Contenuto sponsorizzato

Fugatti dal palco di Roma: ''Il governo? Operazione contro la democrazia''. E torna il sostegno per la Catalogna mentre Salvini sta con i neofranchisti di Vox

La manifestazione della destra (con in più qualche bandiera di Forza Italia) è un successo con tantissime persone a Piazza San Giovanni. Ci sono i Leoni di San Marco e chi come il presidente della Pat che richiama l'Autonomia e poi ci sono i militanti nazionalisti di Casa Pound e quelli di Fratelli d'Italia. Il paradosso più grande è l'applauso per i separatisti di Barcellona condannati per le denunce di chi la Lega appoggia senza tentennamenti

Di Luca Pianesi - 19 ottobre 2019 - 16:13

ROMA. ''E' stata un'operazione contro la democrazia''. Non è Matteo Salvini a parlare ma Maurizio Fugatti sempre più in linea con il Capitano. Un discorso breve quello del presidente della Provincia di Trento salito sul palco di Piazza San Giovanni dove la destra (con sempre meno centro) unita sta manifestando contro il governo giallo-rosso. Salvini ha aperto la kermesse ''Orgoglio italiano'' promossa dalla Lega. La piazza è gremita e davanti ai vari governatori dei diversi territori amministrati dalla Lega sventolano le bandiere più varie e, spesso in conflitto tra loro. C'è il Leone di San Marco, l'Aquila tirolese e le bandiere nazionaliste di Fratelli d'Italia, oltre che i militanti di Casa Pound.

 

C'è chi ricorda, dal palco, come il presidente regione Sardegna Christian Solinas, che questa piazza è vicina a quella di Barcellona e al popolo catalano mentre solo pochi giorni fa Salvini ha abbracciato a augurato il meglio a Vox e l'ultradestra spagnola, i neofranchisti che hanno proprio denunciato e fatto condannare i rappresentanti dei catalani per i quali oggi a Barcellona si manifesta in piazza (QUI APPROFONDIMENTO).

 

 

Ci sono anche le bandiere di Toti e quelle di Forza Italia (nonostante si fosse chiesto di non mostrare bandiere di partito perché doveva essere la ''manifestazione di tutti'' come ha ricordato Salvini) e poi tanta, tanta Lega. La manifestazione è indubbiamente un successo. Piazza San Giovanni è gremita e gli applausi si sprecano.

 

Anche il governatore del Trentino ha avuto i suoi tre minuti di celebrità (parafrasando il detto di Andy Warhol). ''Questo governo deve andare a casa - ha detto - perché è costruito con alchimie palazzo e giochi di potere contro questo popolo pacifico libero e democratico qui in piazza. E' stata fatta un'operazione contro la democrazia. Grazie a Salvini questa è la piazza che chiede libertà e democrazia''. Poi il riferimento all'autonomia nel paradosso di parlare da un palco con sotto di sé il cartello con scritto ''orgoglio italiano''. ''Noi che veniamo da un territorio dell'autonomia vedere un governo che mette le tasse su tutto non è tollerabile. Il pendolo della storia dice che torneremo a votare e al governo. Viva l'Italia, viva il Trentino, viva la Lega''. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 giugno - 16:53
La Pat oggi ha promosso un incontro con i sindaci per fare il punto sulla campagna e per condividere le strategie per aumentare la copertura troppo [...]
Cronaca
16 giugno - 16:21
Queste immagini di vita quotidiana sono rarissime in Europa perché le coppie di sciacallo dorato per la nascita dei cuccioli sfruttano tane [...]
Cronaca
16 giugno - 15:50
L'operazione in un condominio di Gardolo, nel corso delle procedure di espulsione, uno dei cittadini extracomunitari si è reso protagonista di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato