Contenuto sponsorizzato

Kaswalder alla festa con Salvini e Fugatti: ''Lì a titolo personale''. Ghezzi: ''Fa finta di non capire, manca di terzietà''. Zeni: ''Danno alla credibilità delle istituzioni''

Il presidente del consiglio provinciale, domenica ''apparso'' alla festa della Pro Loco di Mavignola, ha attaccato il consigliere di Futura bollando come ''fake'' la ricostruzione da lui fatta ma in realtà confermandola: ''Ero stato invitato da un amico''. Eppure sul comunicato Pat si specificava: ''Tra le altre cariche istituzionali presenti anche il presidente del Consiglio provinciale Walter Kaswalder''. Zeni: ''La mancata comprensione del proprio ruolo palesa uno scarso rispetto istituzionale''

Di Luca Pianesi - 07 novembre 2019 - 18:40

TRENTO. ''Signor presidente Kaswalder, nel post che riporto qui sotto in foto, lei continua a far finta di non capire. Nessuna "fake news" da parte mia (aspetto le Sue scuse), solo una semplice domanda: perché una sua gita privata, legittima, con un ex compagno di classe, si sia trasformata in un incontro ufficiale a marca leghista, immortalato da una foto dell'ufficio stampa della Provincia che palesa ancora una volta la sua mancanza di terzietà''. Continua il botta e risposta tra Paolo Ghezzi e il presidente del consiglio provinciale Walter Kaswalder.

 

Il consigliere provinciale di Futura replica così al post su Facebook (ancora una volta Kaswalder ''salta'' i canali ufficiali e invece che rispondere in Aula lo fa con dei post sui social di fatto svilendo una parte del lavoro di quell'Aula che presiede e che ha in interrogazioni e risposte ufficiali una delle sue attività istituzionali) del presidente del consiglio provinciale che ha parlato di ''fake del signor G.'' (in realtà andando con il suo stesso post a confermare quanto chiedeva Ghezzi e cioè se fosse stato invitato ufficialmente al pranzo della Pro Loco di Mavignola assieme a Salvini, Fugatti e compagnia o si sia trovato lì un po' per caso di fatto andando ad avallare una conviviale leghista a tutto tondo).

 

''Sono stato invitato dal mio compagno di liceo Mario Zanoni - scrive Kaswalder - alla festa della Pro loco di Sant'Antonio di Mavignola; ci sono andato con la mia macchina, a mie spese, nel mio tempo libero. Prima di accusare di essere bugiardi gli altri invito il signor G a pensarci bene ed, eventualmente a telefonarmi per informarsi, visto che il mio numero lo ha. E non tiro in ballo la questione istituzionale e il rispetto per la carica che ricopro perché, ripeto, sono andato con la mia macchina, nel mio tempo libero''. Eppure sul comunicato della Pat ecco comparire, oltre alla serie di foto con torta sorrisi e microfoni rifilati anche al Capitano Salvini, la frase: ''Tra le altre cariche istituzionali presenti anche il presidente del Consiglio provinciale Walter Kaswalder, ..''

 

''Dunque - scrive Ghezzi - non solo lei conferma di non aver ricevuto un invito ufficiale della presidente della Pro Loco (che difatti ha smentito, nell'articolo di giudicarie.com riportato qui sotto) ma continua a non rispondere all'interrogazione di Futura, e a usare canali informali e privati per replicare a un suo collega consigliere provinciale, che lei dovrebbe tutelare e garantire, in qualità di presidente''. E sul tema scende in campo anche il consigliere del Pd Luca Zeni: ''A fronte dell’ennesima manifestazione pubblica del presidente del consiglio provinciale ad evidente sostegno di una precisa forza politica presente nell’Assemblea legislativa, ritengo di dover stigmatizzare simili comportamenti che denunciano un evidente parzialità ed un pericoloso disequilibrio da parte di colui che dovrebbe essere il rappresentante “super partes” di tutti i soggetti politici eletti in Consiglio provinciale''.

 

''La mancata comprensione del proprio ruolo - completa Zeni - e degli ambiti dello stesso palesa inoltre uno scarso rispetto istituzionale per il massimo organo democratico del Trentino da parte di chi lo presiede, recando così un danno non secondario alla credibilità stessa delle Istituzioni della nostra speciale autonomia''.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 novembre - 05:01

Il consigliere pentastellato non ci sta: il manifesto va cambiato perché manda un messaggio sbagliato. "Non va inculcato nella testa dei bambini che il papà è un orco". Non si è fatta attendere la reazione di Non una di meno-Trento: "Per contrastare ogni discriminazione e fenomeno oppressivo dobbiamo guardare alla sua radice e non annacquare tutte le situazioni in riferimenti generici privi di contesto"

21 novembre - 19:19

Per l'assessora provinciale competente questo sarebbe ''un segnale importante'' per aiutare chi quotidianamente convive con i problemi legati all'handicap eppure le variabili in gioco sembrano essere davvero troppe. La norma rischia di valere per pochissimi casi. Meglio sarebbe stato potenziare la legge nazionale che prevedere di favorire lo smart working per i genitori di figli disabili

21 novembre - 19:46

Per colpa del maltempo una frana si è abbattuta sulla strada che collega le frazioni di Zoldo Alto e Forno di Zoldo (dove si trova la scuola). Per questo i bambini sono stati coinvolti in una singolare avventura: aggirare la colata di fango sopra una passerella sul torrente Maé

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato