Contenuto sponsorizzato

Kaswalder e gli Stati Uniti guerrafondai, il sindaco: ''Opinione personale ma inopportuna nel contesto della serata''

Il sindaco di Nago Torbole, Gianni Morandi, dopo l'uscita di Kaswalder alla serata sul caso Forti: "Non si deve fare un dramma o drammatizzare troppo l'uscita del presidente del consiglio provinciale, anche se quando si rappresenta un'istituzione si dovrebbe essere più accorti"

Di Luca Andreazza - 30 giugno 2019 - 20:10

NAGO TORBOLE. "E' un'opinione personale, ma inopportuna nel contesto dell'evento", così Gianni Morandi, sindaco di Nago Torbole, nel commentare l'intervento di Walter Kaswalder nel corso della serata "L'ultima chance per Chico Forti" promossa da Cento, il Consorzio degli esercenti di Nago Torbole e Fabio Galas, editore e fotografo del magazine "La Busa". 

 

"Per come conosco Kaswalder - aggiunge il primo cittadino - l'ho sempre apprezzato per la moderazione e il pragmatismo, ha espresso un parere personale, che avrebbe potuto evitare in quanto non ha aggiunto nulla alla serata. Un evento nel quale hanno parlato un avvocato americano, che segue gratuitamente il caso Forti, e diversi rappresentanti, che hanno bocciato l'intervento del presidente del consiglio provinciale".

 

Una sala rimasta ammutolita nell'ascoltare l'intervento di Kaswalder che ha ammesso di essersi rifiutato di andare negli States per perorare la causa di Chico Forti, ma si è rifiutato perché in America non ci va e non ci andrà mai perché solo un popolo di guerrafondai, mentre il presidente del consiglio provinciale si ritiene al 100% un tirolese e non vuole parlare con gente che fa la guerra per i propri interessi. 

 

 

Un intervento che non è piaciuto nemmeno agli organizzatori e alla famiglia di Forti, che hanno immediatamente preso le distanze dalle affermazioni di Kaswalder, così come le opposizioni provinciali (Qui articolo).

 

"La sostanza della serata - conclude Morandi - così come contenuti e obiettivi restano. Non si deve fare un dramma o drammatizzare troppo l'uscita del presidente del consiglio provinciale, anche se quando si rappresenta un'istituzione si dovrebbe essere più accorti".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 20:54
L'esecutivo comunale è composto da 4 donne: 2 in quota Partito democratico, una rappresentante per Azione-Unione e Insieme. Il primo cittadino, Franco Ianeselli, ha delineato la Giunta a palazzo Thun chiamata a guidare Trento per i prossimi 5 anni: "Lavoriamo per la città in un'ottica di sostenibilità ecologica, economica, sociale e istituzionale"
29 settembre - 19:46

Sono 25 fino a questo momento le classi messe in quarantena perché sono stati riscontrati alunni positivi, ma 9 di queste hanno già terminato il periodo di isolamento mentre le altre 16 dovrebbero concludere questa misura tra pochi giorni

29 settembre - 20:36

L’assessore all’istruzione parla di “discriminazione ai danni dei nostri cittadini” ma l’unica ad aver discriminato qualcuno è la Provincia di Trento, così come stabilito da un giudice. Se un tribunale, di fronte a un ricorso di un cittadino, applica le leggi la colpa non è sua ma di quella Giunta incapace di scrivere un provvedimento degno di questo nome

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato