Contenuto sponsorizzato

In Trentino cresce (di poco) il numero delle imprese femminili, ma ‘under 35’ e ‘straniere’ alzano la media provinciale

Le imprese femminili in Trentino sono 9150, il 18% sul totale provinciale. Valori ancora al di sotto della media nazionale ma per la Camera di Commercio di Trento il dato resta comunque incoraggiante

Di Tiziano Grottolo - 09 agosto 2019 - 15:13

TRENTO. Sono stati pubblicati oggi i dati, elaborati dall’ufficio studi e ricerche della camera di commercio di Trento, riguardanti il primo semestre 2019 che ci dicono che il numero delle imprese femminili in Trentino è in crescita.

 

Al 30 giugno 2019 presso il Registro imprese della Camera di Commercio di Trento risultavano registrate 9.150 imprese femminili, pari al 18% delle 50.829 unità operanti in provincia. Dato questo ancora al di sotto della media nazionale, ferma al 22%, ma anche di quella del Nord-est fissata al 20,3%.

 

Ad ogni modo le attività economiche guidate da donne hanno evidenziato, negli ultimi cinque anni, un dinamismo che trova riscontro in un tasso di crescita reale del 3,9% e rispetto al giugno del 2018 il numero delle imprese femminili è aumentato di 43 unità.

I dati ci dicono anche che nei primi sei mesi del 2019 sono state avviate 384 attività gestite da donne, mentre le cessazioni sono state 372, con un saldo positivo di 12 unità. Il settore dove opera la maggior parte delle imprese femminili è l’agricoltura (21,1%), seguito dal commercio (20%) e dal turismo (16,6%).

 

Il tasso di femminilizzazione del tessuto produttivo locale, ovvero la quota di imprese femminili sul totale delle aziende nei diversi ambiti economici, segna invece un valore molto elevato nella categoria ‘altri settori’ dove arriva al 48.9%.

 

All’interno della stessa categoria poi, alla voce ‘servizi alla persona’, le attività guidate da donne rappresentano oltre il 70%. Altro dato positivo arriva dal settore della sanità e assistenza sociale dove oltre il 40% delle aziende totali è gestito da donne.

 

L’impresa individuale rimane il modello imprenditoriale più diffuso nell’universo guidato da donne (66,5%), seguito da quello della società di persone (15,9%) e da altre forme giuridiche (1,7%).

 

Rilevante la presenza di imprese giovanili e straniere tra quelle gestite da donne. Nella prima metà del 2019 infatti, il 12,7% di queste è guidato da under 35 (pari a 1.162 aziende), a fronte del 9,1% registrato sullo stock delle 50.829 imprese provinciali. Le attività straniere sono invece il 9,3% del totale di quelle guidate da donne (854 unità) contro il 6,8% registrato a livello complessivo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.22 del 09 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 13:22

Nell'annuario statistica presentato dal Comune del capoluogo si trovano dati statistici significativi sull'evoluzione della città. Aumentano i turisti, calano i reati, migliorano i servizi e la qualità della vita ma l'età della popolazione si spinge sempre avanti, con famiglie sempre meno numerose

10 dicembre - 16:10

E' successo attorno alle tre. Una persona è stata trasportata al pronto soccorso

10 dicembre - 16:07

Il felide è stato ripreso nei giorni scorsi da alcuni cacciatori all’interno della riserva di Molina di Ledro, l’ultimo avvistamento risaliva a oltre 6 mesi fa. B132 è un esemplare maschio di 13 anni, che ha raggiunto la provincia di Trento nel 2008

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato