Contenuto sponsorizzato

Possibili displasie al seno, deve fare un'ecografia ma l'unico posto libero è a marzo 2024: “Costretta a rivolgermi al privato, l'unico modo per tutelare la salute”

Liste d'attesa sempre lunghe e chi si trova in difficoltà deve rivolgersi alle strutture private con spese non indifferenti e spesso non sempre possibili. Ad intervenire sulla vicenda la consigliera provinciale di Casa Autonomia, Paola Demagri: “La sanità era il fiore all'occhiello del Trentino ed ora non c'è nemmeno più un percorso di presa in carico del paziente”

Di G.Fin - 09 dicembre 2023 - 05:01

TRENTO. “Come fa la nostra Sanità ad andare avanti in questo modo? Il mio caso è un esempio ma ce ne sono tanti altri”. Tempi di attesa lunghissimi per una visita medica e mancanza di una presa in carico dell'utente. E' la drammatica realtà sulla quale sono costretti a scontrarsi sempre più trentini.

 

Quello che è successo a Francesca (usiamo un nome di fantasia per motivi di privacy) è l'ennesimo caso di una situazione sanitaria che ormai è diventata insostenibile. Sempre più persone che necessitano di una visita entro un determinato termine non riescono a trovare risposta dal servizio sanitario provinciale e sono quindi costrette, per salvaguardare la propria salute, a rivolgersi ai privati con spese non indifferenti e non sempre possibili.

 

Per capire la situazione di Francesca bisogna fare un passo indietro. In passato ha subito un intervento ad un nodulo al seno e a seguito di questa operazione le è stata data indicazione di effettuare una mammografia bilaterale annuale.

Negli scorsi mesi ha effettuato una mammografia in una struttura privata convenzionata. I risultati sono arrivati a novembre e nel referto vengono riportati alcuni aspetti da approfondire per escludere possibile displasie. Da qui l'indicazione di effettuare una ecografia mammaria nelle prossime 6 – 8 settimane.

 

Alla paziente viene quindi dato questo referto senza alcun genere di altra indicazione se non quella di rivolgersi dal proprio medico di base e di prenotare un'ecografia in 'Rao C'. Ecco allora che Francesca, con l'impegnativa del medico cerca di prenotare l'ecografia contattando il Cup.

 

Nei termini fissati nel referto ( 6-8 settimane) nessun posto libero e le vengono consigliate due strade: chiedere al proprio medico un “Rao B”, ma questo vorrebbe dire per il professionista rischiare un richiamo, oppure di rivolgersi al privato. La visita con il pubblico sarebbe stata possibile a marzo del prossimo anno.

 

Nulla da fare, quindi, e l'unica strada da seguire rimane quella di rivolgersi ad una struttura privata. “Quello che sta accadendo a tantissime persone è vergognoso” ha affermato la consigliera provinciale Paola Demagri che già in passato è intervenuta sui continui ritardi nelle visite mediche che continuano ad esserci in Trentino.

 

“La sanità era il nostro fiore all'occhiello – continua – e adesso è ridotta in questo modo. Non vi è alcun percorso di presa in carico del paziente. A seguito di una visita con prescrizione di accertamenti, il paziente dovrebbe già ricevere direttamente la prenotazione e questo invece non avviene, fanno girare la gente”.

 

Ma non solo. “Le attese nelle liste per una visita permangono da tempo – continua Demagri – e fino ad oggi non si è trovata una soluzione. I medici vogliono assolvere l'impegno etico nei confronti del proprio paziente ma sanno bene che spesso hanno le mani legate. Così la Sanità va a rotoli”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 marzo - 09:50
Sul posto anche i vigili del fuoco e le forze dell'ordine oltre al personale tecnico dell'Autostrada. E' successo al chilometro 183 in [...]
Cronaca
05 marzo - 09:24
A finire davanti al giudice sono padre e figlio, il primo per violenza privata e lesioni mentre il secondo per violenza sessuale
Politica
05 marzo - 05:01
Il ddl orsi è stato approvato dal Consiglio provinciale di Trento dopo una lunghissima discussione in Aula. All'esterno del palazzo le proteste [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato