Contenuto sponsorizzato

''Semaforo'' ferma clienti senza Green Pass lo chef Gilmozzi: ''In 6 ore dall'annuncio ho avuto il 50% di disdette. Da me entrano tutti senza discrimine''

Lo chef di Cavalese è molto critico con lo strumento annunciato dalla Pat pochi giorni fa e rilancia anche contro il governo: ''Dovreste avere il coraggio di rendere obbligatorio il vaccino, sarebbe tutto più semplice ma sappiamo tutti ormai che non potete andare contro la costituzione''. E allora a dover fare selezione finiscono per dover essere ristoratori e baristi: 'Perché le limitazioni coinvolgono sempre solamente noi che da due anni cerchiamo di fare il possibile per stare in piedi?''

Di Luca Pianesi - 03 agosto 2021 - 16:28

TRENTO. Sei ore dopo la conferenza stampa del presidente Fugatti sono arrivate in serie una serie di disdette, praticamente il locale si è vuotato della metà dei clienti e ora la preoccupazione monta tra i ristoratori e i baristi che per l'ennesima volta si vedono arrivare tra capo e collo un nuovo cambiamento al quale dovranno adeguarsi (a spese loro) nel giro di pochissimi giorni.

 

Se a questo si aggiunge la solita fumosità nelle comunicazioni da parte della Pat che ha annunciato i lettori automatici di green pass con conseguente luce verde in caso di via libera e luce rossa in caso di stop senza far capire dove, come e quando si può procedere all'acquisto di questi strumenti. Un'innovazione, quella del green pass, fondamentale per permettere proprio agli esercenti di evitare, nei prossimi mesi, altre chiusure e riduzioni di spazi dedicati alla clientela che, però, per come sta venendo presentato rischia di trasformarsi più in un problema che in una soluzione. 

 

Chi annuncia di opporsi totalmente a questo strumento è il cuoco Alessandro Gilmozzi storica stella Michelin per oltre un decennio a Cavalese con il suo El Molin. ''Io non sono un 'no vax', anzi, approvo tutte le misure di sicurezza - spiega lo chef -: c’è tuttavia un limite a tutto. Io sicuramente non comprerò il dispositivo e come me ci sono altri 100 pubblici esercizi che la pensano così. Da me entrano tutti senza discriminate perché e giusto così. Perché le limitazioni coinvolgono sempre solamente noi ristoratori e baristi che da due anni cerchiamo di fare il possibile per stare in piedi? Io mi vergognerei solo a pensare di discriminare i nostri ospiti che ci hanno sostenuto per anni e in particolare in questo delicato periodo''.

 

Gilmozzi ha scritto a il Dolomiti per chiarire la sua posizione di totale chiusura a questa imposizione: ''Parto con il dire che trovo uno sforzo di energia notevole nel vedere che la giunta provinciale abbia pensato ad agevolare il nostro operato di controllo sui Green pass con un altro sistema che chiaramente dovremmo comprare entro venerdì e per questo ringrazio. In 6 ore dall'uscita della notizie ho avuto disdette del 50 per cento per la discriminazione che stiamo fomentando. Perché no al supermercato? Perché no dal giornalaio? Ci sono Paesi che hanno annullato tutti gli eventi estivi per non essere discriminatori: perché dobbiamo esserlo noi, operatori economici? Avremo ulteriori perdite''.

''Per il momento - conclude - ad agosto, 50 per cento di disdette in un ristorante: non voglio pensare negli hotel. Dovreste avere il coraggio di rendere obbligatorio il vaccino, sarebbe tutto più semplice ma sappiamo tutti ormai che non potete andare contro la costituzione(vedi art.13 e 16). Grazie Provincia. Grazie Governo''.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
26 settembre - 23:07
L'affluenza si attesta al 15,58% degli aventi diritto. Non è stato raggiunto il quorum. La partecipazione si è fermata distante dal 40% [...]
Cronaca
26 settembre - 19:52
L'allerta è scattata sulla bretella che collega Rovereto e Villa Lagarina. Il motociclista è finito a terra, scivolando per diversi metri [...]
Cronaca
26 settembre - 19:45
Trovati 16 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 48 guarigioni. Sono 21 i pazienti in ospedale, di cui [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato