Contenuto sponsorizzato

Insegnanti, un nuovo concorso per 230 posti per l’insegnamento delle lingue straniere nella primaria

Le domande di iscrizione al concorso potranno essere presentate dal 18 gennaio 2017 al 16 febbraio 2017

Pubblicato il - 29 dicembre 2016 - 16:43

TRENTO. Ci saranno 230 nuovi posti a tempo indeterminato , di cui 150 per la lingua inglese e 80 per la lingua tedesca nella scuola primaria della provincia di Trento. Il governatore e assessore all'istruzione, Ugo Rossi, ha annunciato la decisione di un nuovo concorso grazie al quale si riusciranno ad assumere a tempo indeterminato dei nuovi insegnanti di lingue straniere. Uno “sforzo” per dare risposto alle esigenze occupazioni dei giovani ma non solo. “Con l'indizione di questo concorso – ha spiegato Rossi – diamo attuazione agli impegni che sono stati assunti lo scorso marzo per quanto riguarda il piano di assunzioni programmatico del personale docente della scuola, per il triennio 2016/2019”.

 

Il bando per il concorso verrà pubblicato il 16 gennaio 2017 sul Bollettino della Regione, mentre le domande di iscrizione al concorso potranno essere presentate dal 18 gennaio 2017 al 16 febbraio 2017.

Le graduatorie, formate a seguito del concorso, avranno validità triennale e potranno essere utilizzate anche per le assunzioni a tempo determinato.

Al concorso sono ammessi i candidati in possesso di uno dei seguenti titoli: diploma di maturità magistrale conseguito entro l'anno scolastico 2001/2002; diploma di laurea in Scienze della formazione primaria, indirizzo scuola primaria; titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto equivalente attraverso apposito decreto di equipollenza.

 

Accanto a questo sarà inoltre necessario essere in possesso di uno dei seguenti titoli: certificazione linguistica della lingua per cui si intende partecipare al concorso, corrispondente almeno al livello B2 conseguita esclusivamente presso gli enti certificatori riconosciuti dal Miur; idoneità all'insegnamento della lingua straniera ottenuta mediante la prova facoltativa sostenuta nell'ambito dei concorsi per esami e titoli o nell'ambito delle sessioni riservate per il conseguimento dell'abilitazione all'insegnamento o nell'ambito dei corsi speciali abilitanti, ovvero idoneità ottenuta in relazione allo specifico corso di studi seguito nell'ambito della laurea in scienze della formazione primaria; superamento della prova di accertamento della conoscenza della lingua straniera indetta dal Servizio per il reclutamento, gestione personale scuola e relazioni sindacali; una delle lauree previste dalla normativa vigente per l'accesso all'insegnamento delle classi di concorso A-24 (Lingue e culture straniere negli istituti di istruzione secondaria di II grado) e A-25 (Lingua inglese e seconda lingua comunitaria nella scuola secondaria di I grado) per le lingue straniere tedesco o inglese.

 

I candidati in possesso dei requisiti prescritti possono concorrere per entrambe le lingue straniere. La domanda di partecipazione al concorso dovrà essere compilata con modalità on line, collegandosi al portale www.vivoscuola.it, nella parte dedicata al personale docente.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 05:01

Una famiglia si trova da martedì scorso tutta a casa in attesa dell'esito del tampone della figlia che da scuola, lunedì, era tornata con il raffreddore. E se ancora non è arrivata l'influenza e i primi raffreddori e mal di gola stanno arrivando proprio in questi giorni cosa succederà con il peggiorare della situazione? Sono sufficienti i tamponi a tenere sotto controllo la situazione?

28 settembre - 19:51

Nelle ultime 24 ore sono stati trovati altri 20 positivi, 8 sono le persone sintomatiche e c'è anche un minorenne. Sono 11 i pazienti che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero, nessun si trova in terapia intensiva ma 2 cittadini si trovano in alta intensità

28 settembre - 17:29

Numeri che comunque preoccupano, il Trentino peggior territorio d'Italia nell'ultimo report dell'Iss. Nel pomeriggio in Provincia, i rappresentanti della Giunta hanno convocato la task force per un ulteriore aggiornamento sulle strategie diagnostiche e sulla situazione Covid nelle scuole

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato