Contenuto sponsorizzato

Il pupillo di Quentin Tarantino e il fratello di Julia Roberts in Trentino. Cast internazionale per il thriller di Carlo Fusco

"Dirty Fears", questo il titolo del nuovo lungometraggio di Carlo Fusco. Tra i protagonisti Michael Madsen (già interprete in Le Iene, Kill Bill e The Hateful Eight), Eric Roberts (candidato due volte ai Golden Globe e all'Oscar come miglior attore non protagonista), Ieva Lykos e Sokol Martini. Fusco: "È la mia prima volta in Trentino e mi sto trovando veramente bene. Ci tornerò sicuramente"

Di Arianna Viesi - 07 settembre 2019 - 22:11

PASSO DEL TONALE. Un uomo, affetto da problemi psichici, riesce ad evadere da un manicomio criminale e trova rifugio in un hotel di montagna. Per una serie di sfortunati equivoci, riesce a passare per il proprietario della pensione e a mettere in atto il suo piano perverso. Inizia così (non vi diamo, però, altre anticipazioni, niente spoiler) il nuovo film di Carlo Fusco, che ha scelto il passo del Tonale come location per il nuovo lungometraggio. "Dirty Fears", questo il titolo. Un thriller internazionale che vede impegnati attori italiani e hollywoodiani.

 

"Io e la parte tecnica della troupe - racconta Fusco - siamo già al passo del Tonale. Alloggiamo all'Hotel Cielo Blu, che farà da sfondo alle riprese e che ci ha accolto in maniera impeccabile. Lunedì mattina arriveranno gli altri e anche gli attori". Martedì il primo ciak. "Le riprese saranno effettuate principalmente all'interno, ma non mancheranno anche gli esterni, immortalati dai droni che proveranno a rendere giustizia ai paesaggi mozzafiato che ci circondano".

 

Un cast internazionale, dicevamo. Michael Madsen, innanzitutto. Statunitense, classe '57, Madsen è tra i prediletti di Tarantino. Ha recitato, tra gli altri, in Le Iene, Kill Bill e The Hateful Eight. Con lui ci sarà Eric Roberts, fratello maggiore di Julia, due volte candidato ai Golden Globe e una volta all'Oscar come attore non protagonista. Al loro fianco Ieva Lykos e Sokol Martini.

 

Ieva Lykos, madre rumena e padre d'origini greche, ha studiato recitazione a Milano e ha all'attivo numerose produzioni con attori internazionali. Martini, invece, di origini albanesi, è cresciuto e si è formato in Germania. Un cast internazionale, appunto. Per l'occasione, però, sono stati coinvolti anche alcuni ragazzi del posto che prenderanno parte al lungometraggio come comparse.

 

Carlo Fusco, regista e produttore, lavora soprattutto all'estero, Stati Uniti e Canada. L'ultima sua fatica è uscita con la Sony. "Dirty fears" esce dalla sua immaginazione (e dalla sua penna). Anche la location è stata fortemente voluta dal regista.

 

"È la prima volta che giro in Trentino - dice Fusco -. Siamo circondati da paesaggi stupendi, e ne siamo tutti entusiasti. L'aria è pulita e si mangia benissimo (ride, ndr)".  Quando gli viene chiesto per quale motivo abbiano scelto proprio questa location, risponde: "Per la posizione della struttura, soprattutto: gli ambienti sono ideali per il tipo di film che avevo in mente. Il Trentino, poi, presenta dei paesaggi incredibili che ben si adattano al thriller".  

 

Le riprese andranno avanti fino alla fine di settembre e, a febbraio 2020, "Dirty Fears" uscirà nelle sale (prima negli Stati Uniti e in Canada e, dopo pochi giorni, anche in Italia). "Ho un'altra storia nel cassetto che potrebbe essere ambientata qui - continua Fusco -. È la mia prima volta in Trentino e mi sto trovando veramente bene. Devo essere sincero: non me l'aspettavo così, non mi aspettavo questa accoglienza da parte della gente. E poi i paesaggi sono pura poesia. Vederli, per la prima volta, non filtrati da una fotografia, è stata un'esperienza unica. Tornerò, sicuramente". 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 settembre - 18:34

Preoccupatissima la categoria per le conseguenze devastanti che si annunciano per il sistema agricolo provinciale. Tra le richieste che si valuti la possibilità di riconoscere sgravi contributivi e indennizzi alle aziende frutticole che hanno subito danni rilevanti tali da compromettere redditività e sopravvivenza, nonché si attino specifici contributi, come quelli già previsti per l’acquisto di reti anti insetto

18 settembre - 17:21

Mal sopportato da tempo l'ex sindaco di Firenze ha messo in sicurezza il partito (portandolo di nuovo al governo), ha atteso si formasse il governo (per non ridurre tutto a una questione ministeri e segretariati) e ha fatto quello che praticamente tutti, prima di lui, hanno fatto nel Pd: lasciarlo. La senatrice trentina: ''E una casa autenticamente europeista, popolare e liberale''

18 settembre - 17:17

L'incidente è avvenuto intorno alle 15.30 lungo la strada statale 240 all'altezza di un incrocio poco prima dell'abitato di Bezzecca. Il ferito elitrasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato