Contenuto sponsorizzato

Aria Teatro a Meano: un'offerta di spettacolo, intrattenimento e aggregazione in compagnia anche di Francesco Moser

L'ex ciclista trentino presenterà il suo libro "Ho osato vincere", ma il programma, tutto da scoprire, è ricco di proposte per tutti i gusti teatrali dai più piccoli ai nonni, dagli spettacoli musicali alle drammaturgie e alle rassegne comiche

Di Carmine Ragozzino - 21 settembre 2016 - 15:47

MEANO. Il nuovo anno teatrale sarà aperto l’1 ottobre da una serata dedicata ai più piccoli, che dopo aver assistito allo spettacolo di circo-teatro Veronique Ensemble, potranno trascorrere un’avventurosa notte di “Nanne a teatro” fino alla colazione della mattina seguente. La sera precedente, il 30 settembre, le Cantine Moser offriranno al pubblico un aperitivo in occasione della presentazione del nuovo libro di Francesco Moser, Ho osato vincere.

 

Il 6 ottobre sarà quindi il turno di un brillante spettacolo musicale, Les Jumeaux, che inaugurerà una stagione che vedrà protagonisti i classici letterari (L’amore ai tempi del colera di G. García Márquez il 19 gennaio 2017, interpretato da una splendida Laura Marinoni e Nel paese dei ciechi di H.G.Wells il 28 gennaio 2017, riscritto e interpretato da ariaTeatro) e le drammaturgie originali (Mio Eroe, di e con un’immancabile Giuliana Musso il 17 dicembre 2016 e Tropicana con due incredibili attrici come Beatrice Schiros e Arianna Scommegna il 29 ottobre 2016).

 

Anche Vento da Nord (in scena a Meano il 9 dicembre 2016) prende ispirazione dal libro omonimo, per divenire un racconto scenico di musiche e immagini. La stagione dà spazio anche ai classici nazionali (Mistero Buffo di Dario Fo, reinterpretato da Ugo Dighero il 18 novembre 2016) e a pièce internazionali che raccontano vicende umane, controverse o sorprendenti, degli ultimi trent’anni: Emigranti di Mrozek, il tenero e irriverente Due di J. Cartwright l’11 febbraio 2017 e Inverno, un dramma sulla modernità di J. Fosse che debutta con la regia di Giuseppe Amato il 12 maggio 2017.

 

Il gioco puro e a tratti surreale, grottesco, comico e disarmante de La vita ha un dente d’oro con la regia di Claudio Morganti il 18 marzo 2017 rappresenterà per gli spettatori un modo semplice di innamorarsi della pura arte attoriale, di chi sa condurre dal riso al pianto senza artifici. Uno spettacolo di cinema muto musicato dal vivo porterà infine un’ulteriore novità con The Boat, di Buster Keaton, musicato da La piccola orchestra Lumière il 25 marzo.

 

Molto ricca sarà anche la stagione di teatro ragazzi, che lo scorso anno a Meano ha fatto registrare più di un tutto esaurito in un orario non convenzionale quanto vincente: il sabato alle 20. Dal Cirque du Soleil, Vladimir Olshansky porterà uno dei suoi più amati spettacoli di clownerie, Oops!... Indagine di un’idendità, il 5 novembre.

 

Klaus Saccardo e Soledad Rivas riproporranno il pluripremiato Moon Amour – Farfalle nella pancia il 12 novembre. Arriverà poi una giornata dedicata alle nonne e ai nonni, che il 3 dicembre entreranno gratis all'ormai classico spettacolo del Teatrino dell’Erba matta, I musicanti di Brema. Il 10 dicembre il Teatro delle Quisquilie di Trento porterà sul palco di Meano Storie di Gianni, tratto da “Favole al telefono”, di Gianni Rodari. Il 14 gennaio Aria Teatro e il Teatro Carta metteranno in scena Oh come è bella Panama, tra teatro classico e sand art.

 

Il 21 gennaio i bambini potranno assistere al grande classico Peter Pan – Una storia di pochi centimetri e piume grazie agli Eccentrici Dadarò. Ci sarà anche spazio per i burattini di Luciano Gottardi, il 4 febbraio con L’apprendista stregone, mentre il 18 febbraio il Teatro Cargo porterà a Meano Luna di Laura Sicignano. La stagione per i più piccoli si concluderà l’11 marzo con Hansel & Gretel e la povera strega, una produzione della Fondazione Aida.

 

Il T.I.M. – Teatro Instabile di Meano proporrà infine una ricca stagione di spettacoli amatoriali, Tuta colpa del rafredor, della Compagnia teatrale San Siro di Lasino il 24 settembre, l’ormai celebre Reparto paternità, della Filo San Martino di Fornace l’8 ottobre, El Moro, del T.I.M. - Teatro Instabile di Meano il 22 ottobre, Né al cielo, né all’inferno, né al lupo mannaro della Compagnia delle arti di Trento l’8 aprile, Non era la quinta, ma era la nona, della Filo Bastia di Preore il 22 aprile e infine 7 minuti, del T.I.M. – Teatro Instabile di Meano il 6 maggio.

 

Dal 5 all’11 giugno presso il Teatro di Meano svolgerà i propri saggi aperti al pubblico la scuola di teatro e di cinema EstroTeatro.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 marzo - 20:03
Sono 233 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 4 decessi. Sono 84 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività
06 marzo - 20:03

L'estate scorsa ci sono voluti 40 giorni in più rispetto agli altri anni per dare semaforo verde a questo servizio fondamentale e in quel lasso di tempo erano, purtroppo, morte affogate nei laghi trentini quattro persone. Questa volta si è giocato in anticipo, già disposto il dislocamento estivo dei sub direttamente all'eliporto Caproni

06 marzo - 15:14

Ha preso avvio il progetto pilota per effettuare l'autotest nasale nelle scuole primarie altoatesine. Dopo il no della Ripartizione italiana, sono state 11 le strutture che hanno preso parte, con 1145 bambini su 1673 testati, di cui 3 risultati positivi. L'assessore alla Salute Thomas Widmann: "Il metodo sembra funzionare"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato