Contenuto sponsorizzato

Quanti lavoratori servono all'Euregio?

I dati sulle future necessità di forza lavoro 

Pubblicato il - 28 novembre 2016 - 17:21

INNSBRUCK. Il monitoraggio dei fabbisogni di forza lavoro e la valutazione delle competenze di migranti e richiedenti asilo. Questi i temi al centro dell'incontro che si è tenuto Innsbruck Stocker, Tratter e Antonella Chiusole, direttrice dell'Agenzia del Lavoro del Trentino in rappresentanza dell'assessore Olivi.

 

Il monitoraggio delle forze lavoro (www.fkm-tirol.at) per ora è attivo solo in Tirolo, c'è l'idea di allargare il modello previsionale anche all'Alto Adige ed in un secondo tempo è possibile immaginare che venga completato l'intero territorio Euregio aggiungendo anche il Trentino.
 

Secondo il modello previsionale pubblicato sul sito si nota come nel 2017 in Tirolo ci sarà bisogno di 3700 lavoratori nell'ambito del turismo e del tempo libero (somma risultante dal 50mila posti disponibili sottratti dei 46mila 300 lavoratori a disposizione). Nel commercio i posti vacanti sono 1.300, mentre negli altri servizi salgono a 3mila 700.

 

Nello scenario al 2022 il fabbisogno cresce a 6mila 900 lavoratori nel turismo, 10mila 500 negli altri servizi, 1.900 nel commercio e mille negli altri settori.

Su www.fkm-tirol.at sono disponibili scenari fino al 2030. Guardando le previsioni relative al 2027 ci sono fabbisogni di 14mila 900 lavoratori per gli altri servizi, 9mila 900 per il turismo, 4mila 400 per il commercio, 8mila per gli altri settori.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 novembre - 20:20

Sono 476 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 50 in alta intensità. Sono stati trovati 93 positivi a fronte dell'analisi di 1.484 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,3%

23 novembre - 19:10

Ecco come cambiano le regole di comportamento se in casa qualcuno avverte dei sintomi legati al coronavirus. La “regola dei 21 giorni” di isolamento e le altre istruzioni, l’Apss: “Le persone asintomatiche dei servizi essenziali continueranno a lavorare con la mascherina, poi in quinta giornata faranno un tampone”

23 novembre - 18:32

Il tema è quello dell'apertura degli impianti per il periodo di Natale e Capodanno, ipotesi in questo momento bloccata da Roma. Nel tentativo di forzare una decisione diversa, la Provincia di Trento e quella di Bolzano, valle d'Aosta, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Veneto e Piemonte hanno trovato un'intesa unanime sul protocollo di sicurezza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato