Contenuto sponsorizzato

Arno Kompatscher mette la freccia e supera Ugo Rossi: la Provincia di Bolzano concede il patrocinio al Dolomiti Pride

Le polemiche sulla concessione del patrocinio alla parata del Gay Pride che si svolgerà a Trento il prossimo 9 giugno non hanno toccato il governatore sudtirolese. A differenza dell'omologo trentino ha detto 'sì'

Di db - 05 aprile 2018 - 19:32

TRENTO. Uno schiaffo di quelli ben piazzati per il governatore Ugo Rossi, perché il suo omologo altoatesino Arno Kompatscher il patrocinio al Dolomiti Pride l'ha dato senza nessun problema. "Gentili signore ed egregi signori - scrive infatti -  in riferimento alla vostra richiesta di patrocinio per la manifestazione 'Dolomiti Pride', in programma per il 9 giugno 2018, comunichiamo che il patrocinio è stato concesso".

 

Conclude anche con un felice augurio: "Vi auguriamo una manifestazione di successo, cordiali saluti". Più di così non occorreva scrivere, già questo assume un significato politico fortissimo, non solo perché una Provincia appoggia la parata del Gay Pride, ma perché lo fa nonostante la 'sorella' trentina abbia deciso il contrario.

 

Rossi, nei giorni scorsi, aveva detto 'no' alla richiesta di patrocinio utilizzando parole che hanno offeso non solo il mondo omosessuale, descrivendo le parate del movimento Lgbt come "esibizionistiche e folcloristiche". Aveva annunciato anche il 'no' del patrocinio della Regione, affermando di aver sentito Arno Kompatscher in proposito.

 

Ma Kompatscher, per quanto riguarda la sua Provincia ha agito diversamente, superando in tema di diritti il governatore trentino. Ora la Provincia di Trento è isolata: il Comune di Trento l'ha concesso, quello di Bolzano anche, ora anche la Provincia di Bolzano

 

Soddisfatto il Comitato promotore del Dolomiti Pride che ha subito rilanciato la notizia:

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 luglio - 11:58

La candidata di “Si può fare” sostiene di essere la prima e unica donna in corsa per la carica di sindaca a Trento, ma non è così. Nel 2009 e nel 2015 Sinistra e Lega Nord presentarono due donne, mentre oggi c’è la candidata pentastellata: “Si vede che la mia avversaria non segue l’attività politica della città, nel M5s non abbiamo problemi con la parità di genere”

05 luglio - 10:19

Mentre a Bolzano si riparte oggi con i negozi aperti ad orario completo dopo due mesi di chiusura per il lockdown dando spinta all'economia, a Trento entra in vigore la legge di Failoni e Fugatti che stabilisce la chiusura dei punti vendita. 
E' scontro con il Comune, l'assessore Stanchina: "Ancora una volta una confusione terribile e danni economici per la città. L'Amministrazione farà di tutto per tutelare i propri commercianti"

05 luglio - 12:27

L'incidente è avvenuto sul territorio di Brentonico. La donna è stato trasportata in ospedale a Rovereto

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato