Contenuto sponsorizzato

Tra le stamperie più importanti e esclusive d'Europa (FOTO), Printer Trento festeggia i 40 anni di attività e si apre al pubblico con una temporary library

L'azienda Printer Trento compie 40 anni di attività. Tra le iniziative anche un grande evento riservato ai dipendenti al Muse di Trento. Ecco la storia della realtà trentina 

Pubblicato il - 01 dicembre 2022 - 18:21

TRENTO. La Printer Trento festeggia 40 anni di attività e lancia una serie di iniziative per celebrare questo traguardo tra un grande evento riservato ai dipendenti al Muse di Trento e una temporary library aperta al pubblico in via Suffragio dal 3 al 31 dicembre.

 

Fondata da Dario Martinelli, deus ex machina di quest'avventura imprenditoriale di grande successo, quando con Gianni Girardi affittò le attrezzature della Industria Grafica Atesina, ditta in liquidazione della quale fino al 1979 erano stati dipendenti. Da allora Printer Trento è cresciuta costantemente fino a diventare tra le stamperie più importanti e esclusive in Europa, servendo molti tra gli enti museali e gli editori più prestigiosi a livello internazionale come Orion, PenguinTaschen e Hirmer.

I "Printers", così si chiamavano in origine Martinelli e i suoi pochi compagni d'avventura (oggi l'azienda conta più di 70 dipendenti), hanno saputo cavalcare meglio e prima degli altri tutte le innovazioni tecnologiche disponibili sul mercato reinvestendo sistematicamente gli utili. L'azienda, infatti, da anni floridissima, ha da sempre deciso di non distribuire dividendi preferendo puntare tutto sull'innovazione.

E negli anni Printer Trento ha costruito la sua grande reputazione allargando la filiera anche alla legatoria entrando con una quota del 40% nella compagine sociale della Igf di Aldeno alla quale fornisce circa il 50% delle commesse.

L'ambito nel quale Printer Trento ha trovato la sua definitiva consacrazione è quello dei libri d'arte, quei libri che ormai sono divenuti anche oggetti preziosi quasi in risposta alle previsioni che solo pochi anni fa facevano dire a molti che il libro di carta sarebbe stato soppiantato dall'e-book.


E così a Printer Trento sono abituati a ricevere le visite ammirate, oltre che dei maggiori editori europei, di personaggi come Sebastiao Salgado, il grande fotografo, oppure di Wim Wenders che arrivano per vedere l'esito finale delle loro opere incrociando cosi il sapere tecnologico e al tempo stesso raffinato della ormai storica stamperia trentina.

 

Puntando sulla qualità, mettendo al centro il cliente, rendendo sempre più performante la filiera produttiva, Printer Trento ha via via conquistato i mercati europei e ha saputo costruire un brand che oggi è ovunque sinonimo di eccellenza. Tutto questo è stato possibile con una rete commerciale creata da Susanna Geier, volitiva e instancabile manager oggi nel Cda dell'azienda, entrata giovanissima (e poliglotta) in un'azienda ai suoi inizi.

 

Oggi il riferimento di Printer Trento è ancora Dario Martinelli, classe 1945, ma la successione e garantita dai figli Massimo, Valentino Riccardo, tutti e tre inseriti da anni in azienda con responsabilità crescenti. Un'occasione quella dell'anniversario per restituire l'azienda al territorio, per raccontare la sua storia ai molti che non la conoscono ma anche per scommettere sul proprio futuro che può contare su basi più che mai solide.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
29 gennaio - 05:01
Il punto sulle Olimpiadi in val di Fiemme. L'assessore Failoni: "I bandi entro l'estate per avere tutto il 2024 per completare i lavori e farsi [...]
Ambiente
28 gennaio - 20:19
Il vice presidente della Comunità del Garda ha commentato l'andamento dei livelli delle acque del lago dello scorso anno: "Sono state [...]
Politica
28 gennaio - 18:23
La presidente di Itea e candidata presidente della Provincia di Trento per Fratelli d'Italia è stata eletta nella Giunta esecutiva nazionale di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato