Contenuto sponsorizzato

''La vicepresidenza del Consiglio provinciale sia data ad una donna''. L'unica candidata sarebbe Manuela Bottamedi

E' lei l'unica donna all'opposizione e la carica spetta ad un esponente della minoranza. La proposta arriva dal Comitato non ultimi "per un riequilibrio di genere all'interno di un Ufficio di presidenza tutto al maschile"

Di Donatello Baldo - 09 dicembre 2017 - 13:16

TRENTO. Forte della vittoria sulla doppia preferenza di genere, il Comitato non ultimi continua la sua battaglia in favore delle donne in politica e lancia una nuova proposta: "La vicepresidenza del Consiglio provinciale sia data ad una donna". 

 

Il posto è vacante, lasciato libero da Walter Viola che è passato alla maggioranza, perché la carica della vicepresidenza spetta alle minoranze. E tra le minoranze l'unica donna è Manuela Bottamedi, quindi la richiesta è implicita: "Quel posto sia dato a lei"

 

"Fino ad oggi tale Ufficio è composto solo da consiglieri appartenenti al genere maschile - dicono le donne del Comitato in una lettera inviata al presidente Bruno Dorigatti - e tale composizione lede il principio costituzionale declinato dall'art.51".

 

E l'articolo indicato è questo: "Tutti i cittadini dell'uno o dell'altro sesso possono accedere agli uffici pubblici e alle cariche elettive in condizioni di eguaglianza (...)". Dunque se l'Ufficio di Presidenza è paragonabile ad un ufficio pubblico, secondo il Comitato non ultimi "deve attenersi al rispetto della norma costituzionale e nominare una donna all'interno dell'ufficio stesso, ponendo fine ad una composizione illegittima di tale organo".

 

La diretta interessata si dice onorata di questa attenzione. "Capisco anche le regioni del Comitato - afferma - perché in effetti spetterebbe a una donna quel posto, è vero, per un riequilibrio di genere che ora effettivamente è negato".

 

"Ma da parte mia - dice la consigliera - non c'è nessuna auto-candidatura. Si tratta di una carica istituzionale importante - ammette Bottamedi - e se fosse ricoperta da una donna sarebbe un segnale importante. Però dobbiamo tener conto che queste cariche ingessano l'iniziativa politica di chi le ricopre, e vorrei invece spendere quest'ultima parte di legislatura per continuare le mie battaglie".

 

"E in particolare vorrei impegnarmi soprattutto nella battaglia culturale - spiega - per dare corpo e sostanza alla mia legge appena approvata dal Consiglio provinciale. Nei pochi mesi che ci separano dalle elezioni del prossimo autunno - conclude - è proprio questo che voglio fare". 

 

La minoranza, però, si è un po' risentita di questa 'ingerenza'. Per Giacomo Bezzi si tratta di "un'invasione di campo". Perché, "è chiaro che la proposta arriva dalle donne del centrosinistra e questo significa che la maggioranza cerca di condizionare una decisione che spetta alle minoranze". 

 

Anche Cia rispedisce al mittente la proposta: "Perché non hanno eletto una presidente donna al posto di Dorigatti? Questa scelta spetta alla minoranza e non capisco perché il Comitato non ultimi deve dettare la nostra agenda".

 

Cia ricorda che la scelta della vicepresidenza è determinata anche da altri fattori: "Sarebbe opportuno che a quella carica andasse qualcuno che ha già esperienza, perché in pochi mesi è difficile partire da zero e imparare tutto il regolamento".  

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.58 del 03 Marzo
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 marzo - 11:59

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie ha confermato la zona “rosso scuro” per Trentino e Alto Adige ma fa il suo ingresso anche l’Emilia-Romagna. In questi territori l’incidenza, calcolata su due settimane, supera i 500 casi ogni 100.000 abitanti

04 marzo - 12:55

L’azienda SynapsEES, all’interno di Progetto Manifattura a Rovereto, ha elaborato un innovativo sistema di sanificazione dell’aria per prevenire la diffusione del Covid 19 negli ambienti chiusi e molto frequentati come scuole, teatri, uffici e ospedali. Il fondatore: “L’aria contaminata è uno dei principali veicoli di trasmissione del virus, per prevenire il contagio è molto importante immettere aria sana negli ambienti”

04 marzo - 12:13

L'allerta è scattata all'altezza del casello autostradale di Ponte Gardena. In azione la macchina dei soccorsi, un conducente portato in ospedale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato