Contenuto sponsorizzato

Rifugio Viote in pista, aperto il bando di gestione

L'asta pubblica del Muse per il rifugio adiacente al Giardino alpino botanico alle Viote parte da un valore a base di gara di 16.650 euro, corrispondente al canone annuo di affitto. L'appalto è di sei anni e prevede un sopralluogo obbligatorio all'immobile

Di Luca Andreazza - 04 novembre 2016 - 18:19

TRENTO. Il Rifugio Viote torna in pista: è stata infatti indetto un bando dal Muse per individuare nuovi concessionari della caffetteria/ristorante. La base d'asta è di 16.650 euro corrispondente al canone annuo per sei anni di contratto con massimo un rinnovo consentito per altri tre anni (Qui info e bando).

 

Il Rifugio si trova nella tranquillità delle Viote, a circa 1.500 metri d'altitudine, adiacente al Giardino botanico alpino, fra i più importanti delle Alpi che propone dalla primavera all'autunno un fitto calendario di attività ed è sempre di proprietà del Muse. Oltre alla ristorazione, la struttura, facilmente raggiungibile in macchina sia d'estate che d'inverno grazie alla prossimità dell'ampio parcheggio per auto e camper, dispone inoltre di 15 posti letto in stanze dotate di angolo lavandino e servizi in comune.

 

La piana delle Viote, sotto lo sguardo delle Tre Cime e del Palon, ospita oggi il centro fondo d'inverno e il giardino botanico d'estate, mentre tutto l'anno è possibile effettuare escursioni di trekking e mountainbike oppure ciaspole e pelli di foca a seconda della stagione. Le Viote rappresentavano la zona più alta dell'alpeggio per le mandrie bovine, mentre dalla fine del 1800 in poi, si è trasformato in demanio militare, austriaco prima e italiano poi. 

 

Possono partecipare all'asta pubblica i soggetti interessati, in possesso dei requisiti dettagliatamente descritti nell'avviso pubblicato sul sito del Muse. La concessione avverrà con aggiudicazione al soggetto che avrà presentato l’offerta economicamente più vantaggiosa, ottenendo inoltre il miglior punteggio sia dal punto di vista dell'offerta tecnica che economica, partendo da un valore a base di gara di 16.650 euro, corrispondente al canone annuo di affitto.

 

L'offerta tecnica si basa su diversi aspetti al fine di favorire la promozione delle risorse della montagna, l'educazione ambientale, gli usi civici con particolare riferimento agli aspetti naturalistici, storici e culturali legati al territorio. Gli interessati dovranno far pervenire al Muse, entro le 12 di venerdì 2 dicembre 2016 la domanda di partecipazione, con le modalità e i contenuti specificati nell'avviso.

 

È obbligatorio effettuare un sopralluogo all'immobile oggetto dell'asta.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
22 settembre - 20:04
Trovati 38 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 48 guarigioni. Sono 18 i pazienti in ospedale, di cui 3 ricoverati in [...]
Ricerca e università
21 settembre - 21:56
Il virologo del Cibio, Massimo Pizzato, commenta i risultati della sperimentazione dei test salivari al drive through di Trento: "Nel 30% di questi [...]
Cronaca
22 settembre - 19:09
Stando a una prima ricostruzione pare che l’autista sia sceso per controllare e tentare di riparare un possibile guasto al suo autoarticolato. È [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato