Contenuto sponsorizzato

Futura al Patt: ''Si può partire dal vostro documento per un patto civico e civile''. Upt-Cantiere: ''Autonomisti tassello strategico''

Le parole di Alberto Pattini, capogruppo del Patt in consiglio comunale, trovano convergenza e potrebbero sbloccare un impasse che si trascina da tempo nei blocchi dei diversi schieramenti. Futura e Upt-Cantiere accolgono favorevolmente le dichiarazioni del consigliere comunale delle Stelle alpine

Di Luca Andreazza - 29 dicembre 2019 - 20:37

TRENTO. Se le Stelle alpine chiamano, Upt e Futura rispondono e sembrano pronti a fare la propria parte. Rispondono presente per comporre una coalizione alle prossime elezioni comunali 2020 a Trento. Le parole di Alberto Pattini, capogruppo del Patt in consiglio comunale, trovano convergenza e potrebbero sbloccare un impasse che si trascina da tempo nei blocchi dei diversi schieramenti (Qui articolo). 

 

"Accogliamo favorevolmente le parole di Pattini - commenta l'assessore Corrado Bungaro - come spiegato dal presidente Piergiorgio Cattani, Futura è disponibile a creare un nuovo polo civico e civile. La base di partenza può tranquillamente essere il documento scaturito nella giunta esecutiva delle Stelle alpine (Qui articolo): condividiamo senza dubbio quei valori messi nero su bianco. E' importante il mix tra territorio e sguardo europeo, aspetti questi che nulla hanno a che vedere con i populismi".

 

La richiesta del Patt è quella di serrare i ranghi, finire di litigare a distanza e mettere in un cassetto i personalismi. "Il tempo stringe e occorre sedersi intorno al tavolo per definire il perimetro della coalizione. A breve - aggiunge l'assessore in quota Futura - si chiuderà la pagina di un libro, ma ora è necessario avviare un nuovo racconto e ripartire da quanto di buono è stato costruito in questi anni per condividere ulteriori sviluppi. Da lì si può ripartire per iniziare un nuovo e importante ciclo per la città".

 

Anche l'Upt-Cantiere è sulla stessa lunghezza d'onda. "Un passo in avanti davvero importante e siamo assolutamente d'accordo con il Patt. Il terreno è fertile - dice l'assessora Chiara Maule - per un dialogo costruttivo per un progetto che abbia una visione a 360 gradi su quello che può essere il futuro della città. Si deve ripartire dal buon lavoro portato avanti tutti insieme nell'ultima consiliatura. Nonostante i bilanci ridotti, i dati posizionano Trento ai vertici delle classifiche per qualità della vita e servizi: si può e si deve migliorare con le competenze e le sensibilità di tutti e gli autonomisti possono essere un tassello strategico".

 

Un'alleanza che ritorna possibile per l'accelerazione del Patt. "Ogni partito - conclude Maule - deve poter portare alla coalizione le proprie sensibilità e differenze, ma è necessario poi restare uniti nel solco di quei valori popolari che ci contraddistinguono: compattezza senza rinunciare a storia e visione. Upt-Cantiere in questo senso rappresenta un'area di centro come il Patt e #Inmovimento, ma allargare il ragionamento alle forze politiche riformiste quali Partito democratico e Futura è naturale per quelle affinità che ci allontanano in maniera netta al populismo".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
24 ottobre - 12:01
Per Cna Fita regionale bisogna "Passare dalle richieste e dalle promesse ai fatti" e arriva la richiesta di intervento non soltanto [...]
Società
24 ottobre - 09:54
Sono circa 14 mila gli addetti necessari a questo settore tra strutture ricettive e della ristorazione. Gianni Battaiola (presidente di Asat): [...]
Cronaca
24 ottobre - 09:05
Dopo alcune segnalazioni dei cittadini gli agenti della polizia di Bressanone sono intervenuti e i tre, alla vista della 'Pantera' hanno tentato di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato