Contenuto sponsorizzato

Mori, arriva il fruttivendolo in piazzale Kennedy. Aperto il bando

Nei dintorni non ci sono più negozi specializzati: priorità a chi vende biologico e prodotti a km zero. L'anno prossimo mercato bio a Loppio

Pubblicato il - 10 dicembre 2016 - 11:22

MORI. Sarà pubblicato la prossima settimana il bando per l'assegnazione di una piazzola che, in piazzale Kennedy a Mori, sarà dedicata al commercio ambulante di frutta e verdura. "L'attività commerciale - spiega l'assessore comunale Flavio Bianchi - si configura come un vero e proprio servizio, visto che nei dintorni non ci sono negozi specializzati in questo settore".

 

"Chi si aggiudicherà la piazzola - continua l'assessore - potrà occuparla dal lunedì al sabato con esclusione del giovedì, giorno in cui si svolge tradizionalmente il mercato e durante il quale altri commercianti ambulanti trattano questa tipologia di merce. Sempre di giovedì, del resto, si tiene anche il mercato contadino in piazza Cal di Ponte".

 

La posizione del nuovo punto vendita per il commercio ambulante è ottimale, visto che si presta a essere facilmente raggiunta dai residenti del centro e da quelli che abitano sull'altro lato di via del Garda. Con la nuova attività, l'offerta di ortofrutta potrà essere costante e continua lungo tutta la settimana.

 

L'opportunità discende dall'approvazione del nuovo regolamento sul commercio ambulante, approvato a fine maggio. Spiega ancora l'assessore Bianchi: "Andiamo anche a incentivare una migliore regolarizzazione del commercio ambulante sul territorio. Al bando per l'ortofrutta, nei prossimi mesi seguiranno provvedimenti per attivare il mercato quindicinale del sabato mattina in piazza Cal di Ponte, che potrà anche rivitalizzare la piazza stessa e l'intero centro. Terzo passaggio all'interno di questa direzione di intervento sarà poi, nel corso del prossimo anno, la nascita del mercato biospecializzato a Loppio".

 

Il bando affiderà la concessione per 6 anni e, tra i parametri che concorreranno ad assegnare i punteggi per determinare la graduatoria, ci sono la qualità dell'offerta, con valorizzazione dei prodotti biologici o a chilometro zero, l'organizzazione di degustazioni gratuite, la partecipazione alla formazione continua. Altro parametro è l'impegno a presenziare al maggior numero di giornate; ancora, punti aggiuntivi per chi può garantire la consegna della spesa a domicilio e pure per chi utilizza un automezzo a basso impatto ambientale oltre che per chi saprà fornire ai clienti informazioni sulla filiera e sulla tracciabilità dei prodotti.

 

Ultimo parametro: la promozione del territorio, con l'impegno di creare uno spazio per la distribuzione di materiale informativo per la promozione di eventi e manifestazioni che si svolgono sul territorio comunale.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
17 maggio - 15:31
Sono stati analizzati 357 tamponi tra molecolari e antigenici. Oggi 6 casi tra over 60; ci sono 2 contagi tra giovani e ragazzi in età [...]
Cronaca
17 maggio - 12:27
L'incendio di questa notte ha distrutto tutti i macchinari e gli attrezzi di Martino Gasperotti, 21 anni, contadino di Pomarolo. Vigile del fuoco [...]
Cronaca
17 maggio - 13:33
Il drammatico incidente è avvenuto sull'A14 questa mattina in direzione nord verso Modena. L'impatto è stato violentissimo. In stato di choc [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato