Contenuto sponsorizzato

Piazza Dante, i titolati del bar pasticceria Al Parco: "Ce ne andiamo. Qui ormai non si può più lavorare, non ci sentiamo tutelati"

Da 9 nove anni i titolati del bar che si trova all'angolo tra via delle Orfane e via Torre Vanga, a pochi metri da piazza Dante, chiedono maggiori tutele. "Abbiamo lottano per poter lavorare in sicurezza ma ora basta è finita"

Di gf - 28 June 2017 - 10:39

TRENTO. “La situazione qui è peggiorata e noi non ce la facciamo più. Abbiamo deciso di lasciare questa attività”. I titolati del bar pasticceria 'Al Parco' che si trova all'angolo tra via Pozzo e via Torre Vanga, a pochi metri da piazza Dante, hanno deciso di gettare la spugna.

 

Le scorribande avvenute nelle ultime settimana ma, più in generale, la situazione che da ormai diversi anni riguarda questa zona della città non permette più di lavorare. Lo spiega con parole chiare la titolare, che assieme ad altre attività economiche della zona, da tempo chiede maggiore sicurezza.


“E' da nove anni – ci spiega la titolare – che abbiamo questa pasticceria ed è da 9 anni che lottiamo perché si faccia qualcosa ma ora basta è finita. Abbiamo capito che questa piazza non cambierà mai e nemmeno questa zona. Non possiamo lavorare con bande di nordafricani e centroafricani che corrono vicino ai tavolini prendendosi a bottigliate e con spacciatori in ogni angolo”.

 

Proprio questa mattina davanti al bar pasticceria 'Al Parco' si è verificata l'ennesima lite che ha coinvolto una donna italiana e un uomo. I due sono stati separati grazie all'interno di 6 agenti della Polizia locale. “Hanno iniziato alle sette e mezza questa mattina – ci spiegano i titolari del bar – a litigare per questioni di droga. Avevo dei clienti che erano seduti all'esterno per la colazione ma scusandosi hanno deciso di alzarsi per cambiare posto perché non si sentivano sicuri. Qui non siamo tutelati per nulla e ci dispiace per i nostri clienti”.

 

Già nei giorni scorsi l'aria che si respirava in zona era pesante. “La Polizia locale – spiegano i titolari – pur essendo sempre presente non può fare molto anche se non è colpa loro. I gaudenti hanno addirittura deciso di abbandonare piazza Dante”.

 

Gli attuali titolari del bar pasticceria 'Al Parco' chiuderanno nella seconda parte dell'estate. “Stiamo valutando delle opportunità per aprire in altre zone più sicure di Trento”.  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 February - 05:01

Secondo alcune stime, procedendo con questo ritmo, il Trentino completerà la campagna vaccinale dopo l’estate del 2023. Il ricercatore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Padova: “L’impressione è che alcuni territori abbiano già raggiunto il limite giornaliero di dosi che riescono a somministrare”. Intanto dai portali nazionali le somministrazioni di AstraZeneca sarebbero ferme, in Trentino, ma non è così: ecco perché  

24 February - 20:31

Sono 205 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 35 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 83 i territori che presentano almeno un nuovo caso di positività

24 February - 21:20
Un appello anche alla Provincia da Anna Conigliaro Michelini. "La legge prevede la sospensione condizionale della pena sia subordinata alla partecipazione di percorsi specifici". Un'azione che, però, ha subito una battuta d'arresto. "Nell’ultimo anno la richiesta è aumentata esponenzialmente, ma paradossalmente la Provincia ha ritenuto di sospenderlo. Sento l’obbligo di dire al presidente Fugatti e all’assessora Segnana che, nelle circostanze che viviamo, ogni ritardo è colpevole e mette a rischio la vita di altre donne"
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato