Contenuto sponsorizzato

''Boicottiamo il Trentino e le sue aziende'', a Bologna i manifesti contro la scelta di catturare M49. Il 13 luglio animalisti pronti a ''invadere Trento''

Il gruppo Centopercentoanimalisti ha affisso sulla saracinesca di una ditta trentina il manifesto e si dicono pronti ad andare avanti: ''Boicottiamo il Trentino, i suoi prodotti e le sue aziende, evitiamo le vacanze in questa regione dove comandano cacciatori e speculatori''

Di L.P. - 04 luglio 2019 - 17:09

TRENTO. ''Il Trentino va boicottato, iniziando dalle sue aziende migliori''. E' comparso questa notte in quel di Bologna, in via Pietramellara, un manifesto con scritto ''M49 non si tocca, Trentino vergogna nazionale''. E' stato affisso sulla saracinesca di una filiale di un'azienda che si occupa di noleggio di autoveicoli che ha sede a Trento a dimostrazione del fatto che l'attenzione mediatica nazionale sulla vicenda dell'orso che la Provincia vuole catturare è altissima. In giornata, poi, è stata rilanciata su internet da un quotidiano la notizia che M49 sarebbe stato catturato e subito la ''rabbia'' degli animalisti è esplosa con tanto di post su Facebook: ''Il 13 luglio invadiamo Trento''.

 

Poco importa che poi la notizia si sia rivelata falsa e sia stata smentita dalla stessa Provincia che, invece, ha convocato i giornalisti nel primo pomeriggio per spiegare loro come avverranno le operazioni di recupero del plantigrado e i dati sulle sue aggressioni. 

 


 

 

La tensione, però, resta molto alta e per il 13 luglio è effettivamente programmata la manifestazione contro la scelta della Provincia di Trento di catturare M49. Intanto il gruppo Centopercentoanimalisti ha comunicato il via al boicottaggio del Trentino e delle sue imprese. ''Maurizio Fugatti, presidente della provincia di Trento, non cambia idea: l’Orso M49 è ormai condannato all’ergastolo, - scrivono - la detenzione a vita in un recinto (sempre che sopravviva alla cattura). Questo anche se il ministro Costa è contrario, e con lui milioni di persone che amano gli Animali e la natura''. 

 

''Per evitare che, passato il momento, non se ne parli più, - proseguono - i nostri militanti hanno scelto un obiettivo simbolico: una ditta trentina (...). Il Trentino va boicottato, iniziando dalle sue aziende migliori. Manifesti che raffigurano l’Orso sono stati affissi, nella notte tra il 3 e 4 luglio in via Pietramellara a  Bologna. Giù le mani dall’Orso! Boicottiamo il Trentino, i suoi prodotti e le sue aziende, evitiamo le vacanze in questa regione dove comandano cacciatori e speculatori. Le nostre azioni a difesa di M49 e contro il Trentino continueranno''.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 maggio - 22:04
Sono 954 le persone attualmente contagiate in Trentino. Sono 22 i territori con 1 persona attualmente positiva. Registrate 141 guarigioni dal [...]
Cronaca
05 maggio - 20:14
Un pensionato 77enne, nonostante una condanna per tentato omicidio, ha pensato di raggiungere l’ex compagna sottoponendola all’ennesimo [...]
Cronaca
06 maggio - 06:01
Da metà aprile la campagna vaccinale trentina ha subito una svolta, con i richiami che sono stati posticipati mentre è stata accelerata la [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato