Contenuto sponsorizzato

''In consiglio per votare NO al Prg'', ma in aula si parla di bilancio. La gaffe del consigliere leghista che si oppone ''all'amministrazione distante dai cittadini''

Massimo Sgurelli ha realizzato un immancabile selfie corredandolo con post polemico contro la distanza dell'attuale amministrazione comunale dai trentini. Il testo però, ha tradito il fatto che non sapeva di cosa si stesse discutendo nonostante la presenza dell'assessore Gilmozzi (sul Prg la competenza la ha il sindaco)

Di Luca Pianesi - 12 dicembre 2019 - 13:16

TRENTO. ''Questa sera siamo in Consiglio per Votare NO al PRG. L’ attuale Amministrazine (sic!) Comunale è Totalmente distante dai Cittadini Trentini''. E lui, verrebbe da dire, è totalmente distante anche solo da quel che sta facendo. Massimo Sgurelli è consigliere circoscrizionale dell'Argentario. E' un leghista tutto d'un pezzo, con foto di rito, sulla sua pagina Facebook, di lui che sorride con a fianco il Capitano, lui abbracciato ai rappresentanti provinciali, meme con scritto ''elezioni subito'' e lui ai gazebo che raccoglie firme.

 

In consiglio circoscrizionale, poi, si presenta con spilletta canonica di Alberto da Giussano e ovviamente, anche durante l'attività amministrativa, non può rinunciare all'immancabile selfie realizzato in tempo reale per denunciare chissà quale complotto e per rassicurare i cittadini che tanto c'è lui a vigilare su di loro. Tutto perfettamente nella norma. Solo che, questa volta, il selfie e il post tradiscono una verità quasi grottesca: Sgurelli pur ribadendo la solita tiritera che ''l'attuale amministrazione comunale è totalmente distante dai cittadini'', non sapeva nemmeno cosa stava andando a votare in consiglio. 

 

Quel suo ''NO'' scritto in stampatello non lo stava dando al Prg, infatti, che aveva già votato questa estate (tra l'altro esprimendosi, tanto per cambiare, con un bel ''No'') ma al Bilancio (''Documento Unico di Programmazione 2020-2022 e Bilancio di previsione finanziario 2020-2022'' si leggeva nel documento di convocazione). Altro indizio, per Sgurelli, tra l'altro, per capire che di tutt'altro si stava andando a parlare sarebbe potuto essere la presenza dell'assessore Gilmozzi in consiglio. Per il Prg, infatti, eventualmente, ci sarebbe stato il sindaco Andreatta che ha la delega proprio sul piano regolatore.

 

Sgurelli, però, non si è sbagliato solo sul post ma anche in aula ha ribadito il suo ''NO'' al Prg. Insomma, non un errore limitato allo scritto, ma ben ribadito anche oralmente in assise. A lui il piano regolatore proprio non andava giù. Poi sono arrivati una serie di commenti, anche quello del presidente della circoscrizione Armando Stefani che ha scritto: ''Gentilissimo consigliere Sgurelli. Se tu sei fiero di aver votato contro il Prg io sono autorizzato a pensare che tu sia ''distante'' dall'aver capito quale era l'oggetto dell'incontro e della votazione''. Sgurelli, dopo una lunga mattinata di ''attesa'' pochi minuti fa ha cambiato il post, ma la frittata ormai era fatta.

 

Insomma, la confusione è parsa davvero massima e la frase postata a corredo del tutto (''l'attuale amministrazione comunale è totalmente distante dai cittadini trentini'') ha reso il tutto ancor più tragicomico.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
24 October - 12:53
La presa di posizione dell'Anpi che spiega:  "Molte di queste provocazioni sono attuate da gruppi di chiara matrice neofascista e [...]
Cronaca
24 October - 12:07
Notte movimentata nel veronese, una persona è rimasta ferita in maniera grave dopo un inseguimento che è proseguito per diversi chilometri
Cronaca
24 October - 12:01
Per Cna Fita regionale bisogna "Passare dalle richieste e dalle promesse ai fatti" e arriva la richiesta di intervento non soltanto [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato