Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, dipendenti delle sociali nelle Rsa: la coop Arcobaleno apripista nell’Alto Garda. Le adesioni continuano ad arrivare

La cooperativa Arcobaleno di Riva del Garda è stata la prima ad individuare l’emergenza nelle case di riposo e ad attivarsi in quattro Rsa

Pubblicato il - 11 aprile 2020 - 21:39

TRENTO. La carenza di personale nelle Rsa pubbliche dovuta all’emergenza coronavirus sarà mitigata nei prossimi giorni dalla disponibilità del personale socio-sanitario dipendente delle cooperative sociali, che potranno supportare gli operatori delle case di riposo impegnati soprattutto ad assistere gli ospiti positivi al Covid-19.

 

Questo è il senso del protocollo siglato venerdì scorso dalla Provincia, Upipa, sindacati e Federazione della cooperazione trentina (Qui articolo). Dopo la firma dell’accordo quadro per integrare temporaneamente – su base volontaria – il personale nelle Rsa con dipendenti delle cooperative sociali di area socioassistenziale, continuano ad arrivare le adesioni.

 

Nell’Alto Garda una esperienza del genere è già in essere da almeno due settimane, per iniziativa della cooperativa Arcobaleno di Riva del Garda, che ha attivato una specifica convenzione con le quattro case di riposo della zona: Riva del Garda, Arco, Dro e Bezzecca in val di Ledro.

 

“Abbiamo raccolto circa venti giorni fa l’sos drammatico dalle case di riposo e ci siamo subito attivati – afferma la presidente Chiara Dossi – chiedendo la disponibilità dei nostri operatori. La risposta è stata straordinaria e immediata. Su base volontaria abbiamo raccolto una disponibilità che ci ha commossi. In totale otto persone idonee per professionalità (prevalentemente Oss) ed esperienza sono occupate a due a due nelle quattro case di riposo della zona. Adesso rientreranno nell’accordo generale con l’Upipa. Siamo contenti che altre cooperative sociali stiano dando il proprio contributo per tamponare questa situazione di emergenza”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 20:13

Ci sono 127 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 12 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 222 positivi a fronte dell'analisi di 2.861 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,6%

30 ottobre - 18:15

La misura introdotta per evitare assembramenti: l’1 e il 2 novembre i cimiteri di tutto il Trentino rimarranno chiusi. Fugatti: “L’azienda sanitaria ci segnala un rischio aumento dei contagi sugli anziani, una settimana dopo le feste di Ognisanti”

30 ottobre - 20:57

Questi alcuni commenti durante la diretta della Provincia per aggiornare il territorio sulla situazione epidemiologica. Rossi (Patt): "Fugatti deve dissociarsi subito e anche prendere provvedimenti altrimenti vuol dire che condivide"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato