Contenuto sponsorizzato

Piste, già 45 interventi dei carabinieri sciatori

Organizzate delle giornate di incontro con i bambini delle scuole sci per spiegare loro la segnaletica e l’utilizzo corretto delle piste

Pubblicato il - 17 dicembre 2016 - 10:15

Prevenire comportamenti che non rispettano le regole e che possono mettere in pericolo anche altre vite e soccorrere persone in difficoltà. Sono già 45 gli interventi di soccorso sulle piste effettuati dai carabinieri sciatori, di cui 4 hanno richiesto l’ausilio dell’elisoccorso per incidenti piuttosto gravi, quali fratture di femore o di bacino.

 

Le Stazioni carabinieri di Madonna di Campiglio e Carisolo, dipendenti dalla Compagnia Carabinieri di Riva del Garda, come ogni anno hanno ripreso i servizi di vigilanza e soccorso sulle piste della Val Rendena.

 

Già dal ponte dell’Immacolata i carabinieri sciatori hanno preso servizio presso i comprensori di Pinzolo e Di Campiglio sul Grostè e sullo Spinale. In tutto 7 militari specializzati nella vigilanza e soccorso sulle piste che operano in ogni condizione di tempo per tutta la durata dell’apertura degli impianti.

 

L’anno scorso, nell’arco di tutta la stagione, sono stati quasi mille i casi in cui hanno dovuto soccorrere sciatori. Anche la vigilanza ha un ruolo fondamentale, soprattutto per la prevenzione di comportamenti vietati o impropri, spesso non avvertiti come tali, infatti molti turisti considerano le piste come luoghi in cui non vi sono regole. Proprio per questo, già dalla Stagione scorsa sono state organizzate delle giornate di incontro con i bambini delle scuole sci per spiegare loro la segnaletica e l’utilizzo corretto delle piste.

 

Tutti questi incontri, ma anche il normale servizio, sono effettuati grazie all’aiuto e al sostegno logistico delle Funivie di Campiglio e Pinzolo e dall’APT. All’arrivo in quota dello Spinale, del Grostè e del Dos del Sabion ci sono degli uffici in cui gli utenti possono chiedere informazioni, fare denunce e ricorrere a piccole cure che non richiedano l’intervento di sanitari.

 

I militari sciatori sono tutti abilitati alla vigilanza e al soccorso sulle piste dopo severe selezioni psico-fisiche presso il Centro Carabinieri Addestramento Alpino di Selva di Valgardena (Bz) con corsi intensivi e di aggiornamento annuali.

Anche per il prossimo importantissimo evento del 22 dicembre che vede la coppa del mondo di Sci fare tappa a Madonna di Campiglio, con la ormai mitica 3tre, i Carabinieri sciatori garantiranno il servizio di vigilanza degli spettatori e soccorso sulla pista durante le gare, come già successo nelle passate edizioni.  

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
13 giugno - 20:30
Trovati 11 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 44 guarigioni. Sono 248 i casi attivi sul territorio provinciale
Cronaca
13 giugno - 20:04
Dopo una ricostruzione della disciplina vigente, la Pat riconduce la regola per le zone bianche al Dpcm secondo il quale il coefficiente [...]
Cronaca
13 giugno - 19:43
L'allerta è scattata all'altezza di Vadena lungo l'Autostrada del Brennero. Tempestivo l'arrivo dei vigili del fuoco di Egna ma l'auto è finita [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato