Contenuto sponsorizzato

Caso Kaswalder-Pruner, le opposizioni pronte a presentare una mozione di sfiducia contro il presidente del Consiglio provinciale

Dopo il cortocircuito dei giorni scorsi del centrosinistra e del Partito democratico in particolare, le opposizioni hanno trovato una sintesi per procedere nella direzione di una mozione di sfiducia. Il dispositivo verrà presentato venerdì 19 giugno

Di Luca Andreazza - 18 giugno 2020 - 18:52

TRENTO. In arrivo la mozione di sfiducia contro Walter Kaswalder, presidente del Consiglio provinciale di Trento. Le minoranze nella giornata di domani, venerdì 19 giugno, depositeranno il dispositivo. 

 

Dopo il cortocircuito dei giorni scorsi del centrosinistra, Partito democratico in particolare (Qui articolo), le opposizioni hanno trovato una sintesi per procedere nella direzione di una mozione di sfiducia.

 

Finito nel mirino delle minoranze per un atteggiamento considerato filo-governativo e poco super partes nella gestione dell'Aula, la decisione è arrivata dopo la sentenza del Tribunale di Trento sulla vicenda Pruner. Un caso sul quale il presidente del Consiglio provinciale non è mai voluto scendere nei dettagli tra mezze smentite e un licenziamento poi nei fatti avvenuto (Qui articolo) e procedure che non sono sembrate chiare, come la partecipazione al voto per scegliere un avvocato su una decisione che riguardava lo stesso Kaswalder (Qui articolo).

 

I rapporti tra Kaswalder e Pruner si erano incrinati nel maggio 2019, dopo che quest'ultimo aveva partecipato da esterno, quale osservatore, al Congresso di Pergine del Patt. A quel punto il presidente del Consiglio aveva deciso di recedere dal contratto di lavoro quinquennale in corso, adducendo la lesione del rapporto fiduciario necessario per la sua prosecuzione".

 

La sentenza rende nullo il recesso e condanna il Consiglio della Provincia di Trento a pagare al dipendente licenziato la retribuzione maturata dal maggio 2019 fino alla durata in carica del presidente Kaswalder, nei limiti della durata dell’attuale legislatura.

 

E mentre Kaswalder valuta le prossime mosse, il presidente del Consiglio provinciale avrebbe già previsto la copertura degli oneri da contenzioso per un importo complessivo massimo stimato di 260 mila euro comprensivo delle spese di giudizio. Nelle prossime ore invece si discuterà della mozione di sfiducia.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 settembre - 17:13

Dopo i 21 sindaci eletti nelle scorse ore ancor prima della chiusura dei seggi, altri candidati al municipio sono riusciti a intercettare i voti necessari per farsi eleggere e evitare il commissariamento. Ecco l'elenco dei primi cittadini

21 settembre - 17:13

La prima proiezione sul 5% Lorenzoni sostenuto dal centrosinistra si ferma a circa il 16%. Ci sono state circa 3097 richieste di poter votare da casa per coloro che erano in trattamento domiciliare, in quarantena o isolamento fiduciario

21 settembre - 16:18
Affluenza in linea con le precedenti amministrative del 2015. In base ai dati della Regione, l'affluenza alle 15 di oggi si attesta al 64,05% dei 442.100 aventi diritto in provincia
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato