Contenuto sponsorizzato

Chiara Ferragni al Mart per Botticelli? Sgarbi: ''Mai parlato con lei ma se viene sarò lieto di accoglierla. Fedez? No, troppo etero''

Sul ''piatto'' non c'è niente se non una polemica buona per far parlare della mostra e, se ce ne fosse stato bisogno, la conferma che Chiara Ferragni quel giorno agli Uffizi aveva fatto centro, eccome, se oggi, a distanza di un anno parlando di Botticelli si pensa a lei, anche solo per polemizzare

Di L.P. - 17 maggio 2021 - 19:20

ROVERETO. ''Non ho mai parlato con la Ferragni e non le ho mai chiesto nulla. Credo comunque che non può che sentirsi onorata di partecipare a una mostra che la affianca alla Venere di Botticelli. Se verrà, sarò ben lieto di accoglierla''. Questo Vittorio Sgarbi sulle sue pagine social per lanciare la nuova mostra che comincerà il 22 maggio al Mart di Rovereto e rimarrà aperta fino al 29 agosto: "Botticelli. Il suo tempo. E il nostro tempo". Perché la polemica è l'anima del commercio e Sgarbi, senza dubbio, nell'accenderle è un maestro.

 

La vicenda prende spunto dalla visita che la super influencer internazionale aveva fatto al Museo degli Uffizi la scorsa estate per un esclusivo shooting fotografico con tanto di complimenti del direttore del museo Eike Schmidt che l'aveva definita una divinità contemporanea, paragonandola addirittura alla Venere del Botticelli (davanti alla quale si era fatta fotografare). E subito si era innescata una bagarre di commenti, complimenti, critiche che hanno fatto benissimo, dal punto di vista del marketing, agli Uffizi la cui parola è diventata in breve trend topic sui social avvicinando milioni di giovani.

 

Poi è arrivata la polemica di Sgarbi contro Fedez e il suo intervento al primo maggio contro la Lega e i politici che hanno espresso posizioni orribilmente omofobe. “Se decidi di partecipare al concerto del Primo Maggio parli di lavoro - aveva scritto il critico d'arte e parlamentare - non fai un comizio per attaccare i tuoi avversari. Diversamente il tuo ruolo non è quello dell’artista, ma di un militante che utilizza il servizio pubblico per propagandare le proprie idee politiche”.

 

Ed ecco che ora che a Rovereto comincia la mostra con una sezione dedicata proprio a Botticelli e alla sua bottega e un'altra ad artisti contemporanei che in un modo o nell'altro si sono ispirati al maestro fiorentino il collegamento, più mentale che altro, con quell'immagine di Chiara Ferragni associato alla Venere è stato fatto da molti. E allora l'influencer (con magari suo marito Fedez al seguito) verranno a Rovereto? Al momento sono solo chiacchiere buone per far parlare della mostra. 

 

E lo stesso comunicato del presidente del Mart lo chiarisce spiegando che lui non ha mai parlato con Ferragni ma che se verrà sarà ben lieta di accoglierla ''ma c’è un incomodo, ed è il compagno della stilista, il rapper Fedez. E Sgarbi - si legge nel suo comunicato - non lo nasconde affatto: «L’invito, chiaramente, non è esteso a Fedez: troppo eterosessuale. La mostra, del resto, è un incontro tra donne: Venere e Chiara». Insomma, la polemica è servita''. Ed anche la conferma, se ce ne fosse stato bisogno, che Chiara Ferragni quel giorno agli Uffizi aveva fatto centro, eccome, se oggi, a distanza di un anno parlando di Botticelli si pensa a lei, anche solo per polemizzare.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 giugno - 10:27
Sono stati diversi gli episodi di ragazzi  che  hanno trasformato l'entrata della scuola materna Tambosi in un orinatoio. Un'altra notte [...]
Cronaca
23 giugno - 12:27
Il giovane 22enne è rimasto incastrato tra le lamiere del veicolo, e per questo i vigili del fuoco lo hanno dovuto estrarre con le pinze idrauliche
Cronaca
23 giugno - 12:20
I nuovi posti di lavoro rientrano nel piano di reclutamento nazionale, ora McDonald’s cerca dipendenti anche per le strutture trentine: “Nel [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato