Contenuto sponsorizzato

Omicidio di Brunico, l'assassino chiede scusa alla famiglia del ragazzo ucciso. Ancora sconosciuto il movente

Nell'udienza di convalida, Kozlowski ha formalmente confessato di aver commesso il delitto, fornendo per oltre un'ora la propria versione dei fatti

A sx Oskar Kozlowski - A dx Maxim Zanella
A sx Oskar Kozlowski - A dx Maxim Zanella
Pubblicato il - 01 agosto 2021 - 11:21

BOLZANO. Scuse alla famiglia di Maxim Zanella. Sono state queste le prime parole di Oscar Kozlowski nell'udienza davanti al Gip per la convalida che si è svolta ieri al Tribunale di Bolzano. Il giovane reo confesso per l'omicidio ha chiesto scusa per la morte di Zanella, 30enne ucciso con una sola coltellata alla gola nella sua abitazione di Brunico.

 

Kozlowski, difeso dagli avvocati Andreas Leiter e Martin Fill, ha fatto diverse dichiarazioni davanti al giudice mostrando la propria disponibilità a collaborare.

 

Proprio su queste dichiarazioni ora gli inquirenti sono impegnati a trovare le conferma a sostegno del capo d'imputazione.

 

Il tremendo omicidio è avvenuto nella notte di martedì scorso. Maxim Zanella è stato colpito con un coltello da Oscar Kozlowski che si è poi diretto al pronto soccorso gettando via, nel tragitto, il coltello e il cellulare.

 

Sul perché dell'omicidio non sono state date ancora spiegazioni. La famiglia della vittima intanto ha annunciato di volersi costituire parte civile.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
26 settembre - 23:07
L'affluenza si attesta al 15,58% degli aventi diritto. Non è stato raggiunto il quorum. La partecipazione si è fermata distante dal 40% [...]
Cronaca
26 settembre - 19:52
L'allerta è scattata sulla bretella che collega Rovereto e Villa Lagarina. Il motociclista è finito a terra, scivolando per diversi metri [...]
Cronaca
26 settembre - 19:45
Trovati 16 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 48 guarigioni. Sono 21 i pazienti in ospedale, di cui [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato