Contenuto sponsorizzato

Accordo Fugatti-Rossi e Walter Kaswalder diventa il presidente del Consiglio provinciale

Al quarto tentativo il leader di Autonomisti popolari eletto alla presidenza. La mediazione tra Lega e Patt sull'istituzione di uno studio consiliare sul maltempo sblocca l'impasse

Di Luca Andreazza - 27 novembre 2018 - 12:54

TRENTO. E' arrivata la fumata bianca, Walter Kaswalder è il presidente del Consiglio provinciale. Dopo le due votazioni a vuoto della scorsa settimana e la sospensione dopo quella delle 11.30 di oggi, si è sbloccata la nomina del leader di Autonomisti popolari, espressione di maggioranza.

 

Il presidente Maurizio Fugatti ha accettato la mediazione messa sul tavolo dall'ex governatore Ugo Rossi. Via libera della Provincia per istituire una commissione di studio consiliare sul maltempo per poter tenere costantemente informate le minoranze sulla ricostruzione e permettere all'opposizione di eventualmente intervenire con delle proposte.

 

Il neo presidente ha accettato e così gli esponenti di minoranza hanno votato scheda bianca, ma è sono rimasti seduti tra i banchi dell'aula per garantire i 2/3 e quindi il numero legale necessario all'elezione di Kaswalder alla presidenza. Maggioranza compatta, mentre anche il Movimento 5 stelle, Filippo Degasperi e Alex Marini, hanno votato a favore del neo presidente del Consiglio. Alla fine si contano 22 voti a favore dell'esponente di Autonomisti popolari, 11 schede bianche e 1 nulla

 

Dopo la scorsa settimana, le fibrillazioni per occupare la poltrona più alta dell'Assemblea legislativa sono riprese questa mattina. Il primo tentativo è andato a vuoto: le minoranze escono dall’aula e salta il quorum necessario di 24 consiglieri presenti nell’emiciclo.

 

Alle 11.30 i lavori sono ripresi dopo un’ora e con l’intenzione di arrivare alla seconda votazione della giornata, ma prima delle operazioni di voto è intervenuto Walter Kaswalder per chiedere di incontrare i rappresentanti della minoranza alla presidente del presidente Fugatti. 

 

Qui interviene Rossi per far presente che dopo una serie di sospensioni si sarebbe aspettato che il governatore avrebbe richiesto un incontro, ma invece le minoranze si sono trovate costrette a uscire dall'aula per non aver ricevuto le risposte desiderate. L'ex presidente mette inoltre in luce l'irritualità della richiesta del candidato alla presidenza di voler incontrare le opposizioni. 

 

La lente di ingrandimento a quel punto si è spostata sul maltempo, danni che preoccupano comuni e operatori economici: Fugatti accetta l'istituzione di una commissione di studio consiliare e la partita si sblocca. Kaswalder viene eletto

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 giugno 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 giugno - 19:46

Ci sono 5.435 casi e 466 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 685 (326 letti da Apss e 359 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tamponi che si attesta a 0,44% di test positivi. Sono 3 i nuovi casi e nessun morto legato a Covid-19 nelle ultime 24 ore

01 giugno - 18:47

Preoccupano i mesi di settembre e ottobre con l'arrivo dell'influenza ma soprattutto gli affollamenti nei luoghi al chiuso. Ferro: "E' terreno fertile per il coronavirus, riconoscerlo dall'influenza è difficile per questo abbiamo impostato una vaccinazione di massa"

01 giugno - 18:40

Il presidente della Pat ha parlato a lungo anche della questione nidi e materne tradendo un pensiero evidentemente comune nella Giunta di vedere queste strutture come dei meri parcheggi di bambini. Tutto è ricollegato al tema economico: ''Così i genitori possono tornare a lavorare''. Si torna a circolare liberamente in regione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato