Contenuto sponsorizzato

Migranti, ''Oh ma che bravo il Governo italiano''. L'ironia di Donatella Conzatti per l'insuccesso al Consiglio europeo

La senatrice azzurra parla di "pive nel sacco" ed elenca i fallimenti delle proposte avanzate da Giuseppe Conte. Ma Lega e Forza Italia in Trentino sono alleati per le provinciali

Di db - 30 giugno 2018 - 19:12

TRENTO. L'opposizione al governo la fa anche Forza Italia, anzi soprattutto. Perché le parole di Donatella Conzatti, senatrice azzurra eletta il 4 marzo (anche con i voti della Lega), sono tra le più dure che si sono lette. 

 

Interviene su due fronti, quello economico e quello delle politiche sui migranti. Nel primo caso si limita ad una proposta: chiede, attraverso un disegno di legg, "la reintroduzione dei voucher soppressi nella scorsa legislatura in modo demagogico anche con il sostegno dei 5 Stelle". 

 

I voucher sono "una misura necessaria per restituire equilibrio ed equità al mercato del lavoro. La nostra proposta prevede il loro ripristino in vari settori: dall'agricoltura alla ristorazione, dai lavori domestici ai balneari".

 

Ma l'affondo più pesante lo fa sul "fallimento" del Consiglio europeo che ieri ha affrontato il tema delle migrazioni vedendo la partecipazione al tavolo anche del presidente del Consiglio Conte.

 

"Oh ma che bravo il Governo italiano - afferma con ironia - esce dal vertice con le pive ne sacco. Zero su accordo di Dublino (che il Parlamento europeo ha già approvato in senso favorevole). Hotspot in nord Africa, ma l'Africa ha già risposto: non se ne parla. Centri per migranti in altri paesi europei solo su base volontaria e solo in paesi d’arrivo. Un successone davvero". 

 

Parole forti che sicuramente non saranno apprezzate dai 5 Stelle, ma che faranno invece arrabbiare i leghisti locali che con Forza Italia sono in coalizione in vista delle prossime elezioni provinciali. 

 

Parole che imbarazzeranno la stessa Forza Italia che non può litigare con la Lega. In Trentino è il Carroccio che tira il centrodestra e soltanto in coalizione con la Lega gli azzurri possono sperare di portare in consiglio almeno un candidato. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.22 del 09 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 05:01

La nuova Giunta della provincia di Trento non ha mai nascosto la sua contrarietà per dei progetti ritenuti troppo ''calati dall'alto'' anche se il calo delle risorse pubbliche impone delle scelte. In Trentino, tra l'altro, ci sono poco quasi 70 Comuni con meno di 1.000 abitanti contro una quindicina in Alto Adige eppure Kompatscher ha scelto (e ottenuto di finanziare) una strada opposta a quella trentina

09 dicembre - 19:38

In una conferenza stampa altisonante, la Lega trentina ha annunciato la sua presenza in piazza in concomitanza con il resto d'Italia per spiegare alla cittadinanza le politiche fiscali del governo giallo-rosso e per dire no a nuove tasse. Peccato che la manovra provinciale finisca proprio per aumentare le imposte (taglio delle esenzioni al pagamento dell'Irpef e dei ticket sanitari per tutti), colpendo i ceti più deboli e favorendo quelli più benestanti

09 dicembre - 12:52

L'usanza di rincorrersi tra "demoni" e "provocatori" è radicata nella tradizione. I Krampus accompagnano San Nicolò, lo scortano mentre dona dolci ai bambini buoni e si scatenano quando il santo se ne va, venendo poi "inghiottiti dalle tenebre". La violenza è parte dunque del rituale, e al di là di come la si consideri, il segreto per non rimanerne vittima è solo uno: tenersene lontani 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato