Contenuto sponsorizzato

Vaccinazioni under 40, solo 25mila dosi fino al 10 luglio per oltre 120mila giovani. Fugatti: “Prenotazioni al via alle 23”

Fra poche ore apriranno le prenotazioni per la fascia d’età dai 18 ai 39 anni, fino al 10 luglio ci sono a disposizione 25mila dosi per una platea di oltre 120mila giovani. Fugatti: “Confermiamo la scelta di non aprire le prenotazioni a tutti, altrimenti daremo appuntamenti a distanze molto larghe”

Di Tiziano Grottolo - 14 June 2021 - 18:51

TRENTO. Nelle prossime ore aprirà il primo slot per le vaccinazioni dedicate alla popolazione under 40, per la quale saranno messe a disposizione 25mila dosi fino al prossimo 10 luglio. “Non c’è dubbio che i fatti di fine settimana e le decisione prese dal Cts stiano cambiando i piani vaccinali dei vari territori”, ha detto il presidente della Provincia di Trento Maurizio Fugatti riferendosi alle nuove indicazioni che riguardano il vaccino AstraZeneca (Vaxzevria) e Janssen di Johnson&Johnson che saranno somministrati solo agli over 60.

 

Nonostante questo, Fugatti ha confermato la volontà di aprire a un numero limitato di vaccinazioni per la popolazione fra i 18 e i 39 anni, a cui saranno somministrati i vaccini Pfizer/BioNTech e Moderna. “Dalle 23 di questa sera – 14 giugno, ha proseguito il presidente della Pat – ci si potrà prenotare sul Cup online. I vaccini saranno a disposizione fino al 10 luglio per un numero di 25mila persone, questo nonostante le scelte del Cts abbiano rivoluzionato il percorso della campagna vaccinale in molti territori”.

 

Numeri non proprio esaltanti se si considera che nella fascia d’età interessata c’è un potenziale bacino di utenza che supera le 120mila persone, solo nella fascia d’età che va dai 20 ai 39 anni ricadono 119.304 trentini. Ad ogni modo, ha fatto sapere Fugatti: “Se nel frattempo dovessero arrivare altre dosi apriremo ulteriori slot”. Per questa sera sono attesi problemi di collegamento al sito del Cup online dal momento che molti utenti proveranno ad accedervi contemporaneamente. Sempre il presidente della Pat ha sottolineato che per il momento non si intende aprire le prenotazioni a tutti “altrimenti daremo prenotazioni a distanze molto larghe”.

 

Dal canto suo il dirigente del dipartimento Salute e Politiche sociali della Pat, Giancarlo Ruscitti, ha parlato di un weekend “complicato” dal punto di vista della comunicazione. “In questo momento – ha ribadito Ruscitti – le vaccinazioni saranno fino al 10 luglio, si tratta di prenotazioni per la prima dose per coloro che hanno fra i 18 e i 39 anni. Poi una parte delle dosi servirà per gli under 60 che hanno ricevuto come prima dose Astrazeneca e ora faranno Moderna o Pfizer come seconda”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 2 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
04 August - 10:37
Prosegue senza sosta il lavoro del contingente trentino tra riunioni di coordinamento, attività di prevenzione e pattugliamento [...]
Cronaca
04 August - 10:15
Jerry è scappato di casa lo scorso venerdì 30 luglio. E' tutto verde con un ciuffetto giallo sulla fronte
Ambiente
04 August - 09:49
Alcuni attivisti “No-A31” hanno consegnato a nome della comunità di Terragnolo materiali informativi contro la grande opera [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato