Contenuto sponsorizzato

Chiesti a Durnwalder 3 milioni di euro per danno erariale. Non giustificati gli aumenti automatici delle indennità per i provinciali

Oltre all'ex governatore, coinvolti anche assessori e funzionari provinciali. Lui si difende così: "Ma che autonomia è se non possiamo decidere sulle indennità?"

Pubblicato il - 04 ottobre 2018 - 11:34

BOLZANO. Ne dà notizia il Dolimiten: la Corte dei Conti di Bolzano ha chiesto all'ex presidente della Giunta provinciale altoatesina Luis Durnwalder e a 15 assessori, oltre che ad alcuni funzionari provinciali, una somma di 3 milioni di euro per danno erariale.

 

Viene contestato l'automatismo delle indennità concesse ai dipendenti provinciali senza che la verifica del conseguente aumento della produttività. Durnwalder sullo stesso giornale respinge ogni addebito e si difende così: "Di che autonomia parliamo se non possiamo fissare delle indennità". Secondo l'ex senatore dell'Svp e avvocato Karl Zeller, il procedimento della Corte dei conti è stato avviato soltanto per evitare la prescrizione. 

 

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 5 ottobre 2022
Telegiornale
05 ott 2022 - ore 21:56
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 ottobre - 09:41
Gli investigatori hanno calcolato, per le organizzazioni, un volume di affari di circa 500mila euro all’anno. Ogni organizzazione riusciva a [...]
Politica
06 ottobre - 09:05
Il coordinatore di Fratelli d'Italia, Alessandro Urzì, su un Fugatti-bis: "Sosteniamo il diritto dei governatori uscenti di poter correre per un [...]
Cronaca
06 ottobre - 06:01
A parlare è Andrea Miorandi, direttore di Dolomiti Ambiente (la società di Dolomiti Energia che gestisce la raccolta dei rifiuti a Trento e a [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato