Contenuto sponsorizzato

Scomparsa di Sara Pedri, interviene l'Ordine dei Medici: ''Si faccia chiarezza per ristabilire serenità lavorativa nel reparto di Ostetricia e Ginecologia''

L’Ordine dei medici ha avuto un incontro con i vertici deIl’Azienda sanitaria, la richiesta è quella di chiarire la situazione interna "per ristabilire un clima lavorativo sereno".  Il presidente Ioppi: " “E’ necessario fare chiarezza anche per tutelare la professionalità e l’impegno di chi vi lavora"

Di G.Fin - 15 June 2021 - 17:31

TRENTO. “E' urgente che tutte le parti in causa si siedano attorno ad un tavolo per chiarire la situazione interna e ripristinare un clima lavorativo sereno”. Questo il messaggio che arriva dal presidente dell'Ordine dei Medici di Trento, Marco Ioppi, in merito alla vicenda che riguarda la scomparsa della dottoressa Sara Pedri che ha investito in pieno il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'ospedale Santa Chiara.

 

Nei giorni scorsi, i famigliari hanno denunciato una situazione molto difficile all'interno del nosocomio trentino vissuta da Sara Pedri. “Veniva allontanata, verbalmente offesa con parole pesanti: ha cominciato a sentirsi terrorizzata, dicendo che non riusciva nemmeno a tenere il bisturi in mano”. Una situazione, spiegano, che non era isolata. Un altro operatore sanitario che lavora all'interno del reparto di ginecologia ha scritto alla trasmissione, chiedendo di rimanere anonimo, raccontando di un ambiente lavorativo “non sano”. (QUI L'ARTICOLO)

 

Sulla questione il direttore Ferro ha spiegato che dalle prime indagini interne ''come atti oggettivi non abbiamo elementi, lettere o segnalazioni di problematiche collegate. Però è una vicenda pesante che ha riguardato e riguarda il reparto e abbiamo intenzione di approfondire ulteriormente la situazione''. Nelle scorse ore il direttore generale Pier Paolo Benetollo ha spiegato che si sta portando avanti una indagine interna e i fatti sono anche all'attenzione della Procura della Repubblica.

 

L’Ordine dei medici della provincia di Trento, con una nota, ha spiegato di seguire con preoccupante attenzione le notizie che stanno investendo il reparto.

 

“L’Ordine – spiega Ioppi - non intende in questa sede entrare nel merito della questione e delle indagini che l’Azienda sanitaria intende avviare attraverso la nomina di una commissione, ma ritiene urgente che tutte le parti in causa si siedano attorno ad un tavolo per chiarire la situazione interna e per collaborare al ripristino, in un reparto cosi delicato e strategico, di quel clima lavorativo sereno necessario per garantire un servizio sicuro e di qualità a mamme e neonati”.

 

L'Ordine dei medici, attraverso il proprio presidente, chiede chiarezza. “E’ necessario fare chiarezza anche per tutelare la professionalità e l’impegno di chi vi lavora che tanto ha contribuito a raggiungere elevati risultati con soddisfazione e fiducia della cittadinanza” viene spiegato. 

 

In questo senso l’Ordine dei medici ha avuto un incontro con i vertici deIl’Azienda sanitaria e auspica di averne a breve un altro con il personale medico del reparto, anche per verificare eventuali profili deontologici della vicenda.

L’Ordine “non farà mancare il suo contributo positivo e come per il passato si mette da subito a disposizione perché il rapporto tra colleghi è di rilevanza deontologica, e perché ha ben chiaro l’importanza del suo ruolo anche in una fase di indagini (della Procura e dell’Azienda sanitaria) ponendosi innanzitutto in ascolto del personale medico e poi, se necessario, in una fase di mediazione”.

 

Le ricerche della giovane dottoressa sono riprese sabato dopo anche i vari appelli della famiglia (QUI L'ARTICOLO). Purtroppo, però, non sono stati trovati nuovi elementi. 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Sport
05 agosto - 20:44
Un timoniere dal talento unico e cristallino, il velista si è confermato tra i migliori interpreti della disciplina e Tita non ha mai nascosto [...]
Politica
05 agosto - 20:53
Ennesima protesta No-vax in piazza a Trento, presenti anche i consiglieri di Fratelli d’Italia Demattè e Rossato: “Siamo qui per dire no [...]
Cronaca
05 agosto - 20:26
Trovati 33 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 36 guarigioni. Ci sono 11 pazienti in ospedale, di cui 1 persona in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato