Contenuto sponsorizzato

Elezioni Tione, dall'economia turistica e commerciale sostenibile alla centralità della persona, la corsa in solitaria di Antolini

Il prossimo 26 maggio anche i cittadini di Tione sono chiamati alle urne per rinnovare il consiglio comunale dopo le dimissioni di Mattia Gottardi, eletto in ottobre scorso in consiglio provinciale. Il candidato Antolini si trova alla guida delle liste "Insieme per Tione" e "Punto su Tione". Non c'è alcuna battaglia elettorale, l'avversario è il rischio astensione: deve recarsi alle urne il 50%+1 degli aventi diritto

Di Luca Andreazza - 09 maggio 2019 - 15:20

TIONE. "L'impegno è quello di terminare tutte le infrastrutture in via di ultimazioni, opere importanti e punto di partenza della centralità di Tione e Saone nella vita delle Giudicarie", queste le parole di Eugenio Antolini, sindaco reggente e unico candidato al massimo scranno del municipio in piazza Cesare Battisti.

 

Il prossimo 26 maggio anche i cittadini di Tione sono chiamati alle urne per rinnovare il consiglio comunale dopo le dimissioni di Mattia Gottardi, eletto in ottobre scorso in consiglio provinciale e poi nominato assessore della giunta Fugatti. Dopo aver preso le redini del Comune, Antolini si trova alla guida delle liste "Insieme per Tione" e "Punto su Tione". 

 

Non c'è alcuna battaglia elettorale, l'avversario per il candidato sindaco è il rischio astensione: deve recarsi alle urne il 50%+1 degli aventi diritto. "Il risultato - commenta Antolini - è alla nostra portata, ci sono due gruppi politici e un po' di competizione non manca. Oltre a portare avanti il cammino amministrativo intrapreso, prende corpo anche una nuova azione, che rappresenta la parte più innovativa e coraggiosa del programma: riempire di contenuti il paese".

Attenzione ai servizi, al cittadino, alla comunità, ma anche ai presidi territoriali e al tessuto economico-sociale, queste le parole chiave. "I gruppi che mi sostengono - dice il candidato sindaco - raccolgono persone provenienti da diversi ambiti sociali e professionali per rappresentare le molte anime del nostro territorio. L'intenzione è quella di intraprendere nuovi percorsi di valorizzazione della borgata".

 

L'idea è sfruttare le potenzialità della nuova biblioteca e dei poli scolastici, ma ci sono ragionamenti anche intorno all'ospedale. "Non solo - aggiunge Antolini - ci sono anche tutte quelle realtà culturali e sociali che aspettano solamente di trovare nell'amministrazione comunale un partner attento e presente. E' centrale l'approccio alle problematiche che riguardano gli anziani, ma anche la necessità di trovare nuovi spazi per i giovani".

 

Un punto del programma è il turismo. "Un'azione coraggiosa - spiega il sindaco reggente - è quella di sviluppare i settori di nicchia e salvaguardare l'ambiente che ci circonda. Il territorio deve diventare un punto di riferimento a livello di qualità della vita e capofila di un nuovo sviluppo economico-sostenibile. La questione alberghiera e ricettiva va affrontata attraverso progetti specifici, come l'ipotesi di ricorrere all'albero diffuso. Ci si muove anche per la riorganizzazione della Pro loco come fulcro organizzativo delle manifestazione e coordinamento tra i diversi attori del territorio".

 

Il programma di governo prevede anche un percorso di riqualificazione delle aree dismesse per ripristinare il patrimonio immobiliare esistente. "Le proprietà - conclude Antolini - in molti casi sono sovra-comunali o privati, quindi è importante intessere relazioni per salvaguardare le caratteristiche ambientali, storiche e sociali. La modifica del Prg deve poi agevolare il recupero del centro storico tra il completamento delle opere primarie e la prosecuzione di nuovi progetti".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 December - 13:05

Il Dpcm firmato nelle ultime ore dal premier Giuseppe Conte non parla di Regione ma specifica la differenziazione tra Trento e Bolzano, come già avvenuto nel decreto legge del 2 dicembre scorso: questo significa che sono assimilati a due distinti territori 

04 December - 15:05

Per il governatore veneto, dal punto di vista epidemiologico la chiusura dei confini comunali non ha una razio sostenibile. Nelle ultime 24 ore sono stati circa 3700 i nuovi contagi in Veneto, 83 le persone decedute 

04 December - 12:02

La Schützenkompanie Trient Major Giuseppe de Betta ha deciso di aderire all'iniziativa lanciata dalla Südtiroler Heimatbund, associazione separatista, in vista del tradizionale appuntamento dell'8 dicembre, quando al cimitero di Appiano si commemora il primo capo del Bas Sepp Kerschbaumer. Al posto della cerimonia, una campagna di manifesti ha portato anche a Trento il ricordo ambiguo della figura che diede avvio al terrorismo sudtirolese

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato