Cgil di Rovereto. A rivendicare l’azione il Veneto Fronte Veneto Fronte Skinheads, uno dei gruppi più violenti e reazionari della variegata galassia nazi-fascista italiana. 

 

A denunciare l’atto intimidatorio è stato lo stesso sindacato che in un post su Facebook ha spiegato: “Ed eccoli riapparire. Come sempre quando possono dividere i lavoratori e attaccare i diritti. Sono i neofascisti, questa volta del Veneto Fronte Skinhead, e non si sono lasciati perdere l’opportunità di soffiare sul fuoco dello scetticismo No-vax”. Da tempo infatti i movimenti neofascisti hanno appoggiato la causa degli antivaccinisti. 

 

Dal canto suo la Cgil ribadisce la propria posizione: “Difendiamo la salute e il lavoro di tutte le lavoratrici e lavoratori. Il vaccino è una scelta responsabile che mette in sicurezza sanità, lavoro ed economia. L’unica via possibile per superare definitivamente la pandemia e i suoi rischi sociali ed economici. Certo, il Green pass, scaricando la responsabilità e i rischi sui singoli lavoratori, è uno strumento imperfetto e sarebbe preferibile imporre l’obbligo vaccinale. Ma al vaccino, se vogliamo uscire da questa pandemia, non ci sono alternative”.

 

Dura anche la reazione del segretario Andrea Grosselli. “Sia lo striscione che il comunicato si commentano da soli, si tratta di vaneggiamenti. Ora anche i neofascisti si mettono a fare i virologi e dimostrano l’ignoranza e la faziosità di questi loro pseudo ragionamenti”. Gli estremisti di Veneto Fronte Veneto Fronte Skinheads accusano i sindacati di essersi “asserviti al  mondo politico ed industriale” e di aver “tradito i lavoratori”. 

 

Grosselli si dice dispiaciuto e rammaricato che alcune forze politiche “come alcuni esponenti di Lega e Fratelli d’Italia” continuino ad ammiccare con chi sostiene questi ragionamenti. “Il vaccino – conclude il segretario della Cgil – salva le vite, i posti di lavoro e l’economia. È lo strumento che garantisce alle persone di non finire in terapia intensiva, di non essere ospedalizzate. Questa è una grande vittoria della scienza e della medicina. La soluzione passa di qua. Il vero dramma lo abbiamo visto quando a marzo 2020 e poi fra ottobre e dicembre i cittadini non hanno potuto trovare una risposta per i loro bisogni di cura perché tutto era bloccato dalle infezioni”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
24 ottobre - 06:01
Gli Ordini dei medici e delle professioni infermieristiche lamentano, con preoccupazione, una certa lentezza nell'applicare le disposizioni di [...]
Cronaca
23 ottobre - 20:21
E' la seconda tragedia di oggi sulle montagne trentine. L'incidente è avvenuto in val Daone. La 26enne stava praticando bouldering con alcuni [...]
Cronaca
24 ottobre - 01:01
Trovati 45 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 35 guarigioni. Sono 6 i pazienti in ospedale, di cui 2 ricoverati in terapia [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato