Contenuto sponsorizzato

Lupi, il Wwf lancia la campagna per adottarli e Futura attacca Fugatti: ''Nessuna idea e crea solo allarmismo''

Il Wwf chiama così a raccolta ambientalisti e simpatizzanti per adottare e proteggere i lupi. Ghezzi e Coppola: "Non esistono negli ultimi 150 anni casi documentati in Italia di aggressioni all’uomo. Si devono sostenere gli allevatori, l'abbattimento degli esemplari alfa può determinare la disgregazione del branco che sarebbe dunque portato ad aumentare le aggressioni"

Di Luca Andreazza - 04 febbraio 2019 - 20:40

TRENTO. La questione lupo tiene sempre banco, soprattutto dopo l'attacco alle pecore in quel di Ala. La Provincia non ha aspettato molto e si è subito mossa per convocare il tavolo di Ordine pubblico (Qui articolo) e quindi gli assessori del nord Italia per preparare un'alleanza anti-lupo (Qui articolo). Un piano che, ancor prima di partire, deve incassare il semaforo rosso del ministro Sergio Costa e il presidente ha subito rilanciato il tema della pubblica sicurezza (Qui articolo).

 

Intanto il Wwf si impegna nella campagna per adottare un lupo (Qui info). "Ogni anno - spiega l'associazione ambientalista - sono circa 300 i lupi che muoiono per colpa dell'uomo. E' necessario difendere questo animale da lacci, trappole e bocconi avvelenati".

 

L'associazione ri-lancia nei fatti una maxi-campagna di sensibilizzazione e si possono proteggere anche delfini e orsi, elefanti e leoni, le possibilità sono tante (Qui info). Il Wwf chiama così a raccolta ambientalisti e simpatizzanti per proteggere anche i lupi. Si va dai 30 ai 125 euro e si può scegliere tra diversi kit personalizzato come "peluche", "semplice", "digitale impatto zero" e "Junior". "In questo modo - scrive la realtà sul sito - possiamo attivare le squadre anti-bracconaggio, così come contribuire a finanziare i Centri di recupero per animali selvatici".

 

Nel frattempo anche Futura cerca di fare chiarezza nella querelle lupi. "Questo animale - dice il consigliere provinciale Paolo Ghezzi - ha sempre abitato le regioni montane europee fino alla seconda metà del Settecento, quando ha incontrato un rapido declino fino alla quasi estinzione. Ora inizia a ripopolare il Trentino e le regioni vicine tra le modificazioni ambientali e i mutamenti normativi, in primis la direttiva Habitat, che determina una protezione rigorosa".

 

La forza politica è preoccupata inoltre per l'assenza di idee specifiche sulla gestione di questo animale, ma anche sul allarmismo della nuova maggioranza. "Non si può parlare di problema di ordine pubblico e sicurezza - evidenzia la consigliera provinciale Lucia Coppola - non si possono escludere l’eventualità di attacchi, ma non esistono negli ultimi 150 anni casi documentati in Italia di aggressioni all’uomo. Difficile ravvisare concrete preoccupazioni riguardo all’incolumità delle
persone e della sicurezza fisica"

 

Il lupo resta una ricchezza da salvaguardare per gli impatti rilevanti in termini di biodiversitàsostenibilità ambientale e economica per la Provincia. "Il lupo e gli altri grandi carnivori - prosegue Ghezzi - esercitano un controllo diretto e indiretto su altre specie vegetali e animali: riveste una funzione chiave all’interno dell’ecosistema alpino".

 

E Futura ripercorre le tappe di ricolonizzazione del lupo. "La sua presenza è documentata nella nostra provincia a partire dal 2010 - aggiunge Coppola - condizionata dall’incontro della coppia del branco della Lessinia, che si è regolarmente riprodotta dal 2013, formata da Giulietta (sottospecie Canis lupus italicus) arrivata dalle Alpi occidentali e da Slavc (Canis lupus del ceppo dinarico-balcanico), arrivato dalla Slovenia nell'ambito del progetto europeo SloWolf".

 

Chiaro che la presenza del lupo comporta anche alcune modifiche comportamentali dell'uomo. "Necessario cambiare il modo di pascolamento estensivo - dice Ghezzi - oggi praticato nel nostro territorio e implementare sistemi di prevenzione efficaci. Certo, corrisponde un oggettivo aumento dei costi in termini economici e risorse umane, ma questi non devono essere traslati esclusivamente sugli allevatori, per i quali spesso l’indennizzo non è percepito come rimedio soddisfacente".

 

La richiesta di abbattere il lupo, se ritenuto particolarmente aggressivo e pericoloso, rischia di non essere la soluzione migliore. "Alcuni studi scientifici - continua Coppola - spiegano che l’abbattimento non determina automaticamente una riduzione di attacchi al patrimonio animale: la rimozione degli esemplari alfa può determinare la disgregazione del branco che sarebbe dunque portato ad aumentare le aggressioni".

 

E' fondamentale puntare sui sistemi prevenzione. "L'utilizzo di contromisure, adatte alle esigenze dei singoli territori, registra maggiori percentuali di successo nel contenimento delle aggressioni del lupo. A questo - conclude Ghezzi - si deve aggiungere un’efficace informazione sulla presenza del lupo e dei metodi di prevenzione per una pacifica convivenza tra uomo e natura, ma anche per promuovere una corretta sensibilizzazione tra residenti e turisti".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 novembre - 20:27

Sono 448 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 44 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 265 positivi a fronte dell'analisi di 3.695 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,2%

29 novembre - 17:22
Sono stati analizzati 3.695 tamponi, 265 i test risultati positivi. Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 7,2%. Altri 12 decessi, il bilancio è di 236 morti in questa seconda ondata
29 novembre - 19:22

L'allerta è scattata alle 16.30 di oggi lungo la strada statale 237 all'altezza del centro abitato di Ponte Arche. In azione la macchina dei soccorsi tra ambulanze, elicottero, vigili del fuoco di Lomaso e polizia delle Giudicarie

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato