Contenuto sponsorizzato

Anarchici, tirano vernice contro la sede di Fratelli d'Italia e sfondano la vetrina di un esercente di estrema destra

Dopo la manifestazione contro Casa Pound che celebrava le vittime delle foibe il gruppo che protestava ha attraversato la città lasciando il segno 

Pubblicato il - 10 febbraio 2018 - 14:17

TRENTO. Il concentramento è avvenuto in via Verdi, davanti alla sede di Sociologia e gli anarchici che si sono convocati per inscenare la protesta contro Casa Pound che di lì a poco avrebbe reso omaggio alle vittime delle foibe erano un centinaio.

 

Poco dopo le 20.30 si sono diretti verso piazza Venezia, a pochi passi da largo Pigarelli dove si trova la targa in ricordo degli infoibati, a cui gli attivisti di estrema destra avrebbero reso gli onori in occasione della Giornata del Ricordo

 

Molti i giovani con caschi e mazza, pronti allo scontro. Scontro che però non è mai avvenuto: gli anarchici si sono limitati a scandire slogan contro il gruppo di Casa Pound, cercando di rovinare il momento della celebrazione.

 

Lungo il percorso che porta da via Verdi a piazza Vicenza, però, gli anarchici hanno vergato alcune scritte sui muri, lanciato vernice contro la sede di Fratelli d'Italia che si trova in passaggio Zippel e in via delle Orne hanno infranto la vetrina di un negozio di abbigliamento

 

"Stanotte vigliacchi anarchici, figli della dissoluzione, hanno sfondato le vetrine del negozio di abbigliamento di Nicola, esercizio commerciale in centro a Trento", scrive su Facebook Emilio Giuliana, storico esponente dell'estrema destra trentina, che aggiunge: "Peggio per loro".

 

Si tratta dell'esercizio commerciale di Nicola Paolini, esponente del gruppo di Giuliana e noto alle cronache per i fatti di Arco quando, nel 2014 fu accoltellato un ragazzo per motivi politici. In primo grado Paolini fu condannato per lesioni gravissime a 3 anni ma il secondo grado inasprì la pena a 5 anni riconoscendo la fattispecie del tentato omicidio.

 

Una vicenda giudiziaria ancora aperta ma che non ha impedito agli anarchici di 'sanzionare' le azioni di Paolini infrangendo la vetrina del suo negozio di abbigliamento del centro storico. 

 

Ma come dicevamo anche la sede di Fratelli d'Italia è stata presa di mira: "Ieri sera a Trento i soliti imbecilli, urlando contro il fascismo ben coperti da passamontagna e cappucci, sono venuti a lordare l'esterno della sede con la loro presenza prima ancora che con uova e vernice. Talmente temerari che sono scappati subito", scrive Marika Poletti, la presidente trentina del partito di Giorgia Meloni.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 04:01

I contagi all'interno delle Case di Riposo sono più diffusi rispetto la prima ondata anche se, in alcuni casi, con conseguenze meno gravi. Tra le criticità più sentite c'è la mancanza di personale. "Lo stiamo cercando anche fuori regione ma è molto difficile" spiega Francesca Parolari di Upipa. Massima attenzione anche sulle nuove strutture che da Rsa di transizione diventano Rsa Covid: "Non tutti possono offrire standard come quella di Volano soprattutto per la predisposizione dell'ossigeno"

29 novembre - 20:27

Sono 448 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 44 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 265 positivi a fronte dell'analisi di 3.695 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,2%

29 novembre - 20:42

Una ragazza di appena 16 anni morta e altri 9 giovanissimi sono stati portati negli ospedali di Trento, Rovereto e Tione. Un week end di fine novembre difficilissimo sulle strade trentine, in particolare nelle Giudicarie

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato