Contenuto sponsorizzato

Il palazzo Crivelli apre le porte all’arte contemporanea, 10 artisti da Trentino, Veneto e Friuli Venezia Giulia protagonisti della mostra delle Tre Venezie

L'evento è curato da Maurizio Scudiero su progetto artistico di Antonello Serra. L'ambizione dell'iniziativa è quella di diventare un appuntamento biennale. L'assessore Betti: "Nonostante le difficoltà siamo riusciti a far tornare a vivere questi spazi, una splendida cornice del palazzo settecentesco per questa mostra"

Pubblicato il - 16 maggio 2022 - 11:24

PERGINE. L'arte contemporanea sbarca a palazzo Crivelli a Pergine Valsugana, inaugurata la mostra "L’arte contemporanea nelle tre Venezie" nella cornice del palazzo settecentesco: i protagonisti nell'evento curato da Maurizio Scudiero su progetto artistico di Antonello Serra sono 10 artisti provenienti da Trentino, Veneto e Friuli Venezia Giulia.

 

Questa iniziativa rappresenta un'occasione per tornare a far vivere gli spazi di questo palazzo, tra i più importanti beni culturali della comunità perginese, attraverso il potere comunicativo dell’arte. Questo quanto emerso nell’inaugurazione di lancio della mostra, dove l’assessore Morgan Betti ha sottolineato le difficoltà affrontate per poter giungere alla realizzazione di questo evento, trattandosi di un bene tutelato dalla soprintendenza dei beni culturali e richiedendo una serie di interventi per la messa in sicurezza e per l’attivazione del sistema di illuminazione.

 

"Nonostante tutte le difficoltà - evidenzia Betti - siamo riusciti a realizzare una mostra aperta al pubblico. Un grazie alla Pro loco di Pergine per il supporto tecnico. Ora finalmente possiamo dire, in tutti i sensi, di aver portato la luce nel palazzo". All’inaugurazione, tantissimi perginesi sono riusciti finalmente visitare questi spazi presenti a piano terra.

Una festa per la cittadinanza, accompagnata dalle note della Banda sociale perginese. Un primo passo che porta la comunità perginese a riappropriarsi di questo palazzo. Si tratta della prima di una lunga serie di mostre che, attraverso le varie forme di espressione, renderanno fruibili le sale al pian terreno del palazzo dando così occasioni di confronto ed un contributo significativo alla crescita del tessuto culturale perginese.

 

Dopo il progetto di Antonello Serra esposto presso il palazzo delle Albere di Trento, “Artisti a statuto speciale”, il fil rouge prosegue inserendo Pergine all’interno di un ciclo espositivo che sarà ospitato successivamente nella friulana Villa Manin, e poi in Veneto. Un progetto importantissimo Pergine che vorrebbe diventare un appuntamento fisso, una biennale d’arte.

 

Lo storico dell’arte Maurizio Scudiero ha sostenuto che questa mostra rappresenti un elogio delle periferie, “nelle opere esposte si legge ancora il DNA del territorio dal quale provengono. Opere di frontiera realizzate da artisti che vivono ancora l’art pour l’art”. Per concludere al meglio l’iniziativa il 4 giugno, alle 18, il critico d’arte Giorgio Grasso, già curatore di alcuni padiglioni della Biennale di Venezia, aprirà il finissage della mostra con una panoramica sulla situazione dell’arte contemporanea nel triveneto, a cui seguirà una degustazione di vini.

 

La mostra "L’arte contemporanea nelle tre Venezie" a palazzo Crivelli può essere visitata fino al 5 giugno, tutti i giorni, con orario 10-12 e 15-19. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 1 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
02 luglio - 21:22
Il 36enne stava affrontando una highline, una apposita fettuccia assicurata e tesa tra due sostegni a una quota di circa 1.400 [...]
Cronaca
02 luglio - 19:19
Le fiamme si sono sviluppate tra i vigneti nei pressi di un bunker della Seconda guerra mondiale, l’intervento dei vigili del fuoco complicato [...]
Cronaca
02 luglio - 20:41
Confesercenti del Trentino: "Ci ha lasciato Loris Lombardini: una persona dal grande cuore e dalla grande personalità"
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato