Contenuto sponsorizzato

Doccia fredda per Giacomo Bezzi, se Berlusconi dovesse decidere di non candidare i consiglieri regionali al Parlamento

Una doccia fredda che avrebbe fatto gelare, e arrabbiare, il consigliere provinciale. La scappatoia potrebbe essere quella di candidarsi all'estero con il Maie, il Movimento degli italiani all'estero che ha contribuito a fondare e di cui è stato coordinatore per l'Europa

Di Donatello Baldo - 19 dicembre 2017 - 06:30

TRENTO. La scadenza per le candidature si avvicina, le elezioni politiche sono alle porte e per riempire le caselle delle circoscrizioni e dei collegi si stanno già facendo i conti. Qualcuno immancabilmente resta fuori.

 

Se a rimanere a casa è però un pezzo grosso come Giacomo Bezzi, ora consigliere provinciale di Forza Italia che l'appellativo di onorevole se l'è conquistato nel 2006 da deputato, la notizia è ghiotta. Aspirava al seggio romano, questo si sa per certo.

 

A interrompere il sogno della rielezione in Parlamento sembra sia un motu proprio emesso dal presidente Berlusconi: i consiglieri regionali e gli europarlamentari non si possono candidare. I posti sono pochi, le richieste sono tante. 

 

Una doccia fredda che avrebbe fatto gelare, e arrabbiare, il consigliere provinciale. Forse la notizia è stata portata a Trento dalla deputata Michaela Biancofiore che nei giorni scorsi è stata alla corte dell'ex Cavaliere ad Arcore per le riunioni che si susseguono in vista della scadenza elettorale.

 

Lei smentisce, "non so nulla di questa cosa". Chissà, forse è vero, lei non sa niente, ma qualcuno che lo sa l'ha detto a Bezzi, che ha passato la mattina al telefono per lamentarsi di quest'ingiustizia che gli mette i bastoni tra le ruote.

 

Alla buvette del Consiglio provinciale, camminando nervosamente avanti e indietro, parlava con la sua voce baritonale ed era impossibile non sentirlo e non capire il senso della conversazione. In molti si sono accorti che era tirato come la corda di un violino, alcuni hanno capito subito il perché: le voci girano velocemente.

 

La scappatoia potrebbe essere quella di candidarsi all'estero con il Maie, il Movimento degli italiani all'estero che ha contribuito a fondare e di cui è stato coordinatore per l'Europa. Una sfida però molto difficile e costosa, ma chissà che Giacomo Bezzi non ci stupisca un'altra volta e non riesca a tornare tra i palazzi romani, più autorevoli di quelli provinciali.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 23 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 ottobre - 11:55

Dopo le affermazioni di papa Francesco sulle famiglie omosessuali, il mondo cattolico si interroga, tra gli attacchi dei più conservatori e le tante attestazioni di approvazione. Don Marcello Farina: "Parole bellissime. Come cristiani non abbiamo il diritto di imporre agli altri il nostro modo di vivere. La cosa che conta di più è il rispetto per le persone"

24 ottobre - 11:24

Secondo le indagini l'associazione Magna Grecia non avrebbe svolto il ruolo di aggregazione culturale ma sarebbe invece stata usata per fini 'ndranghetisti'. Le accuse vengono respinte dal presidente Giuseppe Paviglianiti che ha spiegato ai giudici che le quote raccolte venivano usate per coprire le spese sostenute per l'organizzazione di eventi e date in parte in beneficienza per aiutare alcuni enti 

23 ottobre - 19:08

Anche l'Italia è chiamata a decidere entro aprile 2021 se adottare per sempre l'ora legale o quella solare. Intanto tra sabato e domenica le lancette dovranno essere spostate indietro 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato