Contenuto sponsorizzato

''Gli elettori si sono affidati a partiti indesiderati'', la presidente del Parlamento bavarese in visita a Trento: ''Voti da riconquistare''

Invitata a visitare le istituzioni dal suo omologo Bruno Dorigatti ha parlato del senso di insicurezza dei cittadini e dell'importanza dei territori all'interno dell'Europa. Dorigatti: "Molte cose in comune, anche il sostegno al regionalismo"

Di db - 20 marzo 2018 - 06:01

TRENTO. Barabara Stamm, la presidente del Parlamento bavarese in visita in Trentino con una delegazioni di deputati, lo ha detto senza tanti giri di parole, entrando a gamba tesa sulle questioni politiche di uno Stato estero: "Alle scorse elezioni la volontà di cambiamento è stata affidata a partiti che si possono considerare indesiderati". 

 

"Gli elettori però non sono da considerasi tutti come estremisti, ma come cittadini afflitti dall'incertezza e forse dalla rabbia. Elettori che devono essere riconquistati. Purtroppo - afferma - i cittadini delusi si sono rivolti non tanto ai partiti democratici tradizionali ma a quelli che rappresentano la sinistra o la destra in modo più estremo".

 

Partiti che secondo la presidente bavarese "non possono rappresentare la democrazia europea".  Per recuperare qui voti, secondo Barbara Stamm, bisogna dare "una risposta al senso di insicurezza che pervade una parte della popolazione europea".

 

"C'è un senso di insicurezza che pervade la vita dei cittadini - ha affermato - e che i democratici devono affrontare e fare evolvere in modo positivo. Anche per questo motivo - ha osservato Stamm -  le elezioni che ad ottobre si terranno sia in Baviera che in Trentino sono molto importanti".

 

Prima di lei era intervenuto Bruno Dorigatti, che come suo omologo ha fatto gli onori di casa: "L'incontro con la comunità bavarese nasce da un momento terribile, dall'attentato subito dal Libero Stato della Baviera nel 2016". All'indomani dell'attacco Dorigatti inviò un messaggio che fu molto apprezzato e da lì è partita una profonda amicizia tra le due presidenze.

 

Dorigatti, nella conferenza stampa di chiusura ma anche nell'incontro della mattina, ha posto l'attenzione sull'Europa: "Il confronto e l'incontro tra questi  nostri territori è necessario per affrontare la crisi delle istituzioni europee e i problemi sociali comuni a molti Paesi del continente".

 

"Dal confronto è emersa la consapevolezza del ruolo nelle regioni in Europa. Un'Europa – ha aggiunto  - che non deve più essere solo nelle mani della finanza e dei mercati". Un pensiero condiviso dalla stessa Stamm che ha affermato quanto in Baviera sia ritenuto "importante il ruolo delle regioni a livello europeo, soprattutto per ritrovare nelle identità regionali il senso dell'identità europea".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 gennaio - 20:37

Sono 252 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 36 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi, mentre sono 23 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

26 gennaio - 18:51

Cgil, Cisl e Uil: “Mentre in altre realtà si adottavano misure più restrittive per contenere l’avanzata del virus tra la popolazione e mettere in sicurezza il sistema sanitario, il presidente Fugatti nascondeva i dati, preferendo puntare il dito contro i 'presunti virologi' e ignorando l’allarme che arrivava dai medici in prima linea"

26 gennaio - 18:14
Nelle ultime 24 ore sono state comunicate anche 114 positività a conferma dei test antigenici effettuati nei giorni scorsi. Sono state registrate 15 dimissioni e 197 guarigioni
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato