Contenuto sponsorizzato

Intrighi e amori a corte. E' l'ora dell'operetta

Domani al teatro Sociale il Centro Santa Chiara chiama gli appassionati del genere ad un classico: "La principessa Sissi" con tutte le atsmosfere ottocentesche della "piccola lirica" firmata da Abbati per un musical "imperiale". Nel golfo mistico le musiche sono affidate all'orchestra del Bonporti

Pubblicato il - 05 febbraio 2018 - 09:56

TRENTO. Torna l’Operetta al Teatro “Sociale” con il primo dei due spettacoli inseriti quest’anno nella stagione artistica del Centro Servizi Culturali S. Chiara. Sarà la Compagnia Corrado Abbati a portare nuovamente alla ribalta con «LA PRINCIPESSA SISSI» le atmosfere romantiche che hanno caratterizzato la produzione ottocentesca della “piccola lirica”.
        Lo spettacolo, in scena  domani, martedì 6 febbraio, è un musical che ricostruisce, sulle musiche originali composte da Alessandro Nidi, la vicenda di Elisabetta, detta Sissi, che a soli sedici anni andò in sposa all’Imperatore d’Austria Francesco Giuseppe. Una vicenda che presenta tutti i caratteri di una favola a lieto fine, pur essendo un fatto storico documentato. Sissi è diventata, infatti, uno dei personaggi ancora oggi più famosi e amati, e attorno alla sua figura è nata una leggenda romantica che si è concretizzata in un grande seguito popolare, rinverdito anche dai tre celebri film interpretati negli anni a cavallo fra il 1955 e il 1957 da Romy Schneider.

  Il fascino di Sissi arriva ora in teatro nel nuovo musical di Corrado Abbati dove l’ambientazione, gli amori e gli intrighi della vicenda, diventano sede ideale per un moderno spettacolo con grandi quadri d’insieme, balli di corte e atmosfere da "capodanno a Vienna" che si srotolano davanti a noi come una pellicola ricca di musica, di danza, di buonumore, che va ben oltre il sapore edulcorato della fiaba. Dalla messa in scena, frutto di un notevole sforzo produttivo, esce una grande e fastosa rappresentazione della società imperiale che caratterizzò la Mitteleuropa del XIX secolo.

 Lo sfarzo dei costumi, l’eleganza delle scene e la cura dei particolari – da sempre nota distintiva della Compagnia diretta da Corrado Abbati – ne fanno uno spettacolo in cui storia, mito e sentimento si fondono in un unico e grande affresco adatto a un pubblico di ogni età. Arricchisce l’allestimento in scena a Trento l’esecuzione strumentale dal vivo, che vede nel “golfo mistico” del Teatro “Sociale” l’Orchestra “F.A. Bonporti” diretta dallo stesso autore delle musiche originali dello spettacolo, Alessandro Nidi.
        
   Prenderà posto nel “golfo mistico” l’Orchestra “F.A. Bonporti” diretta da Alessandro Nidi e composta da Irene Piazza, Arianna Creatore, Giulio Maria Mennitti e Francesca Zanghellini (violini primi); Alessandro Barcelli, Francesco Failo e Viviana Miorelli (violini secondi); Alessandra Zammatteo e Bice Morelli (viole), Amanda Vieitez Bautista e Irem Kurt (violoncelli); Elisa Roat e Giacomo Lorenzi (contrabbassi); Paolo Vivaldelli (oboe); Chiara Spinelli (clarinetto); Gioele Pittigher (corno); Daniele Grott (tromba); Michele Nascente (trombone) e Demetrio Schintu (percussioni).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 gennaio - 13:32

Il presidente della Provincia, assieme agli altri rappresentanti regionali leghisti, ha fatto da apripista del Capitano e ha cercato di sfoderare tre provvedimenti ''immagine'' adottati in Trentino nel primo anno di governo. Sul bonus bebè ha ricordato orgoglioso che ''non vale per tutte le famiglie'' (sia mai che si faccia una cosa per tutta la comunità) ma ha finito per esagerare sui ''limiti''

19 gennaio - 12:21

Erano all’incirca le 6e45 di mattina quando un furgoncino, parcheggiato in un garage, ha preso fuoco. Per diradare la coltre di fumo che aveva invaso il piano interrato i pompieri hanno utilizzato dei potenti ventilatori 

17 gennaio - 19:46

L’associazione cacciatori nel mirino di Filippo Degasperi: “Com’è possibile che l’ex direttore dell’Ufficio faunistico della Pat ricopra il ruolo direttore generale dell’Associazione Cacciatori Trentini, mentre si trova ancora in aspettativa?”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato