Contenuto sponsorizzato

Tragedia della Marmolada, ''E' un raggio di sole nella notte: un miracolo. Ora inizia un percorso e restiamo uniti alla famiglia'', il sindaco sul riconoscimento di Carnielli

Il sindaco di Fornace, Mauro Stenico: "Ci siamo aggrappati fin da subito a una flebile speranza, l'aspettiamo in Consiglio comunale. Grande vicinanza a tutte le famiglie toccati da questo terribile evento". A Canazei deposta una corona di fiori, il primo cittadino Giovanni Bernard: "La comunità è attonita di fronte all’immane tragedia che l’ha toccata nella giornata di domenica"

Di Luca Andreazza - 06 July 2022 - 07:56

TRENTO. "La situazione è delicata ma siamo felici". A dirlo a Il Dolomiti è Mauro Stenico, sindaco di Fornace, dopo che Davide Carnielli è stato riconosciuto dai familiari. Era stato dato tra i dispersi a seguito della terribile valanga sulla Marmolada di domenica scorsa. "Abbiamo sperato fino all'ultimo in una grazia e un primo miracolo si è concretizzato. Per noi è un piccolo raggio di sole nella notte. Ora inizia un altro percorso e la comunità resta stretta attorno alla famiglia".

 

Il 29enne lavora nell'attività di famiglia, il Centro ferramenta e colori di Pergine, consigliere comunale a Fornace, è un grande appassionato di montagna e di ciclismo, difende i colori della società ciclistica Bsr di Meano, e il 3 luglio era sulla Marmolada con un gruppo di amici. Poco prima della tragedia aveva condiviso una foto sui social sul ghiacciaio.

 

A lasciare un barlume di speranza erano state anche le informazioni fin qui trapelate: Carnielli infatti era l’ultimo della sua cordata. Gli altri escursionisti erano stati soccorsi mentre del 29enne trentino si erano perse le tracce. Sul luogo dell’incidente però era stato recuperato il suo zaino. E tutta la comunità si è unita intorno ai familiari e amici.

 

 

Poi la svolta, il governatore della Regione Veneto, Luca Zaia, ha condiviso alcune foto  con i familiari arrivati a Canazei all'indomani della valanga. E' stato riconosciuto da alcuni particolari anatomici, quindi la conferma con il gruppo sanguigno.

 

"Siamo rimasti in contatto e con il vice sindaco, Matteo Colombini, abbiamo visitato la famiglia - dice il primo cittadino - per manifestare con rispetto e apprensione la vicinanza e la solidarietà di un'intera comunità. C'è sempre stata una flebile speranza alla quale ci siamo tutti aggrappati per giorni. I familiari oggi sono provati, anche psicologicamente, ma più sollevati. Certo, resta il massimo riserbo verso questo momento complicato. Cerchiamo di essere vicini per ogni esigenza con discrezione". 

 

 

Il quadro resta serio per il consigliere comunale e attualmente Carnielli si trova ricoverato in prognosi riservata all'ospedale di Treviso. "Attendiamo i prossimi sviluppi e speriamo di poterlo rivedere quanto prima in Aula. C'è grandissima prudenza e preoccupazione ma oggi è arrivata una notizia positiva in questa grandissima tragedia. La comunità di Fornace è molto vicina a Canazei, ai territori coinvolti, a tutte le famiglie che piangono un lutto oppure che sono stati toccati da un evento così drammatico", conclude Stenico.

 

Le operazioni continuano senza sosta sulla Marmolada. Nelle scorse ore sono state portate ulteriori strumentazioni in quota per monitorare il movimento del ghiacciaio e nei prossimi giorni si prevedono uscite via terra (Qui articolo). Si lavora anche sul fronte dell'identificazione di vittime e dispersi. Sono 4 i corpi ufficialmente riconosciuti, tra cui la trentina Liliana Bertoldi (Qui articolo) e sono 5 le persone ancora disperse a seguito della drammatica valanga.  

Il sindaco di Canazei, Giovanni Bernard, e l’amministrazione comunale, a nome di tutta la cittadinanza, esprimono l’immenso dolore ha provocato questa tragedia e c'è stata una cerimonia per depositare una corona di fiori davanti alla camera mortuaria allestita al palaghiaccio con il parroco, don Mario Bravin

 

 

"La comunità di Canazei è attonita di fronte all’immane tragedia che l’ha toccata nella giornata di domenica. La Marmolada è la montagna che noi tutti amiamo. La frequentiamo sin da bambini e nessuno poteva aspettarsi un tale evento. Quanto accaduto ha reso cupo e mesto questo tempo solitamente dedicato alla spensieratezza dell’estate, ha tolto il fiato e colpito noi residenti, gli ospiti. L’intero Paese. Ci sentiamo vicini alle famiglie colpite da questo dramma e cerchiamo di sostenere quanti attraversano la prova dell’attesa e del silenzio di un caro che non ha fatto ritorno".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 13 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
14 August - 10:57
“Abbiamo saputo che la nostra piscina di Arco verrà distrutta per costruirne di più piccole con gli scivoli”, la piccola nuotatrice scrive [...]
Cronaca
14 August - 09:08
Nell’incidente sono rimaste coinvolte 7 persone fra cui due bambine di 8 e 6 anni, i feriti più gravi sono stati trasferiti all’ospedale [...]
Cronaca
14 August - 10:22
Non avendo riferimenti precisi e con la scarsa copertura telefonica i soccorritori hanno faticato non poco per individuare i due [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato