Contenuto sponsorizzato

Accordo Fugatti-Rossi e Walter Kaswalder diventa il presidente del Consiglio provinciale

Al quarto tentativo il leader di Autonomisti popolari eletto alla presidenza. La mediazione tra Lega e Patt sull'istituzione di uno studio consiliare sul maltempo sblocca l'impasse

Di Luca Andreazza - 27 novembre 2018 - 12:54

TRENTO. E' arrivata la fumata bianca, Walter Kaswalder è il presidente del Consiglio provinciale. Dopo le due votazioni a vuoto della scorsa settimana e la sospensione dopo quella delle 11.30 di oggi, si è sbloccata la nomina del leader di Autonomisti popolari, espressione di maggioranza.

 

Il presidente Maurizio Fugatti ha accettato la mediazione messa sul tavolo dall'ex governatore Ugo Rossi. Via libera della Provincia per istituire una commissione di studio consiliare sul maltempo per poter tenere costantemente informate le minoranze sulla ricostruzione e permettere all'opposizione di eventualmente intervenire con delle proposte.

 

Il neo presidente ha accettato e così gli esponenti di minoranza hanno votato scheda bianca, ma è sono rimasti seduti tra i banchi dell'aula per garantire i 2/3 e quindi il numero legale necessario all'elezione di Kaswalder alla presidenza. Maggioranza compatta, mentre anche il Movimento 5 stelle, Filippo Degasperi e Alex Marini, hanno votato a favore del neo presidente del Consiglio. Alla fine si contano 22 voti a favore dell'esponente di Autonomisti popolari, 11 schede bianche e 1 nulla

 

Dopo la scorsa settimana, le fibrillazioni per occupare la poltrona più alta dell'Assemblea legislativa sono riprese questa mattina. Il primo tentativo è andato a vuoto: le minoranze escono dall’aula e salta il quorum necessario di 24 consiglieri presenti nell’emiciclo.

 

Alle 11.30 i lavori sono ripresi dopo un’ora e con l’intenzione di arrivare alla seconda votazione della giornata, ma prima delle operazioni di voto è intervenuto Walter Kaswalder per chiedere di incontrare i rappresentanti della minoranza alla presidente del presidente Fugatti. 

 

Qui interviene Rossi per far presente che dopo una serie di sospensioni si sarebbe aspettato che il governatore avrebbe richiesto un incontro, ma invece le minoranze si sono trovate costrette a uscire dall'aula per non aver ricevuto le risposte desiderate. L'ex presidente mette inoltre in luce l'irritualità della richiesta del candidato alla presidenza di voler incontrare le opposizioni. 

 

La lente di ingrandimento a quel punto si è spostata sul maltempo, danni che preoccupano comuni e operatori economici: Fugatti accetta l'istituzione di una commissione di studio consiliare e la partita si sblocca. Kaswalder viene eletto

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 5 ottobre 2022
Telegiornale
05 ott 2022 - ore 21:56
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 ottobre - 06:01
A parlare è Andrea Miorandi, direttore di Dolomiti Ambiente (la società di Dolomiti Energia che gestisce la raccolta dei rifiuti a Trento e a [...]
Cronaca
06 ottobre - 08:18
E' successo nell'Alto vicentino e sono intervenuti i carabinieri che, a seguito delle indagini, hanno denunciato il padre 
Cronaca
06 ottobre - 07:31
L'episodio è avvenuto nella serata di ieri nella zona di Merano, sul posto diversi corpi dei vigili del fuoco assieme alle ambulanze della Croce [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato