Contenuto sponsorizzato

Il consigliere De Godenz citato a giudizio, secondo la Procura deve restituire 570 mila euro di indennità

Le spiegazioni portate dal consigliere non hanno convinto la Procura regionale della Corte dei Conti che ha deciso di andare avanti

Pubblicato il - 19 maggio 2018 - 09:40

TRENTO. Alla Procura regionale della Corte dei Conti non sono bastate le spiegazioni date dal consigliere provinciale dell'Upt Pietro De Godenz che ha deciso ora di citarlo a giudizio.

 

La faccenda che riguarda il consigliere è scoppiata a fine marzo quando la Procura gli aveva contestato l'indebita percezione di 572 mila euro, di tutte le indennità ricevute fin dall'inizio del suo mandato nel 2013.

 

Al centro dell'approfondimento la permanenza del consigliere all'interno della società Itap spa pur essendo incompatibile con l'elezione a consigliere provinciale. L'azienda, "Incremento turistico Alpe di Pampeago" (Itap), è una società a capitale privato ma riceve fior fior di finanziamenti pubblici: la legge impone per questo l'incompatibilità.

 

De Godenz, subito dopo la conquista del seggio nel 2013, sarebbe rimasto all'interno del Cda, rinunciando solo alle deleghe gestionali, ma secondo la procura avrebbe continuato a gestire l'azienda anche se non ufficialmente. Sarebbe rimasto in Itap con un contratto part-time con il solo ruolo di promuovere le pubbliche relazioni.

 

Il consigliere era stato invitato a dedurre ma le spiegazioni portate non sembrano aver convinto la Procura regionale della Corte dei Conti che ha deciso di andare avanti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.19 del 12 Novembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

12 novembre - 19:08

Si sono conosciuti in piazza a Novara. Entrambi hanno perso lavoro e casa e poi sono partiti in treno per cercare qualche città dove iniziare una nuova vita assieme. Sono arrivati a Trento da circa un mese e mezzo. Non hanno soldi ed ora con l'arrivo del freddo hanno paura di non farcela

12 novembre - 13:53

In 10 anni spesi oltre 1,6 milioni di euro per borse di studio e contributi per soggiorni studio all'estero in favore dei figli di personale tecnico e amministrativo e dei collaboratori esperti linguistici. Per l'accusa, questi sussidi, sono stati erogati in maniera illegittima provocando un danno erariale, pertanto a risponderne sono stati chiamati due dipendenti dell'Università che hanno sottoscritto l'accordo in questione 

12 novembre - 19:02

La società Autostrada del Brennero, in accordo con la polizia stradale, ha approntato per la nottata in arrivo delle misure cautelative per impedire gravi turbative alla circolazione dell'asse autostradale. Tra Mezzocorona ed Egna sarà possibile circolare solo su una corsia, evitando la creazione di disagi dovuti a mezzi pesanti in panne

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato