Contenuto sponsorizzato

Dagli spot televisivi agli inserti monografici, il Trentino in cerca di turisti: ''Investiti 4 milioni per la promozione. I prezzi dell'ospitalità sono stati aumentati''

C'è grande aspettativa per la stagione estiva dopo che l'inverno è stato cancellato dalla recrudescenza dell'epidemia Covid. Battaiola: "A giugno le prenotazioni stentano ma le scuole devono ancora finire. Bene luglio e agosto, fiducia per settembre e ottobre". Lorenz: "Smart working durante le vacanze in Trentino è una formula interessante"

Di Luca Andreazza - 01 giugno 2021 - 20:21

TRENTO. "Si avverte la voglia di vacanza e siamo speranzosi di poter migliorare i dati registrati nel corso della stagione estiva dell'anno scorso". Così Fausto Lorenz, presidente dell'Azienda per il turismo val di Fassa, mentre Gianni Battaiola, numero uno di Trentino Marketing, aggiunge: "Gli indicatori sono buoni e ci infondono grande fiducia. Intanto per veicolare le campagne promozionali sono stati investiti tra i 3 e i 4 milioni di euro, ma si è pronti a rafforzare la pubblicità se dovesse rendersi necessario. Si lavora nella massima flessibilità per raccogliere tutte le opportunità".

 

Nelle scorse settimane sono stati confermati il Napoli Dimaro Folgarida e la Fiorentina Moena (Qui articolo), il Bologna Pinzolo, il Verona in Primiero e il Cittadella sull'Alpe Cimbra, mentre il volley prepara le Olimpiadi in Fiemme (Qui articolo). L'estate trentina tra nazionali e grandi appuntamenti inizia a prendere forma. Confermati anche I Suoni delle Dolomiti e intanto è partita anche la campagna promozionale, la ripartenza è nel segno di "Respira" (Qui articolo): operazioni offline e online con gli spot televisivi già veicolati e numeri speciali monografici, come quelli in accompagnamento a Gazzetta dello sport e Sportweek. Le Aziende per il turismo hanno delineato le strategie e la val di Fiemme è tra le prime località a scattare dai blocchi (Qui articolo) mentre in Valsugana è stato allestito il centro tamponi per turisti (Qui articolo).

 

"Le prime azioni sono già uscite - prosegue Battaiola - mentre nel fine settimana c'è stato un primo cambiamento: si è passati dalle immagini del territorio a quelle che vedono protagoniste anche le persone. La campagna è molto robusta per quanto riguarda il mercato italiano, ma c'è molta attenzione anche quello estero, in particolare di lingua tedesca. La Germania in questo momento è più avanti rispetto agli altri Paesi, anche in termini di vaccinazioni".

 

Alla prese con la ricerca di personale e staff per la carenza degli stagionali (Qui articolo). Il comparto deve fare i conti con un 2020 difficilissimo e un 2021 praticamente azzerato a causa della recrudescenza autunnale dell'epidemia Covid che ha letteralmente spazzato via l'inverno e cancellato gran parte della primavera. L'ultima, piccola, ripresa, del comparto dopo un avvio dell'inverno 2019/20 da record e il lockdown è stata proprio nell'estate di 12 mesi. La ripartenza, però, si è rivelata forse più lenta delle aspettative: male giugno a -75,9% e segnali di avvio a luglio (-37,4%). Meglio agosto (-12,8%) e settembre (-13,1%), anche se il segno è stato irrimediabilmente a saldo negativo.

 

Poi la seconda ondata con (nonostante gli annunci) gli impianti mai attivati, Mercatini di Natale saltati ovunque, eventi messi in stand-by e mobilità ferma. Un colpo che può essere stato attutito solo in parte dalla forte connotazione stagionale del turismo sul territorio. La stima di Asat è di aver bruciato almeno 500 milioni tra marzo e agosto dell'anno scorso con crolli dei fatturati (Qui articolo). 

 

I primi turisti, però, sono ritornati in Trentino, complici anche i week-end di bel tempo e la Pentecoste. Cresce l'ottimismo nel comparto per poter riavviare a pieno ritmo i motori di questo settore strategico per il Pil provinciale. C'è anche una sostanziale tenuta dei prezzi, anzi in alcuni casi sono stati aumentati per poter assorbire i costi della sicurezza

 

"I prezzi sono stati mantenuti invariati e in alcuni casi sono stati aumentati", spiega Lorenz, mentre Battaiola continua: "I sistemi messi in campo per monitorare le prenotazioni ci restituiscono dati incoraggianti. A giugno le prenotazioni non sono ancora molte. Non c'è solo il problema legato a Covid: in questo caso gli italiani aspettano la fine della scuola e poi in generale c'è l'inclinazione degli italiani a prestare attenzione al meteo fino all'ultimo minuto e prenotare la mattina per la sera. Si muovono molto bene i mesi di luglio e agosto. C'è molta aspettativa per settembre e ottobre ma adesso è un po' presto per quel periodo".

 

Si conferma il trend del ricorso agli appartamenti. "Tante strutture sono già prenotate per luglio e agosto, i periodi di conferma inoltre sono leggermente più lunghi rispetto al passato", dice Lorenz, mentre Battaiola aggiunge: "E' un mercato che esiste e che deve essere intercettato. Si prosegue sui dati registrati l'anno scorso e adesso c'è il codice Cipat perché si devono promuovere queste opportunità nella legalità: stesso mercato, stesse regole".

 

Si punta anche sulla promozione della possibilità di svolgere smart working in vacanza. "Questa - continua Lorenz - può essere una formula interessante". "E' stata prevista una convenzione con Airbnb e ci sono diverse richieste" (Qui articolo). Insomma, l'aspettativa è alta. "Il trend è interessante, ma non dobbiamo perdere di vista il prossimo futuro. E' già tempo di delineare anche la stagione invernale e l'estate 2022: si spera di tornare alla normalità e lì sarà necessario farsi trovare pronti per affrontare un mercato agguerrito", conclude Lorenz.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 dicembre - 05:01
Tra le richieste di alcuni genitori vi è la reintroduzione delle 'bolle' già usate in pandemia o un ridimensionamento del numero dei gruppi [...]
Cronaca
04 dicembre - 19:40
Mentre restano stabili i ricoveri e non si segnalano decessi cresce il contagio in provincia. A Trento ci sono 42 nuovi positivi, a Rovereto e [...]
Cronaca
04 dicembre - 20:37
Si sono ritrovati come ogni sabato in piazza Dante, dove nel pomeriggio hanno disturbato il traffico sulle strisce pedonali che conducono alla [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato