Contenuto sponsorizzato

Contratto pubblico, sindacati: "Frattura ricomposta. Le progressioni arrivano un anno prima"

Dopo 10 ore di discussione le quattro sigle sindacali coinvolte nella trattativa del contratto pubblico impiego ricompattano il fronte. Alcuni aspetti ancora da approfondire, ma il dialogo in Apran continua

Pubblicato il - 18 novembre 2016 - 20:17

TRENTO. Fronte ricomposto. Dopo 10 ore di trattativa seduti al tavolo Apran i segretari delle sigle sindacali Giampaolo Mastrogiuseppe (Fp Cgil), Pierachille Dalledonne (Cisl Fp), Silvia Bertola (Uil Fpl) e Maurizio Valentinotti (Fenalt) fanno infatti registrare un nuovo passo avanti sul piano economico e la ricomposizione unitaria dei rappresentanti dei lavoratori.

 

Restano ancora aperti alcuni aspetti normativi, ma questa trattazione è stata rinviata a un tavolo già fissato per la mattinata di lunedì prossimo.

 

Tutte le organizzazioni sindacali hanno sottoscritto il protocollo con una dichiarazione congiunta e questo ha fatto ritrovare la compattezza tra le quattro sigle delle parti sociali: punto di partenza della trattativa per il contratto delle autonomie locali, rispetto i sindacati hanno già stabilito con Apran la parte economica: si conferma dunque un aumento sul tabellare di circa il 4%, pari a 80 euro medi.

 

Trovano conferma anche le progressioni economiche per i lavoratori che hanno diritto, mentre si registra una novità: gli aumenti arriveranno già nel corso del biennio 2016 - 2017, anche grazie all'anticipo di risorse del 2018, guadagnando così un anno rispetto a quanto condiviso finora.

Sotto la nota congiunta al protocollo firmata da tutti i sindacati.

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 novembre - 20:20

Sono 476 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 50 in alta intensità. Sono stati trovati 93 positivi a fronte dell'analisi di 1.484 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,3%

23 novembre - 19:10

Ecco come cambiano le regole di comportamento se in casa qualcuno avverte dei sintomi legati al coronavirus. La “regola dei 21 giorni” di isolamento e le altre istruzioni, l’Apss: “Le persone asintomatiche dei servizi essenziali continueranno a lavorare con la mascherina, poi in quinta giornata faranno un tampone”

23 novembre - 18:32

Il tema è quello dell'apertura degli impianti per il periodo di Natale e Capodanno, ipotesi in questo momento bloccata da Roma. Nel tentativo di forzare una decisione diversa, la Provincia di Trento e quella di Bolzano, valle d'Aosta, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Veneto e Piemonte hanno trovato un'intesa unanime sul protocollo di sicurezza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato