Contenuto sponsorizzato

25 anni di "Città di velluto": l'8 luglio riparte l'immancabile appuntamento della città di Ala

Saranno tre giorni (8,9 e 10 luglio) non soltanto di festa ma anche di cultura, alla scoperta di musica, storia, arte e danza, accompagnate da ottimi vini e prodotti del territorio

Di Sara De Pascale - 24 giugno 2022 - 18:05

ALA. Quest’anno Ala festeggia nozze d’argento con la sua comunità, che da 25 anni mette anima e cuore nell’organizzazione della “Città di velluto”, manifestazione che nel tempo ha permesso di mostrare le chicche della città, come i suoi palazzi che trasudano arte e storia, non soltanto a chi la abita, ma anche agli innumerevoli turisti che ogni anno vi approdano. “25 anni densi di storia e significato – commenta il sindaco Claudio Soini alla conferenza stampa dedicata all’evento, tenutasi stamani nella cornice del parco Righi di Ala – Si tratta di un momento non soltanto di festa ma anche di cultura, alla scoperta di musica, storia e danza, accompagnate da quegli ottimi vini e quei prodotti di cui il nostro territorio può darsi vanto”. 

 

Un evento divenuto ormai immancabile appuntamento annuale, che non si è infatti fermato nemmeno dinanzi alle limitazioni imposte dalla pandemia: “La Città di velluto è diventato un vero e proprio brand, facendoci conoscere in ogni dove. Saranno tre giorni (8,9 e 10 luglio) all’insegna di tantissimi eventi – spiega Soini - per far diventare Ala non soltanto città di passaggio ma anche di sosta”, conclude, ringraziando gli innumerevoli partner istituzionali, nonché le associazioni e i 26 partner privati “che credono in noi”. 

 

Accanto al sindaco di Ala anche Mirko Bisesti, assessore all’istruzione, università e cultura: “Alcune manifestazioni nascono e alcune invece muoiono, ma se si raggiungono 25 anni il merito non è soltanto d’una geniale intuizione iniziale ma anche di un forte tessuto di fondo, capace di far resistere iniziative di livello come questa anche in periodi come quello del Covid. Questi sono eventi fondamentali per far conoscere il Trentino – precisa - terra di istituzioni culturali ma anche di borghi meravigliosi come Ala, che costituiscono la vera ricchezza e bellezza del nostro territorio”.

 

Iniziative di qualità, che permettono di “far emergere il Trentino come territorio in cui trovare un’offerta diversificata, insieme a accoglienza e caratterizzazione sociale”. Luoghi che vengono valorizzati grazie soprattutto “al lavoro di volontari che dedicano anima e corpo alla crescita del territorio”, aggiunge Giulio Prosser, Presidente dell’Azienda per il Turismo Rovereto e Vallagarina: “Gli abitanti di Ala la amano e da più di vent’anni anni, con questi eventi, portano cultura e turismo. Come Apt non possiamo che aiutare chi promuove questa qualità e, non a caso, le strutture ricettive in Vallagarina al momento sono tutte piene. Questi sono piccoli grandi passi verso un turismo lento e sostenibile, perfetto per questa zona”. 

 

Fra i numerosi appuntamenti (QUI IL PROGRAMMA) dedicati a danze, musica, laboratori per i più piccoli, concerti e degustazioni enogastronomiche vi sarà anche un’imperdibile mostra d’arte allestita grazie al Mart, museo con cui il Comune di Ala stipulerà a breve una convenzione che sancirà una collaborazione continuativa nel tempo, che contribuirà alla crescita e alla diffusione della cultura del territorio: "Ala racchiude un passato importante, con tracce significative anche a livello nazionale – commenta Franco Panizza, segretario di presidenza del Mart – La mostra che abbiamo allestito quest'anno si pone l’obiettivo d’indagare arte, artigianato, musica (ricordando anche il 250° anniversario dalla visita di Mozart) e tessuti: caratteristiche per le quali Ala è nota. Sarà un percorso inedito e pieno di sorprese, fatto di quelle opere che Gabriele Lorenzoni ha meticolosamente selezionato fra quelle presenti nei depositi del museo”. 

 

Una venticinquesima edizione estremamente ricca che ha richiesto quest’anno infatti uno sforzo maggiore da parte della Cassa rurale Vallagarina, un "contributo necessario”, come dichiara lo stesso presidente Maurizio Maffei, per rendere omaggio alla storia della città di velluto, alle persone e ai luoghi, ricordando quanto è stato e guardando al futuro. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 13 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
14 agosto - 10:57
“Abbiamo saputo che la nostra piscina di Arco verrà distrutta per costruirne di più piccole con gli scivoli”, la piccola nuotatrice scrive [...]
Cronaca
14 agosto - 12:00
Le vittime avevano tutto fra i 18 e i 19 anni: Marco Da Re, Xhuliano Kellici, Daniele Ortolan e Daniele De Re sono morti in un terribile [...]
Ambiente
14 agosto - 10:13
Nonostante l'area sia una riserva locale, sulla sponda nord del lago di Levico non sembrano fermarsi i campeggiatori abusivi. [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato