Contenuto sponsorizzato

Sarà Mila, il cortometraggio della trentina Cinzia Angelini, ad aprire il Trento Film Festival. “Il magico potere dell'animazione può ispirare le future generazioni”

Protagonista dell'inaugurazione dell'edizione numero 69 del Trento Film Festival, il cortometraggio Mila della trentina trapiantata in Usa Cinzia Angelini racconta la tragedia della guerra attraverso gli occhi di una bambina sotto ai bombardamenti del settembre 1943. “Se lo sforzo che è stato fatto per realizzare questo film potrà cambiare le decisioni di chi avrà il potere di iniziare o no un conflitto, allora non sarà stato vano”

Di Davide Leveghi - 31 marzo 2021 - 10:38

TRENTO. Una prima assoluta per aprire il Trento Film Festival, con protagonista una bambina durante i bombardamenti del settembre 1943 a Trento. Mila, il cortometraggio d'animazione della trentina trapiantata in America Cinzia Angelini, aprirà la 69ª edizione della più importante rassegna mondiale di cinema di montagna.

 

“Con questo film desidero mostrare la forza e la resilienza che hanno i più giovani, anche se lasciati soli e abbandonati. Oggi i bambini continuano a soffrire le conseguenze dei conflitti in molti Paesi del mondo e questo mi ha spinta ad agire per far capire cosa sia il vero costo generazione della guerra - ha detto la regista - credo che Mila, ispirato da una storia vera, possa proprio attraverso il magico potere dell'animazione ad influenzare le nostre future generazioni. Se lo sforzo che è stato fatto per realizzare questo film potrà cambiare le decisioni di chi avrà il potere di iniziare o no un conflitto, allora non sarà stato vano”.

 

Mila verrà proiettato il 30 aprile, giorno di apertura di una rassegna che si concluderà il 9 maggio – a rappresentare l'edizione numero 69 sarà il lupo dell'illustratore Gianluigi Toccafondo (QUI l'articolo). Ma di cosa tratta e come è nato questo corto d'animazione? “Il progetto nasce dal voler raccontare la tragedia dei bambini in mezzo ai conflitti e le conseguenze dal punto di vista psicologico, quanto vengano traumatizzati e quanto questa esperienza ne condizioni la vita – raccontava al nostro giornale la regista e ideatrice Angelini (QUI l'articolo) – mi sono ispirati ai racconti di mia madre, che quando aveva più o meno l'età della protagonista, Mila, si sentiva bloccata di fronte all'arrivo dei bombardieri. Aveva 5 anni e nel vederli arrivare verso la città non riusciva a muoversi. La dovevano prendere e portare al rifugio”.

 

Simbolo dell'umanità travolta dalla tragedia della guerra, Mila non ha perso né l'immaginazione né la speranza. Rappresentante di tutti i bambini, in ogni guerra, in ogni tempo, è la protagonista di un film che comunica tramite il linguaggio universale della musica, grazie all'emozionante composizione di Flavio Gargano, eseguita dall'Orchestra Haydn di Bolzano e Trento.

 

Frutto dello sforzo, lungo ben 7 anni, di un team internazionale di 350 volontari e artisti di più di 35 Paesi, Mila è prodotto da PepperMax Films, Pixel Cartoons, IbiscusMedia, Cinesite e Aniventure, con il sostegno, tra gli altri, della Trentino Film Commission, della Fondazione Cassa rurale di Trento e sotto il patrocinio di Unicef.

 

Il suo “making of” sarà presentato il prossimo 30 aprile alle ore 21, in una serata evento sul sito e sui canali social del festival. Protagonisti della serata, accanto alla regista Cinzia Angelini, saranno anche Valerio Oss, artista degli effetti visivi con importanti collaborazioni internazionali (tra cui Harry Potter and the Dealthy Hallows, 127 Hours), il compositore Gargano e Valentina Martelli, executive producer del film. L'incontro sarà moderato da Piera Detassis dell'Accademia del cinema italiano-Premi David di Donatello.

 

Dopo la serata inaugurale, Mila sarà in seguito visibile gratuitamente dall'1 maggio sulla piattaforma del Trento Film Festival.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 17 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 maggio - 10:13
La vicenda risale al 20 agosto 2021quando un drammatico incidente era costato la vita a Sandro Prada di 51 anni e [...]
Cronaca
18 maggio - 11:28
Per agevolare le attività di ricerca dei soccorritori, Enel aveva parzializzato il deflusso della diga di Pontesei. Il corpo è stato [...]
Politica
18 maggio - 09:45
La senatrice Conzatti: "Con gli autonomisti sono sempre andata d’accordo. Ho fiducia che sapranno far smettere di suonare le sirene dei [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato