Contenuto sponsorizzato

Rodolfo Borga scalda i motori per le provinciali: "Con Kaswalder e Gios per confrontarsi con il centrodestra"

Presentato il Coordinamento cittadino con Silvia Zanetti al vertice. I consiglieri comunali: "Dobbiamo liberare la città da presenza opprimente e deprimente di Andreatta". Civettini: "L'obiettivo è arrivare a percentuali a due cifre"

Di Donatello Baldo - 29 aprile 2018 - 06:01

TRENTO. "Volesse Dio che l'aria stantia e mefitica cambiasse". Parole del consigliere comunale di Civica Trentina Antonio Coradello che alla presentazione del coordinamento cittadino del partito di Rodolfo Borga ci va giù duro contro il sindaco Andreatta

 

Lui come il suo collega Andrea Merler, collega sia perché avvocato che consigliere dello stesso gruppo in Consiglio comunale: "Il governo locale si è distinto per incapacità - afferma - Andreatta ha governato male. I cittadini non ce la fanno più, problemi che non vengono risolti".

 

Andreata, che incarna il peggio, per non dire il male, potrebbe però essere lì lì per lasciare la poltrona: "Non è ancora certo - spiegano i consiglieri - forse sarà candidato alle elezioni provinciali. E comunque, nel caso il centrosinistra perdesse anche le prossime elezioni, Andreatta sarebbe sfiduciato".

 

Quindi "bisogna tenersi pronti per il Comune di Trento, liberare la città da una presenza opprimente e deprimente". Merler spiega che "il sindaco per incapace che sia fa le sue nomine nei cda", per questo bisogna organizzarsi e non dare nulla per scontato.

 

Il coordinamento cittadino di Civica Trentina, fresco di nomina, guarda alla prossima amministrazione comunale, sia per la scadenza naturale del 2020 che per quella anticipata nel caso le elezioni provinciali mandassero tutto all'aria. "Abbiamo la certezza di fare un grande risultato", chiosa Claudio Civettini, che con Borga siede in Consiglio provinciale e la speranza è quella di arrivare a una percentuale a due cifre, superando il 7% del 2015.

 

Dicevamo del coordinamento fresco di nomina. Al vertice Silvia Zanetti, avvocata, affiancata dai consiglieri comunali e circoscrizionali, quindi Andrea Merler, Antonio Coradello e Fabrizio Guastamacchia. Poi Carlo Curcio, Innocente Carmelo Furina e Marco Dalponte

 

Nel figurano altre persone, alcuno pronte per essere candidate alle prossime elezioni provinciali. Oltre ad Andrea Merler e Carmelo Furina, anche la coordinatrice Zanetti è disponibile. Ma anche Francesco Agnoli, Luca Groff, Giuseppina Coali e Samuela Calliari.

 

Insomma, le provinciali sono vicine e il coordinamento cittadino serve anche a lanciare la campagna elettorale. "Rodolfo Borga è il nostro leader - spiega infatti Silvia Zanetti - noi puntiamo su di lui per la presidenza della Provincia. Anche se - sottolinea - sarà necessaria una condivisione con le altre forze politiche". 

 

La linea è stata dunque ribadita, proprio da Rodolfo Borga: "Noi stiamo lavorando alla creazione di un gruppo di liste civiche territoriali - spiega - che poi andranno a confrontarsi con il centrodestra". Tra queste, date per certe, quella di Walter Kaswalder e quella di Geremia Gios

 

Di Valduga e Oss Emer non si parla, ma si capisce che il gruppo dei sindaci civici non si muoverà in blocco. Potrebbe anche dividersi e gli amministratori che ne fanno parte muoversi liberamente, chi verso il centrodestra chi verso il centrosinistra

 

Borga spera di aumentare la pattuglia 'territoriale' per andare poi al confronto con LegaForza Italia e Agire con un certo peso. "Non c'è nessuna distanza sui temi politici", spiega il consigliere, nel senso che la collaborazione con il centrodestra è data per scontata. Ma sono i nomi che contano, e Fugatti non va bene, e comunque non a scatola chiusa. "Ci si confronterà"

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 novembre - 10:25

Una decisione irrevocabile, non c'è spazio di contrattazione o ripensamenti. A far traboccare il vaso è stato il mancato sostegno da parte di alcuni componenti di maggioranza sulle modifiche al Prg. "Non ci interessa 'tirare a campare': non intendiamo tradire nessun elettore che ha riposto in noi e nella nostra coalizione la propria fiducia". Ora verrà nominato un commissario per traghettare il Comune a prossime elezioni

19 novembre - 05:01

C'è voluta una richiesta di accesso agli atti dell'ex assessore Michele Dallapiccola per avere quelle conferme in più, che la Provincia fin dal primo momento non ha voluto comunicare: "Da veterinario alcuni aspetti nella relazione non mi convincono: farò delle interrogazioni". Intanto sulla vicenda è silenzio da piazza Dante

19 novembre - 08:27

Tantissimi i "Grazie" arrivati in questi giorni sia in Trentino che in Alto Adige per il lavoro che stanno portando avanti da ormai tre giorni senza sosta i vigili del fuoco 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato