Contenuto sponsorizzato

''Un nastro rosso al balcone per dire addio ad Agitu'', domani il funerale a Trento e poi il rimpatrio della salma

La mattina di sabato 9 gennaio, alle ore 11, nel cimitero di Trento ci sarà l'ultimo saluto ad Agitu. Trattandosi di un giorno in zona arancione, potranno prendervi parte solo i residenti nel comune. Un modo per partecipare anche se distanti, però, sarà quello di aderire all'iniziativa proposta da alcune associazioni di appendere al balcone della propria casa un nastro rosso

Di Lucia Brunello - 08 January 2021 - 18:01

TRENTO. Un nastro rosso sul balcone di ogni casa per dare l’ultimo addio ad Agitu Ideo Gudea. Questa la proposta delle associazioni Centro Pace, Ecologia e Diritti Umani,Casa delle Donne di Rovereto, Coordinamento Associazioni Vallagarina per l'Africa, e l'Anpi Trentino in occasione della triste circostanza in cui al cimitero di Trento ci sarà l'ultimo omaggio al feretro di Agitu prima del rimpatrio in Etiopia.

 

Un gesto semplice ma simbolico quello di appendere al balcone della propria casa un nastro rosso, simbolo della lotta alla violenza sulle donne

 

La mattina di sabato 9 gennaio, alle ore 11, per chi volesse dare l’ultimo saluto ad Agitu, la bara sarà posta nel cimitero all’aperto. Pur nell'invito a partecipare, arriva dal comune anche la sollecitazione a evitare assembramenti, indossare la mascherina pur se all'aperto e mantenere sempre la distanza di almeno un metro tra i partecipanti. Inoltre, trattandosi domani di un giorno arancione, potranno partecipare solo i residenti nel comune di Trento.

 

Una settimana fa sono arrivati in Trentino i fratelli dell'imprenditrice, Kuma Edeo e Bethelihem Edeo Gudeta, per partecipare alla cerimonia ma, soprattutto, riportare la sorella in Etiopia con loro, dove si terrà il funerale. 

 

La salma riceverà la benedizione da parte di un religioso della comunità cattolica etiope di Roma, Abba Teshale Nemane. Dopo il momento di condivisione, i fratelli incontreranno il sindaco di Trento, Franco Ianeselli.

 

Lunedì mattina, dopo un incontro in procura a Trento, il fratello e la sorella di Agitu dovrebbero iniziare il lungo viaggio verso Addis Abeba dove sarà celebrato il funerale.

 

Nella giornata di ieri in piazza Santa Maria Maggiore a Trento è stata messa una panchina rossa con la scritta: “Per Agitu, per tutte le donne vittima di violenza. Trento non dimentica”(qui articolo). Una delegazione delle associazioni che ha organizzato l'iniziativa del nastro rosso deporrà invece poi una corona a Rovereto in Piazza Erbe, nel luogo in cui Agitu era presente con il banchetto per la vendita dei prodotti della sua azienda agricola.

 

Nel frattempo ha sfondato il tetto dei 100mila euro la raccolta fondi lanciata su Gofundme dal rappresentate della comunità etiope di Trento, Zebenay Jabe Daka. I soldi serviranno a mantenere in vita il progetto di Agitu, ma serviranno anche a contribuire al trasporto della salma in Etiopia, dove verrà sepolta per volere dei familiari, dopo l'ultimo saluto della cittadinanza di Trento (qui articolo e anche qui).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 settembre - 06:01
I tagli degli scorsi anni al sistema sanitario sono stati un fallimento con conseguenze drammatiche ed ora questa situazione va a sommarsi alle [...]
Cronaca
19 settembre - 19:38
Trovati 19 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 17 guarigioni. Sono 16 i pazienti in ospedale, di cui 2 ricoverati in [...]
Montagna
19 settembre - 20:25
I dati tra il 19 giugno e il 16 settembre non sono ancora ufficializzati perché si attende la conclusione della stagione, molti rifugi sono [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato