Contenuto sponsorizzato

Caso Chico Forti, le opposizioni compatte a Fugatti e Kaswalder: ''Organizzate con il governo italiano una missione negli Usa per una revisione del processo''

Dopo le prese di distanza di organizzatori e famiglia, le minoranze tornano a farsi sentire tra i dubbi sulla terzietà di Kaswalder e le parole del presidente del consiglio provinciale nella serata dedicata a Chico Forti. Tonini: "Il popolo americano e quello italiano sono storicamente legati da un sentimento profondo di amicizia diventata alleanza con Alcide Degasperi"

Pubblicato il - 02 luglio 2019 - 21:29

TRENTO. Le opposizioni provinciali premono affinché le istituzioni dell'autonomia si spendano per la causa di Chico Forti. Dal Partito democratico al Patt, da Futura a Movimento 5 stelle, le minoranze sono compatte per chiedere alla Provincia di sollecitare alle autorità degli Stati Uniti di prendere in considerazione i ragionevoli dubbi che circondano la sentenza di condanna e richiedere così una revisione del processo.

 

Non solo, c'è anche la richiesta di prevedere una missione ufficiale negli States in accordo con il governo italiano. Questo in sintesi i contenuti della mozione presentata dalle opposizioni in Provincia. Un documento che arriva dopo l'uscita di Walter Kaswalder nella serata a Nago Torbole, dove il presidente del consiglio provinciale ha definito gli Usa un popolo di guerrafondai (Qui articolo). 

 

Dopo le prese di distanza di organizzatori e famiglia, le minoranze tornano a farsi sentire tra i dubbi sulla terzietà di Kaswalder (Qui articolo) e le sue parole nella serata dedicata a Chico Forti. "Il popolo americano e quello italiano - commenta Giorgio Tonini, primo firmatario della mozione - sono storicamente legati da un sentimento profondo di amicizia, che affonda le radici nella condivisione di un comune patrimonio di valori, quali libertà, democrazia, stato di diritto e dignità degli esseri umani. Una condivisione resa più forte perché vissuta attraverso la componente di origine italiana, ma anche trentina e tirolese, degli americani". 

 

Un'amicizia che si è ulteriormente rafforzata a causa degli eventi bellici della Seconda guerra mondiale. "Non si può dimenticare - prosegue il consigliere provinciale del Pd - il grande e decisivo contributo, anche attraverso il contributo di migliaia di loro concittadini, alla liberazione dell'Europa dal nazifascismo. A questo si aggiunge la ricostruzione dalle rovine di una guerra non voluta da loro, senza dimenticare la difesa dalla minaccia sovietica, la difficile costruzione della pace e dello sviluppo attraverso le istituzioni multilaterali fino al mutamento delle tecnologie, dei costumi e del paesaggio culturale del nostro tempo".

 

Un rapporto che è diventato alleanza per l'impegno di Alcide Degasperi. "Un'alleanza storica e strategica tra le istituzioni italiane, comprese quelle della nostra autonomia, e il governo americano degli Stati Uniti e dei suoi Stati federali. Entrambi i nostri popoli - prosegue l'ex parlamentare - conoscono e sperimentano la distanza che purtroppo ancora separa i principi inviolabili della dignità della persona, garantita dallo stato di diritto, e i limiti, talvolta gravi, di sistemi giudiziari imperfetti e per loro natura fallibili".

 

Il riferimento va proprio al caso Chico Forti. "Sono passati vent’anni dalla condanna all’ergastolo negli Stati Uniti e si è sempre dichiarato innocente - dice il consigliere provinciale del Pd - sta scontando la pena con un comportamento di esemplare dignità, i ragionevoli dubbi su quella sentenza si vanno moltiplicando e rafforzando. Non solo tra i famigliari, gli amici, i concittadini del condannato, ma anche nell’opinione pubblica americana, come dimostra, da ultimo, un ampio e documentato servizio mandato in onda, negli Usa, da un grande network televisivo".

 

E così la mozione chiede al presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, ma anche al presidente del consiglio provinciale, Walter Kaswalder di intervenire "con le competenti autorità degli Stati Uniti d’America - conclude Tonini - affinché siano presi in seria considerazione i ragionevoli dubbi che circondano la sentenza di condanna di Chico Forti per la richiesta di revisione del processo, anche attraverso un’apposita missione ufficiale negli Usa d'intesa con il governo italiano".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 settembre - 15:10

Marcello Carli doppia Onda Civica e Movimento 5 Stelle. Bene Zanetti che si posiziona intorno al 4%

22 settembre - 16:22

Con il 55,94% dei voti Renato Girardi (sostenuto anche dal Patt) è stato confermato sindaco di Ledro, sconfitto Fedrigotti che si ferma al 44,06% dopo essere stato a lungo in testa

22 settembre - 15:47

Margine oltremodo rassicurante per il sindaco uscente. I cittadini scelgono la continuità di governo, il primo cittadino raccoglie 1.036 voti per il 65,20%, mentre Matteo Nodari si assicura 553 voti per 34,80%

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato