Contenuto sponsorizzato

Torna a Trento il Festival della Green Week. Dibatti, incontri e il tour nelle "Fabbriche della sostenibilità"

L'evento si terrà dal 3 al 5 marzo è promosso da VeneziePost, Università di Trento, Fondazione Bruno Kessler, Fondazione Edmund Mach, Muse-Museo delle Scienze e Trentino Sviluppo

Di gf - 09 febbraio 2017 - 16:18

TRENTO. Una Green economy che guarda allo sviluppo intrecciando assieme anche i bisogni sociali. Questo uno dei temi al centro della Green Week che, nel fine settimana da venerdì 3 a domenica 5 marzo, farà tappa a Trento con l'iniziativa promossa da VeneziePost, Università di Trento, Fondazione Bruno Kessler, Fondazione Edmund Mach, Muse-Museo delle Scienze e Trentino Sviluppo con il patrocinio di Comune di Trento e Provincia di Trento.

 

Lo slogan è “Vivere sostenibile, abitare sostenibile” e protagoniste, a partire dal 28 febbraio saranno diverse città da Udine fino ad arrivare a Trento, dove l'iniziativa si concluderà con la seconda edizione del Festival della Green Economy.

 

Una tre giorni all'insegna dei dibattiti e dei confronti con moltissimi ospiti che arriveranno nel capoluogo trentino ma anche la possibilità di scoprire ben 18 'fabbriche della sostenibilità', aziende – come le trentine Melinda, Solidpower, Lecta-Cartiere del Garda, Trentino Progetti-Mak Costruzioni, che hanno curato il progetto dell’Ospedale di Mezzolombardo, e Dolomiti Energia con la Centrale di Santa Massenza – che hanno scelto, anche come leva competitiva, di adottare processi o realizzare prodotti ecosostenibili. Si affronteranno così i temi dell'economia circolare, del riuso, della lotta agli sprechi, del risparmio energetico e delle nuove forme di energia, delle nuove tecniche costruttive, della responsabilità sociale e ambientale d’impresa.

 

“Per la città di Trento – ha affermato il sindaco Alessandro Andreatta – è un privilegio ospitare per il secondo anno questa iniziativa importante. Siamo in sintonia con queste tematica ambientale basta pensare all'80% di raccolta differenziata che facciamo nel nostro comune, allo sviluppo del trasporto pubblico e delle piste ciclabili, alla forte presenza di parchi sul territorio e le norme di edilizia sostenibile adottato già a partire dal 2006”

A parlare di occasione importante per la città è stato anche il rettore dell'Università di Trento, Paolo Collini che ha sottolineato che “Trento è una città fortemente vocata ad avere questi eventi che riescono ad offrire nuove e importanti occasioni anche per mostrare il lavoro che viene fatto nei tanti laboratori universitari”.

 

Flavio Tosi, presidente di Trentino Sviluppo, ha presentato un altro tema che verrà trattato durante i tre giorni, quello della 'Bikeconomy'. “E' un tema che si sta riscoprendo – ha spiegato Tosi – ed è fondamentale visto che il 27% dell'inquinamento è causato dalla mobilità e dall'altro per il fatto che le bici consente di fare movimento e fa bene alla salute”.

 

Come già detto, a Trento sarà un pullulare di dibattiti e confronti che animeranno la tre giorni, con ospiti di assoluta eccezione. Ad aprirlo – in un evento realizzato in collaborazione con la Commissione europea e l'intervento di Fabrizio Spada, direttore Rappresentanza Regionale a Milano – sarà un dialogo tra il giornalista del Corriere della Sera Stefano Bucci e l'architetto Mario Cucinella. Nello stesso giorno, oltre ad importanti convegni sull’agricoltura che si adatta al cambiamento climatico e sui combustibili alternativi nella mobilità futura, si discuterà di “Comunicazione e sostenibilità” con Rossella Sobrero di Koinètica e de “Il cibo che nutre, il cibo che consuma” in un dialogo tra Andrea Segrè e il direttore de L’Adige Pierangelo Giovannetti. Alle 18, è prevista inoltre l'assegnazione del Premio Radical Green 2017, i cui vincitori saranno annunciati la prossima settimana. A concludere la giornata sarà un dialogo tra Raffaella Calandra, giornalista di Radio 24, e Francesco Maino, celebrato autore di Cartongesso e di Ra-ta-tu-ja.

 

Programma particolarmente ricco anche sabato 4 marzo, che si aprirà con il convegno “Bikeconomy: una strategia per lo sviluppo dell’economia e del territorio a due ruote” e l’intervento del primo ospite internazionale della Green Week: John Urdi, direttore di Mammoth Lake Tourism, che dalla California racconterà come è possibile trasformare una località sciistica in luogo di culto grazie al downhill. Si parlerà anche di edilizia sostenibile e innovazione architettonica con il caso dell’ospedale antisismico di Mezzolombardo. Sabato sarà anche la giornata dei grandi ospiti della Green Week, che permetteranno anche a un pubblico ampio e non specialistico di approfondire le questioni chiave della sostenibilità: tra questi Davide Tabarelli, fondatore e presidente di Nomisma Energia, che approfondirà il legame tra andamento dei prezzi del petrolio e implicazioni geo-politico-economiche; il presidente della Commissione Ambiente della Camera Ermete Realacci e il sociologo Aldo Bonomi, che interverranno per discutere sul tema “Green Economy, Green Society” con il direttore del Corriere del Trentino Enrico Franco.

 

Nel pomeriggio sarà presente a Trento anche Eliana Liotta, giornalista e autrice del best seller La Dieta Smartfood (Rizzoli), in collaborazione con IEO-Istituto Europeo di Oncologia, che dialogherà con Francesco Guidara, head of marketing per l’Italia, la Grecia e la Turchia di The Boston Consulting Group, sul tema “Smartfood e benessere nei luoghi di lavoro”. Sempre nel pomeriggio di sabato 4 marzo è previsto l’intervento di uno dei massimi esperti internazionali di design, Rama Gheerawo, direttore dell’Helen Hemlyn Centre for Design del Royal College of Arts di Londra, che terrà una lectio magistralis sul tema “Il futuro del design? Inclusivo e sostenibile”. A concludere la giornata sarà Federico Rampini che dialogherà sul tema “Da Trump alla Cina. Cosa cambia per l’ambiente” con il direttore di Alto Adige e Trentino Alberto Faustini.

 

Domenica 5 marzo la Green Week si concluderà al MUSE-Museo delle Scienze che per l'occasione vedrà l'ingresso gratuito a tutti i visitatori. Nella giornata conclusiva del Festival ospiti d'eccezione saranno gli architetti svedesi Oskar Norelius e Robert Schmitz, firme prestigiose del progetto del Skellefteå Kulturhaus – che con i suoi dieci piani è il più alto grattacielo in legno del nord Europa – ed Edoardo Boncinelli, celebre genetista e divulgatore scientifico che parlerà de “La vita e i suoi misteri: dalla genetica alla salvaguardia dell’ambiente”. Durante l’intera giornata, il MUSE proporrà poi alle famiglie quiz scientifici, science show e percorsi di visita a tema “green” partendo dall’abitare sostenibile locale arrivando al vivere sostenibile globale.

 

 

Come partecipare alla Green Week

 

Il programma completo della Green Week è disponibile online sul sito www.greenweekfestival.it. Tutti gli eventi della Green Week sono a ingresso libero: per avere garanzia di posto a sedere in sala, è consigliata la registrazione online sul sito seguendo le indicazioni in calce a ciascun evento.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 20:54
L'esecutivo comunale è composto da 4 donne: 2 in quota Partito democratico, una rappresentante per Azione-Unione e Insieme. Il primo cittadino, Franco Ianeselli, ha delineato la Giunta a palazzo Thun chiamata a guidare Trento per i prossimi 5 anni: "Lavoriamo per la città in un'ottica di sostenibilità ecologica, economica, sociale e istituzionale"
29 settembre - 19:46

Sono 25 fino a questo momento le classi messe in quarantena perché sono stati riscontrati alunni positivi, ma 9 di queste hanno già terminato il periodo di isolamento mentre le altre 16 dovrebbero concludere questa misura tra pochi giorni

29 settembre - 20:36

L’assessore all’istruzione parla di “discriminazione ai danni dei nostri cittadini” ma l’unica ad aver discriminato qualcuno è la Provincia di Trento, così come stabilito da un giudice. Se un tribunale, di fronte a un ricorso di un cittadino, applica le leggi la colpa non è sua ma di quella Giunta incapace di scrivere un provvedimento degno di questo nome

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
segui, commenta e partecipa alle discussioni relative al tema.
vota le proposte di altri utenti o proponi le tue idee.
Contenuto sponsorizzato