Contenuto sponsorizzato

Vicenda Nava, Ferro: ''In corso indagine per fare chiarezza su contesto e per verificare la macchina organizzativa''. Sui vaccini: ''Copertura dell'85% tra i sanitari''

Da lunedì 29 marzo è partita la Commissione d'inchiesta interna all'Apss. Ferro: "Vicenda che risale a gennaio, contesto diverso da adesso". E sulla campagna vaccinale tra gli operatori sanitari: "In questo momento abbiamo l'83% di soggetti vaccinati nella classe medica, il 70% del comparto infermieristico e il 60% degli Oss"

Di Luca Andreazza - 30 marzo 2021 - 19:17

TRENTO. "Continuiamo l'indagine interna per fare chiarezza del contesto e verificare la macchina organizzativa". Il direttore del Dipartimento prevenzione, Antonio Ferro, commenta la vicenda che riguarda Enrico Nava, costata le dimissioni da direttore per l'integrazione socio sanitaria dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari a seguito della somministrazione a inizio gennaio del vaccino alla moglie, la giudice Alma Chiettini (Qui articolo).

 

Una vicenda salita alla ribalta nel fine settimana, quando l'Apss ha notificato che Nava si era dimesso (Qui articolo), mentre nelle ore subito successive l'ormai ex direttore a Il Dolomiti ha spiegato che "E' stato un mio errore, una mia leggerezza imperdonabile" (Qui articolo). Resta comunque il fatto grave e anche la Provincia è intervenuta ufficialmente sulla questione: "Sconcerto e amarezza. Domandato provvedimenti disciplinari esemplari'' (Qui articolo).

 

Da lunedì 29 marzo è partita la Commissione d'inchiesta interna all'Apss per fare chiarezza. "Portiamo avanti gli approfondimenti - dice il direttore del Dipartimento prevenzione - la vicenda risale all'inizio dell'anno, una situazione completamente diversa rispetto a ora. Complessivamente la somministrazione delle dosi registra il più basso utilizzo, il 3,17%, nel personale amministrativo contro una media nazionale che si attesta al 15%. Riteniamo, però, fondamentale un controllo anche delle sedi periferiche per avere un quadro chiaro e dare il giusto inquadramento ai fatti".

 

Nel corso della conferenza stampa c'è stato un aggiornamento per quanto riguarda la somministrazione sugli operatori sanitari. "La campagna prosegue e adesso recuperiamo le persone che hanno contratto Covid. In questo momento abbiamo l'83% di soggetti vaccinati nella classe medica - evidenzia Ferro - il 70% del comparto infermieristico e il 60% degli Oss. Il dato complessivo aziendale si attesta al 75%, se si considera che dal 7% al 10% ha avuto un'infezione da coronavirus; abbiamo una copertura superiore all'85%, un dato importantissimo". 

 

Le autorità intendono comunque continuare a spingere per l'adesione alla campagna. "E' un dovere etico e morale vaccinarsi per chi lavora nella sanità - spiega Ferro - non si può mettere a rischio la vita di eventuali degenti. C'è qualcuno che non ha voluto vaccinarsi, chi non può invece riceve un certificato a livello nazionale. Non ci sono motivi per non vaccinarsi e continua la spinta informativa e formativa sul nostro personale, anche con il supporto dei sindacati. Proseguiamo con forza fino a quando l'ultimo operatore non sarà vaccinato".

 

Il premier Mario Draghi lavora a un decreto per rendere obbligatorio il vaccino per tutti gli operatori sanitari a contatto con i malati. "Non è bello intervenire in modo drastico, ma in questa fase pazienti che entrano in ospedale per curare altre malattie non possono rischiare il contagio perché un operatore ha deciso di non vaccinarsi. E' un momento straordinario, servono regole straordinarie", il commento del presidente Maurizio Fugatti.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 settembre - 23:11
L'uomo è stato trovato ormai senza vita dai soccorritori dopo l'allarme lanciato dai familiari per un mancato rientro a casa. L'incidente è [...]
Cronaca
23 settembre - 19:36
Trovati 36 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 18 guarigioni. Sono 21 i pazienti in ospedale, di cui [...]
Cronaca
23 settembre - 19:02
Un minuto dopo il decollo da Folgaria si è verificato un guasto meccanico che ha determinato il distacco del portellone laterale destro. Il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato