Contenuto sponsorizzato

"Hospitality. Il salone dell'accoglienza": lanciata la 44a edizione in una veste tutta nuova. La direttrice: "Una fiera all'insegna della contemporaneità"

Presentata alla presenza dei dirigenti di Riva Fierecongressi e dell'assessore al turismo Roberto Failoni la fiera dell'ospitalità e della ristorazione "Hospitality. Il salone dell'accoglienza". Sulla scia di Expo Riva Hotel, con un programma ricco e pieno di novità, si terrà nella città sul lago dal 2 al 5 febbraio

Di Davide Leveghi - 29 gennaio 2020 - 13:45

TRENTO. “La parola che definisce questa fiera è contemporaneità, nell'offerta e nello sviluppo”. A garantirlo è Alessandra Albarelli, nuova direttrice generale di Riva del Garda Fierecongressi, presente in compagnia del presidente Roberto Pellegrini, della responsabile area fiere Carla Costa e dell'assessore all'artigianato, commercio, promozione, sport e turismo Roberto Failoni alla presentazione di “Hospitality . Il salone dell'accoglienza”. La fiera della ristorazione e dell'ospitalità, giunta alla sua 44ª edizione, animerà i padiglioni di Riva Fiere all'insegna di un restyling che punta a rilanciarla nel settore, facendola competere con i maggiori eventi nazionali e internazionali del genere.

 

“'Hospitality' debutta in una veste nuova – esordisce il presidente Pellegrini – e questo non per una furbata di marketing ma per esprimere ciò che c'è di nuovo, che ha cambiato una fiera dedicata alla ristorazione in un evento dedicato al turismo a tutto tondo. 'Expo Riva Hotel' s'è evoluto da momento rivolto agli hotel a fiera del turismo, di bar e ristorazione. 'Hospitality' ha incamerato l'elemento immateriale della voglia di confrontarsi, di mettersi in gioco, abbracciando non solo il mondo ricettivo ma chiunque faccia turismo”.

 

Non a caso l'ambito regionale sta ormai stretto all'evento che da 44 anni si tiene sulle rive del lago di Garda. “Usciti dai confini regionali e nazionali – conclude soddisfatto – possiamo dire d'essere ormai sul podio a livello nazionale, tanto che per la prima volta parteciperà anche un rappresentante del governo, la sottosegretaria con delega al turismo Lorenza Bonaccorsi, con cui discuteremo in una tavola rotonda i temi del marketing del turismo e del sistema alberghiero”.

 

Ospitalità a 360º per un settore che crea ricchezza diffusa, occupazione, relazioni e valorizzazione del territorio – ha aggiunto Carla Costa, responsabile di area fiere di Riva del Garda Fierecongressi – 'Hospitality' guarda al futuro dell'ospitalità. Se una volta infatti c'era presenza soprattutto di albergatori, ora il settore guarda più alla ristorazione. La nostra operazione di re-branding punta proprio a intercettare questa trasformazione, cambiando il nome ma mantenendo l'identità storica, quell' 'H' che è il nostro marchio di qualità, a dimostrare anche la fedeltà di chi da anni continua a lavorare con noi. Il futuro vedrà l'apertura solo agli operatori, ma quest'anno Riva fiere sarà aperta anche al pubblico”.

 

Dal 2 al 5 febbraio, infatti, Riva del Garda ospiterà la fiera nel quartiere fieristico della città, in via Baltera n.20. Aperta a operatori del settore e al pubblico generico – e raggiungibile anche in navetta gratuita dalla fermata posta di fronte all'Azienda per il Turismo Garda Trentino – metterà in mostra nelle diverse aree tematiche offerte di operatori di Contract & Wellness, Beverage, Food & Equipment e Renovation & Tech, oltre a programmi speciali, corsi e seminari per il management di hotel e ristorazione – tutto consultabile sul catalogo disponibile al sito.

 

Il programma, fitto d'eventi - anch'esso consultabile sul sito - contiene iniziative gratuite e a iscrizione obbligatoria targati Hospitality, Hospitality Academy, Solobirra e RPM-Riva Pianeta Mixology, per raccontare a lavoratori del settore e a curiosi “la ricetta italiana dell'ospitalità” attraverso design, gusto e formazione.

 

Il settore dell'industria dell'ospitalità in Italia è trainato dai bar – 148mila imprese – e dalla ristorazione - 336mila imprese – che nell'anno appena passato hanno raggiunto un giro d'affari di 86 milioni di euro. Ricerca costante del “fattore Wow”, cioè della sorpresa e della novità, guidano il consumatore, incidendo maggiormente con il “drive di crescita” della cucina fusion.

 

'Hospitality' ha registrato nella sua veste precedente numeri importanti e che la lanciano in una costante crescita. Se nel 2019 i visitatori sono stati 28178 – di cui il 40% dichiara d'essere titolare della propria attività o comunque figura decisionale – quest'anno, nei 9 padiglioni della fiera e su una superficie di 42mila metri quadrati, apporterà 171 nuovi espositori per un totale di 561 aziende. 116 saranno le aziende trentine impegnate nella fiera, 39 gli espositori della provincia di Bolzano, con una maggiore presenza di espositori proveniente dalle regioni settentrionali (157 dal Veneto, 92 dalla Lombardia, 33 dall'Emilia-Romagna, 10 dal Friuli-Venezia Giulia).

 

Per quanto riguarda le aree tematiche, il settore più rappresentato sarà quello del Contract & Wellness, con 189 espositori, una maggiore presenza di produttori diretti di arredo per interno e new entry tra le aziende specializzate in soluzioni per il turismo outdoor. Segue il settore Food & Equipment, con 153 espositori, 6 percorsi dedicati a tradizioni e nuove abitudini alimentari, 1500 metri quadrati in più degli anni scorsi e nuovi prodotti e categorie merceologiche.

 

Con 147 espositori il settore del Beverage esporrà novità legate alla filiera e offrirà servizi fieristici per favorire le relazioni e il business nelle 4 aree tematiche. Quello del Renovation & Tech, invece, proporrà coi suoi 72 espositori soluzioni per la mobilità sostenibile, intelligenza artificiale al servizio di albergatori, ristoratori e clienti finali e proposte inedite per riciclo e il riuso.

 

Nelle aree speciali, diversi eventi saranno organizzati per Solobirra e Riva Pianeta Mixology, con masterclass, degustazioni, incontri e concorsi, anche di livello internazionale. Nell'ambito di 'Hospitality Academy' oltre 100 eventi permetteranno di entrare in contatto con aziende e professionisti del settore, tra seminari, workshops, presentazioni e convegni.

 

Interessata dalla “digital transformation”, 'Hospitality. Il salone dell'accoglienza” presenta quest'anno novità nel layout e nelle funzionalità del sito e del catalogo online, l'introduzione di SO-FAIR-XAREA per la gestione di pratiche, ordini e comunicazioni con gli espositori, una pubblicazione settimanale di news con gli #HTrends, il potenziamento della presenza sui social e l'attivazione dello strumento online per la formazione degli operatori #HAcademy.

 

Patrocinato da Federalberghi e da Federturismo Confindustria, 'Hospitality. Il salone dell'accoglienza' è sponsorizzato dalle Casse Rurali Trentine, da Cassa Rurale Alto Garda e dall'Assessorato al turismo della Provincia di Trento. Per questo a chiudere la presentazione è intervenuto l'assessore Roberto Failoni.

 

Mi complimento per l'innovazione – ha tenuto a dichiarare – per me la qualità è fondamentale. Chi vuole trovare novità non può che andare a Riva del Garda in quei giorni. Il settore del turismo sta infatti divenendo il più trainante anche in Trentino, lavorando con gli altri in sinergia. Purtroppo anche quest'anno contemporaneamente all'evento ci sarà il Consiglio provinciale. Nonostante ciò, noi faremo in modo di esserci”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 ottobre - 20:05

Ci sono 44 pazienti nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, nessuno si trova nel reparto di terapia intensiva ma 7 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 79 positivi a fronte dell'analisi di 1.521 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 5,2%

19 ottobre - 19:53

Mentre ci sono oltre 170 lavoratori che scioperano e lottano per i loro diritti, in consiglio provinciale l'assessore competente ha fatto il punto sulla loro situazione spiegando: ''E’ chiaro che non è intenzione della Pat assecondare decisioni che impattano negativamente sulle condizioni di benessere dei lavoratori, che sono i nostri lavoratori trentini, ma non possiamo però ignorare le istanze che vengono dal tessuto produttivo''. Per il segretario della Cgil ''Fugatti abbandona i lavoratori al proprio destino''

19 ottobre - 17:44

Sono stati analizzati 1.521 tamponi, 79 i test positivi nelle ultime 24 ore. Il rapporto contagi/tamponi si attesa a 5,2%. Ci sono 6 classi in più in isolamento a causa dell'epidemia Covid-19

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato