Contenuto sponsorizzato

Scarica i liquami nel rio facendo morire tutte le trote, condannato un allevatore della Val di Non

E' stata risarcita anche l'Associazione pescatori, nel rio erano stati sversati centinaia di metri cubi di liquami che avevano sterminato la trota fario 

Pubblicato il - 07 March 2021 - 08:57

TRENTO. Aveva deciso di scaricare nel rio diversi metri cubi di liquami portando, in questo modo, danni irreparabili all'ecosistema con la morte dell'intera popolazione di trote fario.

 

Un allevatore della Val di Non è stato ora condannato a 3 anni di reclusione e al pagamento, in totale, di 150 mila euro.

 

L'inquinamento è avvenuto nel rio San Romedio e i fatti al 2018. Centinaia di metri cubi scaricati in acqua e sia gli uomini del corpo forestale che l'associazione pescatori della Valle di Non avevano cercato in tutti i modi di salvare i pesci dalla schiuma bianca che si era creata e dal liquido nero.

 

Le carte dell'inchiesta parlano di “264 metri cubi di liquami bovini” che l'azienda dell'agricoltore aveva prodotto.

 

Le conseguenze, come già detto, furono disastrose.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
22 aprile - 13:00
L'altra questione posta all'attenzione del presidente del Consiglio Draghi riguarda i gettiti fiscali arretrati derivanti anch'essi dal Patto di [...]
Cronaca
22 aprile - 13:35
L'allerta è scattata a Lavis. In azione i pompieri di zona e la polizia locale. Fortunatamente non si registrano feriti o intossicati
Cronaca
22 aprile - 12:16
I laboratori dell'Azienda sanitaria nelle ultime 24 ore hanno effettuato 1.073 tamponi molecolari e registrato 85 nuovi casi. Inoltre trovati [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato